Follow Us @soratemplates

14/08/18

The 100 (stagione 5)

14.8.18 0 Comments
Titolo: The 100
Stagioni: 5 - in corso
Anno: 2014 - in produzione
Genere: distopico, sci-fi 
Cast: Eliza Taylor, Paige Turco, Marie Avgeropoulos, Bob Morley, Henry Ian Cusick, Lindsey Morgan, Richerd Harmon, Christopher Larkin


Recensione:
Giunta al termine della quinta stagione, mi sono resa conto di aver capito poco nulla praticamente della maggior parte degli episodi (tenendo conto che sono solo 13).
Il motivo? Troppo noiosa, forse? Ripetitiva?
Insomma, la storia rimane sempre quella, pur partendo da una quarta stagione finita in modo sorprendente, e ricominciando cinque anni dopo la divisione da Clarke  dagli altri, ho trovato questa quinta stagione un bel po' confusionaria, oltre che un ripetersi continuo di situazioni già viste.
The 100 vale la pena di essere visto, almeno inizialmente, per l'aria di novità che trasmette, ma le stagioni seguenti sono un continuo alto e basso in cui, se da una parte ai personaggi e alle loro vite ci si affeziona parecchio (e quindi si è molto curiosi di scoprire cosa la sorte ha in serbo per quei pochi poveracci sopravvissuti), dall'altra ci si rende conto che non imparano MAI dai loro errori e che inventare qualcosa di originale e nuovo deve essere il prossimo passo, se non si vuole rovinare una storia partita nel migliore dei modi.
O forse, ancora, la serie era destinata a fermarsi a due/tre stagioni, senza andare troppo per le lunghe.
Di questi 13 episodi, comunque, salvo il primo, che ci mostra le condizioni dei nostri eroi, cinque anni dopo il finale della quarta, e gli ultimi due, che si sono rivelati alla fine i più emozionanti e ben costruiti.
Partiamo da Clarke, personaggio che, agli albori della serie personalmente adoravo, per la sua umanità e il modo naturale e compassionevole di prendere il comando e le decisioni più o meno giuste per chi le stava attorno, ha nel corso della storia, subito un fortissimo calo, e in questa quinta stagione non mi è piaciuta proprio. Ho apprezzato il rapporto che sviluppa con la piccola Madi, ma al tempo stesso ho trovato il suo personaggio troppo piatto, poco sorprendente.
Per quanto riguarda Octavia, invece, se nel corso delle stagioni aveva dato prova di sè, dimostrando la sua forza, la natura ribelle e la determinazione, ho trovato qui il suo ruolo troppo drastico, troppo duro, e un modo perfetto per farla odiare definitivamente dal pubblico (salvo solo la sua "redenzione" finale, che tutto sommato mi ha emozionata).
Murphy, Raven & co sono stati forse la "dinamica" più interessante della stagione, per così dire. Partendo dal fatto che, adoro Raven, che alla fine dei conti è la più cazzuta di tutti, e che ho imparato ad apprezzare tantissimo Murphy perchè pur passando dalla parte dei buoni, rimane comunque uno stronzo, ammetto di aver sperato che nascesse qualcosa tra loro. Nei primi episodi è quello che ci fanno intendere gli autori, che avevano già dato qualche "indizio" nella quarta stagione, e invece.... A ben vedere, poi, Murphy è l'unica ventata di aria fresca della serie tv, in cui c'è ben poco spazio per scherzare o prendersi un attimo di respiro, il suo sarcasmo è quinsi una delle cose su cui si dovrebbe puntare maggiormente per far risaltare il suo personaggio.
Sul ruolo di Bellamy in questa stagione, invece, sono un po' incerta. Da una parte, l'ho trovato più inutile del solito, ma dall'altra, rimane pur sempre l'unico che riesca a far ragionare (seppure minimamente) sua sorella, e si può dire che abbia preso il posto di Clarke come "guida" a capo del gruppo.
Sul finale, invece sono incertissima. O meglio, le prime scene alla "Passenger" (il film, non il cantante, nel caso aveste qualche dubbio) mi sembravano una dinamica interessante, ma gli ultimissimi minuti, che sarebbero in teoria dovuti essere particolarmente catartici e carichi di emozioni, non mi hanno convinta minimamente. Non solo per la svolta in sè che prende la storia, che mi sembra un po' ambigua e buttata lì a caso, giusto per dare l'avvio alla prossima stagione, ma anche per la questione più importante: perchè far fuori due personaggi che, seppure non sempre al centro delle dinamiche, erano comunque abbastanza "utili" alla storia? Boh, questa scelta non l'ho proprio compresa, ho trovato il finale un po' campato per aria, ecco, il che non fa che sottolineare quello che ho detto inizialmente, ovvero che The 100 è partito alla grande, ma stagione dopo stagione sta peggiorando, purtroppo!

Valutazione:
♥♥♥

09/08/18

English books on my wishlist #48

9.8.18 2 Comments
Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese

 
Titolo: A curious beginning
Autore: Deanna Raybourn 

Trama:
Londra, 1887. Dopo aver sepolto la zia zitella, Veronica Speedwell si ritrova orfana e libera di riprendere i suoi viaggi intorno al mondo per soddisfare le sue curiosità scientifiche--e gli occasionali sfizi romantici. Abituata a catturare farfalle con la stessa abilità con cui respinge i pretendenti, Veronica è decisa a imbarcarsi nel viaggio di una vita.
Ma il fato dimostra altri piani per lei quando Veronica sfugge a un tentato rapimento grazie all'aiuto di un enigmatico barone tedesco, che le offre rifugio presso il suo vecchio amico Stoker, uno solitario storico dal pessimo carattere. Ma prima che il barone possa rivelare quello che sa del complotto ordito ai suoi danni, viene ritrovato morto. Veronica e Stoker sono costretti a fuggire da un ignoto assalitore, diventando improbabili alleati alla ricerca della verità.
Titolo: Shadow Weaver
Autore: MarcyKate Connolly

Trama:
Il potere di controllare le ombre ha isolato Emmeline dal resto del mondo, ma è cresciuta imparando ad accettarlo, nascosta nella sua magione con Dar, la sua ombra nonché unica compagnia.
Il disastro si abbatte su di lei quando una famiglia nobile visita casa sua e si offre di portare via Emmeline per curarla dalla magia. Disperata al pensiero di perdere le sue ombre, si rivolge a Dar che le propone un patto: Dar cambierà idea agli aristocratici, se Emmeline la aiuterà a diventare di carne e ossa. Emmeline accetta ma la mattina dopo il capo della famiglia nobile viene trovato in coma, con i testimoni che affermano di aver visto vicino a lui una lunga ombra senza nessuno che la proiettasse. Spaventata dalla possibile punizione, Emmeline e Dar scappano.
Con le guardie alle calcagna, l'unica speranza di Emmeline per riabilitare il suo nome è quello di sfuggire alla cattura e compiere il rituale per liberare Dar. Ma Emmeline non è sicura di potersi ancora fidare di Dar, ed è difficile nascondere segreti da qualcuno che non può mai lasciare il tuo fianco.
Titolo: Where the world ends
Autore: Geraldine McGaughran


Trama:

Ogni volta che un ragazzino a caccia di uccelli sul faraglione di St Kilda, torna a casa meno bambino e più uomo. Sempre che riesca a tornarci, a casa...
Nell'estate del 1727, un gruppo di uomini e ragazzi vengono lasciati su una remoto scoglio per catturare uccelli come provviste. Nessuno torna a prenderli. Perchè? Di sicuro niente al mondo può spiegare perché sono stati abbandonati a fronteggiare tempeste, fame e paura. E come possono sopravvivere, col solo riparo della roccia, imprigionati dal mare su ogni lato?

04/08/18

Recensione: Chiamatemi Anna (serie tv)

4.8.18 6 Comments
Titolo: Chiamatemi Anna
Paese: Canada
Anno: 2017 - in produzione
Genere: Drammatico
Stagioni: 2 - in corso ?
Cast: Amybeth McNulty, Geraldine James, R. H. Thomson, Lucas Jade Zumann, Dalila Bela

Recensione:
Chiamatemi Anna, o "Anne with an E" come recita il titolo originale, è l'ultimo dei numerosi adattamenti della storia creata dall'autrice Lucy Maud Montgomery di cui la versione più famosa è forse quella animata meglio conosciuta come Anna dai capelli rossi.
La trama, è piuttosto semplice, Anna è una piccola orfana, costretta a vivere  in collegio e poi a lavorare presso famiglie che non ci pensano due volte a maltrattarla, arriva nella cittadina di Avonlea assolutamente per errore. Marilla e Matthew Cuthbert, una coppia di anziani fratelli, infatti, erano alla ricerca di un ragazzino da adottare, che potesse aiutarli nella gestione della fattoria, l'arrivo di una femmina, infatti, li sorprende non poco, ma non ci vuole molto a capire che Anna è una bambina davvero speciale, per cui vale la pena lottare.

Amybeth McNulty, la giovanissima interprete di Anna Shirley, è davvero sorprendente nel suo ruolo. Riesce perfettamente a dare il volto ad una ragazzina particolarissima, capace di spezzare la monotonia e la mentalità chiusa della cittadina in cui finisce. Parlantina spiccata, lo si capisce dalle primissime scene, Anna è romantica, coraggiosa, intelligente e una sognatrice. Nonostante la sua giovane età, e i maltrattamenti e le prese in giro subite, la sua immaginazione non ne è rimasta scalfita, anzi, è ciò che ha permesso alla bambina di superare i momenti più difficili. 
Lettrice accanita, Anna sembra vivere anche in un universo parallelo tutto suo, in cui si rifugia quando è più triste, un mondo fatto di drammi e tragedie amorose, così come le sue storie, che riescono ad affascinare chiunque.

Oltre all'attrice protagonista, ho trovato ottime anche le interpretazioni degli altri attori, dagli adulti, ai più piccoli. In particolare, i personaggi di Matthew e Marilla, risultano ben definiti. I due, infatti, all'inizio della serie sono tutto fuorchè contenti di tenere Anna con loro (lei in particolare), ma la piccola saprà sciogliere anche il cuore di Marilla, che da burbera e severa com'è inizialmente, riuscirà a tirare fuori il suo lato materno ed affezionarsi pian piano alla bambina, così come Matthew, molto più pacato e gentile della sorella, silenzioso e un po' impacciato, non ci metterà molto a crollare di fronte all'intelligenza e alla fantasia della ragazzina. 

La serie, si sviluppa per il momento su due stagioni, la prima composta da 7 episodi (il primo è più lungo rispetto agli altri), e la seconda da 10.
La storia tratta argomenti attualissimi, quale l'omosessualità, il lutto, e i problemi economici, passando da picchi drammatici o scene particolarmente sentimentali, ad attimi più leggeri e spensierati.

Se la prima stagione si concentra principalmente sull'arrivo di Anna, con tutto ciò che comporta per Matthew, Marilla e gli altri abitanti della città, la seconda invece, introducendo nuovi personaggi, racconta meglio anche sprazzi di vita degli altri abitanti di Avonlea. In particolare, il ritorno di Gilbert (per cui, lo ammetto, ho tifato fin dal primo episodio), all'arrivo di un nuovo ragazzino in classe di Anna, che verrà subito preso di mira non solo dai loro compagni, ma anche dal professore odioso come pochi con cui Anna stringerà subito un legame tra "emarginati" per così dire. Fino anche a raccontare nuove sventure per i Cuthbert, buoni quanto sfortunati.

Buona la fotografia, caratterizzata da toni pastello, con un ambientazione ricreata nel dettaglio, e usi e costumi tipici di quegli anni, piuttosto realistici. Al presente, si mischiano flashback del passato doloroso di Anna, che spiccano invece per i loro toni scuri e grigi, in netto contrasto con la vena romantica e poetica della piccola. 
La giovane attrice, tra gioia e disperazione riesce a rendere Anna Shirley un personaggio gentile, puro, forte e innocente, che deve affrontare forti  pregiudizi, grandi cambiamenti e angherie, fuori da Green Gables, da chiunque la reputi un "pericolo" per i propri figli, o per la rispettabilità della città. Ma nonostante tutto questo, Anna rimane uno spirito libero, una ragazzina dalle idee chiare, che lotta contro lo stereotipo di donna tipico di quegli anni, che le vede costrette ad essere semplicemente brave mogli e madri. Anna apre gli occhi a tutti, mostrando con il suo caratterino, che sognare non è proibito, che ricercare l'amore vero non è sbagliato, che essere indipendenti ed empatici verso gli altri (anche quando questi ti trattano male), è uno dei pregi maggiori che una persona possa avere.
Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo

03/08/18

Anteprime agosto

3.8.18 2 Comments
Titolo: Il cielo è tutto nostro
Autore: Luke Allnutt
Editore: Longanesi
Genere: Fiction
Data di uscita: 30 Agosto 2018

Trama:
Rob Coates ha tutto ciò che avrebbe potuto desiderare: Anna, una moglie fantastica, la loro bella casa a Londra e, soprattutto, suo figlio Jack, che rende ogni giorno una straordinaria avventura. Ma tutto cambia quando una terribile malattia irrompe nelle loro vite.
Ritrovatosi improvvisamente solo, Rob si abbandona a una spirale di disperazione e alcolismo, anche se nei momenti di lucidità cerca conforto fotografando i grattacieli e le scogliere che aveva visto con Jack. Ed è proprio da quelle foto che si dipana un filo di speranza, seguendo il quale Rob intraprende un viaggio straordinario all’interno di se stesso, alla ricerca del perdono e di un nuovo inizio.

Titolo: Le notti del califfo
Autore: Renée Ahdieh
Editore: Newton Compton
Genere: Fantasy
Data di uscita: 3 Agosto 2018

Trama:
È iniziato tutto come un gioco. Ma il capitano delle guardie Jalal al-Khoury, noto a tutti come un libertino, potrebbe avere finalmente trovato la sua anima gemella nell’affascinante Despina, l’altezzosa ancella del palazzo. Anche lei sembra avere un debole per Jalal e quella che è iniziata come una battaglia di orgoglio si trasforma presto in una tormentata passione.
Sono trascorsi settantuno giorni e settantuno notti da quando Khalid ha cominciato a uccidere le sue spose. È l’alba e la settantaduesima vittima sta per perdere la vita. Si tratta di Shahrzad al-Khayzuran. C’è qualcosa in quest’ultima ragazza che ha catturato l’interesse di Khalid. Si è offerda di sposarlo, nonostante sapesse a cosa sarebbe andata incontro. E durante la cerimonia di nozze, non ha dimostrato il minimo segno di paura. Ciò che Khalid ha visto nei suoi occhi era puro odio. Non era mai andato nelle camere delle sue mogli prima della loro esecuzione. Questa volta sarebbe stato diverso. 
La città di Rey sta bruciando. Il fumo è soffocante, le fiamme divorano ogni cosa e le persone fuggono via. Ma Khalid cerca disperatamente di tornare indietro per difendere la città e proteggere la sua regina. Ma potrebbe essere troppo tardi. Quando lui e i suoi uomini arrivano trovano la città in rovina e nessuna traccia di Sharzad. Chi potrebbe mai avere causato tutta questa devastazione? Khalid teme di conoscere la risposta.

Titolo: Beautiful Girls
Autore: Lynn Weingarten
Editore: Newton Compton
Genere: Young Adult
Data di uscita: 23 Agosto 2018

Trama:
Incontrare la propria migliore amica è come venire centrati da un colpo di fulmine

Dicono che Delia si sia data fuoco nel capannone del suo patrigno. Parlano di suicidio, ma June non ci crede. June e Delia sono sempre state inseparabili. La loro amicizia era la cosa più importante di tutte: veniva prima dei ragazzi, prima delle famiglie. Era simile a una relazione d’amore, ma era anche… molto di più. C’erano migliaia di segreti che le tenevano unite, come sottilissimi fili di seta che formavano un legame indissolubile. Esattamente un anno fa, tutto è cambiato. Quella notte June, Delia e Ryan – il ragazzo di June – volevano divertirsi un po’. Poi, però, le cose sono sfuggite al loro controllo. E nella luce pallida del mattino, June ha capito che niente sarebbe più stato come prima. Adesso, a un anno di distanza, Delia è morta. June è sicura che sia stata assassinata. E sente il dovere di scoprire la verità… Che è di gran lunga più complicata di quello che avrebbe mai potuto immaginare.
Titolo: La voce delle ombre
Autore: Frances Hardinge
Editore: Mondadori
Genere: Fantasy
Data di uscita: 28 agosto 2018

Trama:
In una notte cupa e fredda, Makepeace viene costretta a dormire nella gelida cappella di un cimitero: lì nessuno potrà sentirla gridare terrorizzata nel sonno. Perché lei è molto diversa dalle ragazze che, nell'Inghilterra della metà del Seicento, vivono nel suo villaggio. Makepeace ha un dono, che è anche una maledizione: può accogliere gli spiriti dei morti che vagano alla ricerca di un nuovo corpo. E una sera, per la prima volta, è il fantasma di un orso a trovare rifugio dentro di lei.
Quando intorno scoppia la guerra civile e Makepeace viene rapita da una famiglia nobile e misteriosa, l'orso diventa l'unico amico di cui può fidarsi. Insieme potrebbero cambiare le sorti del conflitto. Ma altri spiriti malvagi e potenti vorrebbero piegarla alla loro crudele volontà, per annientare il re e sconvolgere tutta l'Inghilterra…
A volte credo che noi fantasmi non siamo che... ricordi.
Echi. Imitazioni.
Sì, pensiamo, proviamo cose.
Abbiamo rimorsi e rimpianti del passato e temiamo il futuro.
Ma siamo davvero le persone che crediamo di essere?

Titolo: Il bacio della Dea Montagna
Autore: Marco Bosonetto
Editore: Piemme
Genere: Narrativa
Data di uscita: 28 Agosto 2018

Trama:
Come ogni estate, Luca Rollin arriva in Val d'Aosta per trascorrere le vacanze nella casa di famiglia. Il suo ultimo libro, pubblicato da poche settimane, è in vetta alle classifiche e lo scrittore è pronto per godersi il meritato riposo tra le montagne che adora. Sono in molti a riconoscerlo e a fargli i complimenti. Ma una sottile crepa comincia a incrinare la superficie apparentemente perfetta del successo. Luca comprende di essere ammirato perché ormai fa parte della nebulosa dei famosi, mentre le parole dei suoi libri contano ben poco. Tale consapevolezza trasforma quella che per Luca doveva essere una vacanza paradisiaca in una spietata resa dei conti con se stesso, come intellettuale e come padre. Suo figlio Francesco, infatti, in piena adolescenza, conduce un'indagine privata sulla morte di un camoscio, accusando di vigliaccheria chiunque non condivida la sua sete di giustizia animalista. Quando un gruppo di scalatori dilettanti, fra cui una famosa violinista, scompare sul Pillier Jaune, la montagna maledetta della zona, Luca viene contattato da una testata nazionale perché segua i soccorsi e scriva per primo una testimonianza. Ha l'occasione di usare la celebrità per dire al grande pubblico qualcosa di importante e profondo, all'altezza delle montagne che lo circondano e del loro rigore solenne, che non fa sconti. Luca saprà cogliere questa opportunità? E saprà diventare il padre che vorrebbe essere?

Titolo: L'apprendista geniale
Autore: Anna Dalton
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 30 agosto 2018

Trama:
Andrea attraversa il cancello del college di corsa mentre la vista di Venezia si perde all'orizzonte. In ritardo come sempre, è ancora più maldestra del solito con il pesante borsone sulle spalle. Ma in tasca stringe tra le mani qualcosa che riesce sempre a darle sicurezza. È un fogliettino di carta con su scarabocchiato scrivi, scrivi, scrivi. Tre semplici parole che la madre le ha insegnato quando era una bambina. Tre semplici parole che ancora adesso segnano la strada verso il suo sogno: diventare una giornalista. Dal giorno in cui è riuscita a tenere la penna in mano, Andrea ha riempito fogli e fogli scrivendo su tutto. Quello è il suo modo di distogliere la mente da ogni altro pensiero. 
Ora finalmente è entrata in una delle scuole di giornalismo più prestigiose e ci è riuscita solo grazie ad una borsa di studio per i suoi ottimi voti. Ecco la sua forza.  
Ma lì quello che ha imparato fino ad allora non basta. Perché tra quelle aule l’ambizione guida ogni cosa. Perché ci sono persone pronte a fare di tutto per ostacolarla, per intralciare il raggiungimento del suo obiettivo. Senza sconti.
Per fortuna accanto a lei ha i suoi tre amici che non si sono fermati davanti al suo essere timida e solitaria.
C’è Marylin che veste sempre di nero, Andre che le sta dietro come la sua ombra. E soprattutto l’enigmatico ragazzo che si fa chiamare Joker che sotto un enorme sorriso nasconde qualcosa che il cuore di Andrea non vede l’ora di scoprire. Con loro accanto si sente più al sicuro. Eppure la posta in gioco è molto alta. Diventare una giornalista per lei significa tutto. Adesso deve attaccarsi sempre più forte a questo suo desiderio. Non può deludere la persona a cui tanti anni prima ha promesso di difenderlo. Anche se ci vuole tutto il coraggio che non pensava di avere.
Titolo: Fuori dal buio
Autore: Zana Fraillon
Editore: Corbaccio
Genere: Young Adult
Data di uscita: 30 Agosto 2018

Trama:
Una splendida avventura sospesa fra sogno e realtà

Miran è un bambino allegro, dotato di grande ottimismo e di una fervida fantasia. Racconta storie e indovinelli alla sua amica Esra e al piccolo Isa e in questo modo rende le giornate più leggere. Sono prigionieri in un seminterrato buio e umido e insieme sognano il giorno in cui comincerà la loro vita, finalmente liberi e felici. Quando colgono l’opportunità di scappare le cose non vanno bene. Sola, terrorizzata e con la responsabilità del più piccolo del gruppo, Esra farà di tutto per potersi riunire con l’amico Miran, che durante la fuga è stato catturato dalla polizia, una polizia che dovrebbe rappresentare le forze dell’ordine, ma di cui Esra, giustamente, non riesce a fidarsi. Nascosta in un bosco in riva al fiume, Esra incontra un altro ragazzo, solo e impaurito come lei, con una difficile storia famigliare alle spalle. Insieme costruiscono un pupazzo di argilla, un Golem che prende vita nella loro fantasia e, forse, nella realtà, e che li guiderà in un labirinto di gallerie sotterranee fino alla luce. Fino al momento in cui avranno il coraggio di raccontare la loro storia. Fino al momento in cui riusciranno a essere liberi.

01/08/18

Libri in valigia

1.8.18 1 Comments


Arrivo giusto un po' in ritardo con i miei consigli "da vacanza", ma ho pensato in ogni caso di scrivere questo post con qualche idea letteraria per chi trascorrerà i prossimi giorni al mare, in montagna, al lago....ed è alla ricerca di qualche bel libro.
L'estate, è sinonimo di leggerezza e divertimento, si sa, ma ho diviso i miei consigli in più generi, visto che non tutti sono amanti dei romanzi rosa o contemporanei.

YOUNG ADULT
Se siete alla ricerca di young adult leggeri, piacevoli, ma non per questo banali, vi consiglierei senza ombra di dubbio due autrici in particolare, che rispecchiano perfettamente questo genere: Morgan Matson e Stephanie Perkins.
Uno qualsiasi dei loro libri, andrebbe benissimo, ma io vi propongo quelli che a me sono piaciuti di più: Al centro dell'universo e Il primo bacio a Parigi entrambe letture perfette per la stagione estiva.

 NARRATIVA
Se per le vostre vacanze preferite immergervi in storie d'amore, romanzi coinvolgenti e appassionanti , magari ambientati in località particolari e ben descritte, io punterei prima di tutto sui romanzi di Lucinda Riley, in particolare Il giardino degli incontri segreti  che ho letto ultimamente,  oppure Le regole del tè e dell'amore di Roberta Marasco, con un ambintazione tutta italiana fatta davvero molto bene, oppure ancora Il diario di velluto cremisi, o in generale uno degli altri lavori di Sarah Jio, altra autrice che di storie articolate e appassionanti, se ne intende.

NARRATIVA...
con qualcosa in più
Se volete invece delle storie young adult o di narrativa contemporanea, ma con delle tematiche un pochino più significative, vi consiglierei "Voglio una vita a forma di me" di Julie Murphy, che affronta il tema  dell'obesità, "Girl Power", che parla in modo schietto e veritiero del femminismo, o ancora "Eleanor Oliphant sta benissimo" romanzo che ho trovato meraviglioso, probabilmente uno dei migliori di questo 2018.

FANTASY E DISTOPICI
Ultimamento, con mio grande dispiacere, sto leggendo meno romanzi di genere fantasy o distopico, perchè non riesco a trovare storie particolarmente originali, tra le mie scoperte più recenti, però, ci sono  Diabolic che oserei definire uno sci-fi distopico (si può dire?) e  La battaglia delle tre corone di Kendare Blake, che ho apprezzato particolarmente (non vedo l'ora di leggere il seguito). 

GIALLI E THRILLER
Se da una parte a fare da padrone dell'estate sono le storie frizzanti e romantiche, dall'altra anche casi intricati e omicidi terribili vanno tanto di moda sotto l'ombrellone, quindi via di Agatha Christie che non va mai, mai fuori moda (tutti i suoi libri vanno benissimo, ma io prediligo quelli con protagonista Poirot), oppure la prima indagine di Cormoran Strike, l'investigatore creato dalla mente della Rowling...emh volevo dire di Robert Galbrait, ne "Il richiamo del cuculo".

30/07/18

Una casa di petali rossi

30.7.18 0 Comments
Titolo: Una casa di petali rossi
Autore: Kamala Nair
Editore: TEA
Anno: 2016
Pagine: 378
Prezzo: 11,00

Trama:
È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all'aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo. Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all'estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso, e a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta... Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l'amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi... Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee, per rivelare come sia sempre possibile spezzare le catene del passato e aprirsi con slancio a ciò che il futuro può offrire.

Recensione:
Avevo in wishlist "Una casa di petali rossi" da tanto, tantissimo tempo, e per tanto tempo, intendo anni. Non so bene cosa mi catturasse così tanto di questo libro, visto che fino a che l'ho effettivamente preso in mano, non avevo la minima idea di cosa parlasse!
Comunque, l'attesa è valsa, visto che in effetti la storia mi è piaciuta davvero molto.
Rakhee è la protagonista del romanzo, che, inizialmente adulta, racconta tutta di filato la storia della sua infanzia, dopo l'arrivo di una misteriosa lettera.
La piccola Rakhee, narra così quell'estate di tanto tempo prima, passata in India, il paese natale di sua madre, un estate in cui la ragazzina conosce parenti lontani, fa nuove esperienze, scopre abitudini e usanze così diverse dalle sue, ma la sua intelligenza la porterà a scoprire anche segreti sepolti dal tempo, che rischiano di frantumare la sua famiglia.

Rakhee mi è piaciuta moltissimo come protagonista e narratrice della storia, è una ragazzina in gamba, pur non essendo così sicura di sè (o della sua stessa famiglia), riesce a cavarsela in mezzo a persone a lei sconosciute, in un paese così lontano da casa. E' intuitiva e forte, scopre cose che non dovrebbe scoprire e riesce a risolvere quel rompicapo che è la sua famiglia, con i suoi oscuri segreti annessi.

Una casa di petali rossi è un romanzo ben costruito, con un linguaggio semplice, scorrevole, e un ambientazione ben descritta. Oltre la prima breve parte, ambientata in Minnesota, infatti, il resto della storia è ambientato in India e sebbene l'autrice non si dilunghi più del dovuto nelle descrizioni, riesce comunque a dare l'idea delle forti differenze tra India e Minnesota.
Quella raccontata, è una storia forte, ricca di sentimenti, positivi e negativi, coinvolgente e appassionante, con un pizzico di mistero che non guasta e qualche colpo di scena, che rende la narrazione più interessante. Non manca, poi, un tocco di drammaticità, perchè via via che il romanzo procede, scopriamo assieme a Rakhee che quei segreti nascosti, in un giardino segreto ed intoccabile, sono più seri e reali di quanto lei stesa creda.

Ho trovato il libro davvero ben scritto, l'autrice è stata bravissima ad intrecciare i fili della sua storia, riuscendo a caratterizzare benissimo, oltre a Rakhee, anche i suoi genitori, così come i personaggi secondari, che risultano comunque di spessore e ben descritti. 
Se volete una storia appassionante e drammatica, con un ambientazione un po' inusuale e una protagonista con cui facilmente si entra in empatia, Una casa di petali rossi, è quello che fa per voi.
Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo

27/07/18

Harry Potter The Exhibition

27.7.18 0 Comments
Buongiorno lettori, oggi nessuna recensione in programma, bensì un qualche chiacchiera e qualche consiglio, sulla mia esperienza alla Harry Potter Exhibition.

Nei giorni scorsi sono stata alla mostra di Harry Potter, appunto, che si tiene a Milano, alla Fabbrica del Vapore, aperta lo scorso 12 maggio e visitabile fino al 9 settembre (nel caso abitiate sulla luna e quindi non lo sappiate già).

I biglietti sono acquistabili sul circuito Ticketone, o direttamente sul posto, ma se volete andare sul sicuro vi consiglio di acquistarli in precedenza, in modo da avere anche la possibilità di scegliere l'orario di ingresso (ci sono ingressi ogni mezz'ora circa) e anche di evitare il week-end (mi hanno raccontato che è pienissimo e ad un certo punto c'è il rischio di venire letteralmente cacciati fuori).

Lo spazio dedicato alla mostra, non è grandissimo, ma ben fornito, certo, se siete già stati agli Studios di Londra, probabilmente avrete già visto tutto ciò che c'è, e molto di più, ma considerate che si trovano appunto a Londra, in uno spazio molto più grande e con un prezzo d'entrata molto più alto.

Per i bambini, forse non è il massimo, perchè poco “interattiva”, ma i fan della serie della Rowling come la sottoscritta, non rimarranno senza dubbio delusi.
  
Non voglio anticiparvi troppo (io mi ero spoilerata parte delle cose, spulciando tra le foto su Instagram!), ma avrete modo di vedere i vari costumi di scena utilizzati in un po' tutti i film, gli oggetti memorabili, come ad esempio la collana giratempo di Hermione, la mappa del Malandrino, la strillettera di Ron, il diario di Tom Riddle e le bacchette dei personaggi principali. Ma troverete anche oggetti più “particolari”, come la tazza con il Gramo, la chiave volante catturata da Harry nel primo film, il diadema di Cosetta Corvonero o la spada di Godric Grifondoro.

La mostra è divisa a zone, nel senso che troverete le varie “classi” dei professori come Piton, Lumacorno, la Cooman, Allock, la Umbridge...con i vari costumi e oggetti di scena dedicati. C'è poi l'angolo del Quidditch, con le varie divise, i costumi del Ballo del Ceppo o del matrimonio di Bill e Fleur, la zona “Foresta Proibita”, la Capanna di Hagrid, la parete con tutti i decreti della Umbridge o “l'angolo dolci” di Hogsmeade.

Alla fine della mostra, trovate ovviamente uno shop in cui poter acquistare il merchandise, che però, vi avverto, è piuttosto caro, anche se ben fornito. Se volete comprare, infatti, la bacchetta del vostro personaggio preferito, la tunica della vostra casata di Hogwarts, portachiavi, poster o i dolci di Mielandia, lì troverete varie cosine carine, che rischiano però, di svuotare ancora di più il vostro portafogli, vi avviso!
Quindi, per concludere, se siete dei Potterhead accaniti, e ne avete la possibilità, vi consiglio di non perdere l'occasione di curiosare da vicino tra gli oggetti di scena del mondo più magico che noi lettori abbiamo mai conosciuto. Non ve ne pentirete!
    

24/07/18

La lista delle cose che non dimenticherò mai

24.7.18 0 Comments
Titolo: La lista delle cose che non dimenticherò mai
Autore: Val Emmich
Editore: Piemme
Anno 2017
Pagine: 368
Prezzo: 18,50

Trama:
La piccola Joan ricorda tutto, ma proprio tutto. Non lo fa apposta. Ha un "disturbo della memoria autobiografica". Si ricorda qualunque giorno della sua vita... in ogni minimo dettaglio. Per esempio, quante volte sua madre ha pronunciato la frase «Non sbaglia un colpo» negli ultimi sei mesi (ventisette) o che cosa indossava quel giorno di sei anni fa in cui il nonno la portò a pescare (degli orrendi calzettoni). Ma Joan non vuole essere la bambina che ricorda tutto. Vuole essere la bambina che nessuno può dimenticare. E forse l'occasione per farsi ricordare arriva quando viene a stare a casa sua Gavin, un amico di gioventù del papà e come lui cantante e musicista. Joan lo conosce da sempre, e decide di farsi aiutare da lui nell'impresa che la renderà famosa: vincere il Concorso per nuovi cantautori indetto dalla sua scuola. Ma Gavin, purtroppo, non può aiutare nessuno: ha appena perso il suo compagno, Sydney, e con lui anche la gioia di vivere. Così, sarà Joan ad aiutare Gavin. A ricordare. I momenti che lui e Sydney hanno vissuto insieme, le piccole cose, ogni dettaglio che la bambina, negli anni, ha immagazzinato nella sua portentosa memoria. E, in cambio, forse, Gavin la aiuterà a scrivere la sua canzone... Un'amicizia sorprendente e salvifica, una bambina indimenticabile, una storia piena di commozione e calore: raccontato con dolcezza, umorismo e arguzia, l'acclamato debutto di Val Emmich, cantautore americano e attore noto per ruoli ricorrenti in serie tv come Ugly Betty e Vinyl, è capace di emozionare a ogni pagina, e regalare istanti di vera e propria magia.


Recensione:
Ho iniziato questo libro a scatola chiusa, come mi capita ogni tanto, e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa.
La storia raccontata, narrata a due voci, è quella di Joan, una bambina di dieci anni e di Gavin, un adulto.
Joan, ha una memoria formidabile, soffre di un patologia particolare per cui la sua memoria è super sviluppata, e le permette di ricordare ogni più piccolo dettaglio, da che giorno della settima fosse una determinata data, al com’era vestita una persona la prima volta che Joan l’abbia incontrata.
Gavin, invece, sta passando un periodo difficilissimo, in crisi con il lavoro a causa di un lutto che sembra insuperabile, non riesce a trovare una ragione, né la forza, per andare avanti.
I due protagonisti, apparentemente non hanno nulla in comune, ma le loro vite finiranno con l’intrecciarsi, e soprattutto con l’aiutarsi a vicenda.
Joan è una bambina caparbia e come tutti i bambini, super memoria o no, ha la spensieratezza e la genuinità tipica della sua età che le permette di essere una narratrice deliziosa e divertente. Ciò che la caratterizza, oltre alla sua visione del mondo, resa ancor più particolare da quei dettagli, da tutti quei ricordi incassati nella sua mente brillante, è anche il suo modo puro e senza pretese del voler aiutare gli altri e in particolare suo padre, appassionatissimo di musica. La passione per la musica, è stata tramandata a Joan in maniera viscerale, tanto dallo spingerla a partecipare ad un concorso musicale, che per lei diventa un’obiettivo fondamentale.
In questo, Gavin le sarà di grande aiuto, ma viceversa la bambina saprà aiutare il ragazzo a superare il momento duro che sta passando, donandogli nuovi ricordi della persona a lui cara scomparsa, che potrebbero cambiare il futuro dello stesso Gavin, regalandogli anche speranza e nuove prospettive.
Il libro, ha un doppio punto di vista, appunto quello di Joan e quello di Gavin. La narrazione risulta ben distinta, i due punti di vista sono totalmente differenti tra loro, anche se lo ammetto, ho preferito quello di Joan, non solo perché risulta meno intriso di dolore, per certi versi, ma proprio per la simpatia e la leggerezza della bimba.
Lo stile dell’autore è semplice, scorrevole, senza fronzoli, ma corredato da qualche “disegno” di Joan.
Oltre ai due protagonisti, caratterizzati egregiamente dal punto di vista caratteriale e sentimentale, anche i genitori di Joan e il personaggio di Sydney, risultano ben costruiti.
Nonostante il tema del lutto, che aleggia per tutto il libro, la storia parla anche di amicizie, di quelle amicizie strane e particolari (com’è appunto quella tra Gavin e Joan) ma solidissime e importanti. Parla di famiglia, di musica e dell’importanza che essa può avere nella vita di una persona, e anche di una bambina. Parla di legami familiari ritrovati, di ricordi che rincuorano l’anima, di dolore ma anche - e soprattutto - nuove rinascite.

Il libro di Val Emmich, ha una storia particolare, sentimentale ed emozionante, raccontata in maniera semplice, ma non banale, una lettura sicuramente consigliata.

Valutazione:
 ♥♥♥/ e mezzo

21/07/18

In libreria questo mese

21.7.18 0 Comments
Titolo: Non è detto che mi manchi
Autrice: Bianca Marconero
Casa editrice: Newton Compton
Data d'uscita: 19 luglio 2018
Pagine: 320
Prezzo: €9,90

Trama:
Fosco è un giovane programmatore con tre grandi passioni: i videogiochi, il parkour e la sua ragazza Gaia. Per sbarcare il lunario collabora con una rivista specializzata. Dopo anni di convivenza, Gaia esige da lui un gesto maturo. Per non deluderla, Fosco pensa di candidarsi per una promozione, sebbene questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Mentre lui è alle prese con i suoi dubbi, tutta la redazione è in fermento per l’arrivo di Emilia, una modella star dei social, che collaborerà con la rivista per qualche tempo. Per Fosco la comparsa della popolarissima influencer non è altro che l’ennesima scocciatura, ma una serie di coincidenze inattese porterà i due ad avvicinarsi e a scoprire un’affinità sorprendente... Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l’unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco, superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili.
Lei è una star dei social.
Lui vive dietro uno schermo.
Potrà mai essere vero amore?

Titolo: Gli strani delitti di Steep House
Autore: M.R.C. Kasasian
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Data di uscita: 17 Luglio 2018

Trama:
Una nuova indagine richiama il detective Sidney Grice al lavoro, ma stavolta potrà contare solo sull’aiuto di March
Londra, 1884. Al civico 125 di Gower Street, che corrisponde all’indirizzo di Sidney Grice, il più famoso detective privato della città, regna la pace. Dopo le consuete chiacchiere serali, il grande investigatore e la sua pupilla March Middleton si sono ritirati nelle loro stanze, lasciando la dimora in un silenzio carico di armonia. Ma questa condizione non è destinata a durare. Qualcuno bussa freneticamente alla porta e ben presto il mistero e la morte tornano a intrufolarsi dentro casa: sta per cominciare una nuova indagine. Un’indagine che coinvolge un conte prussiano, due damigelle in difficoltà, un cinese che viene dal Galles e persino un gangster alla ricerca del vero amore. Ognuno di questi personaggi si muove tra le misteriose rovine di una casa, un tempo rinomata: Steep House. Riusciranno, una volta ancora, il detective Grice e la sua assistente March a risolvere il mistero? E quale sarà il prezzo da pagare per riportare a galla tutta la verità?

Titolo: Darkest Minds
Autore:  Alexandra Bracken
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Distopico
Data di uscita: 24 Luglio 2018

Trama:
Quando Ruby si sveglia il giorno del suo decimo compleanno, qualcosa in lei è cambiato, tanto da costringere i genitori a mandarla a Thurmond, un brutale campo di riabilitazione gestito dal governo dove sono raccolti e imprigionati i giovani come lei. Ovvero, i giovani che sono riusciti a sopravvivere alla misteriosa malattia che ha decimato la popolazione e che da allora sembrano aver acquisito poteri speciali. Ci sono i Verdi, dotati di intelligenza straordinaria; i Blu, di telecinesi; i Gialli, che controllano l’elettricità, i Rossi il fuoco e gli Arancioni, come Ruby, la mente umana. Ora Ruby ha sedici anni ed è riuscita ad evadere da quell’inferno, ma essere in fuga non è come essere liberi, e presto capirà che non può fidarsi di nessuno.

Titolo: La casa dei sogni
Autore: Trisha Ashley
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Data di uscita: 26 Luglio 2018

Trama:
Per Carey e Angel rimettere in sesto una vecchia casa potrebbe essere l’occasione per ritrovare se stessi.
Quando Carey Revell riceve in eredità la grande casa di famiglia, non è convinto che si tratti davvero di una benedizione. La casa è enorme ma in condizioni fatiscenti e, come se non bastasse, ci vivono un paio di lontani parenti che non hanno alcuna intenzione di andarsene. Ma con il cuore ancora dolorante dopo la rottura con la sua ragazza e senza uno straccio di lavoro, Carey ha bisogno di un posto dove stare. Quella vecchia casa potrebbe offrirgli l’occasione per ripartire. Deve solo trovare qualcuno che lo aiuti a riparare le vetrate nella parte più antica della casa…
Angel Arrowsmith è un’artista e ha trascorso gli ultimi dieci anni condividendo la vita, la casa e il lavoro con il suo mentore e fidanzato perfetto. Ma un giorno, all’improvviso, ha perso tutto e si è ritrovata sola e con il cuore spezzato. La situazione sarebbe stata disperata, se il suo vecchio amico Carey non le avesse proposto di aiutarlo a sistemare la casa appena ricevuta in eredità. Angel e Carey si trasferiscono pieni di speranze, ma la vecchia dimora custodisce dei segreti. Tutti i loro tentativi sono forse destinati a fallire? Oppure si tratta di un nuovo, inaspettato inizio?

Titolo: Nella Gabbia
Autore: Ellison Cooper
Editore: Mondadori
Genere: Thriller
Data di uscita: 24 Luglio 2018

Trama:
Washington, un quartiere residenziale deserto. La scena del crimine è piuttosto insolita… e macabra. Una cantina, un cucciolo di cane (vivo), una grande gabbia appesa al soffitto. E all'interno, una giovane ragazza morta di stenti. I due poliziotti che per primi fanno il sopralluogo vengono feriti per mezzo di un fucile azionato da un filo e il caso passa subito all'agente speciale dell'FBI Sayer Altair, che, dopo la morte in servizio del fidanzato, si è buttata anima e corpo sul lavoro. La sua specializzazione è neurologia della violenza, in pratica sta cercando di dimostrare che il cervello dei più pericolosi serial killer presenta effettive deficienze neurologiche.
È la persona giusta per dedicarsi al caso della ragazza nella gabbia, la cui identità viene presto svelata: si tratta della figlia di un importante senatore in corsa per le presidenziali e Sayer si trova di colpo sotto i riflettori della stampa. Mentre la pressione dei media cresce, un'altra ragazza cade vittima dell'assassino.
Dai primi indizi, Sayer si rende conto che il killer è preda di una pericolosa ossessione: vuole spingere le sue vittime a un passo dalla morte per poi riportarle indietro. Più e più volte. Un esperimento terribile che sta per coinvolgere altre giovani donne e che porterà Sayer a lottare disperatamente contro il tempo e a muoversi con molta più circospezione di quanto non si sarebbe aspettata.

Titolo: La casa
Autore:  Natasha Preston
Editore: Piemme
Genere: Mystery
Data di uscita: 17 Luglio 2018

Trama:
Mackenzie non è molto entusiasta del fine settimana in montagna con i suoi amici. La casa è bellissima, la compagnia però non la convince: dopo tutto quello che è successo con Josh, non ha voglia di rimanere chiusa con lui tra quattro mura, e la presenza di suo fratello, affascinante ma non particolarmente simpatico, non migliora la situazione. Ma al risveglio dopo la prima notte tutti insieme, i peggiori film di Mackenzie sembrano soltanto fiabe per bambini: due suoi amici sono morti, uccisi in un lago di sangue in cucina, e diventa chiaro che tra di loro è nascosto un assassino.
Mentre la polizia porta avanti l'inchiesta, anche Mackenzie inizia a indagare il passato del suo gruppo di amici per scoprire cosa sia davvero successo. L'assassino è ancora libero, ognuno di loro è un sospettato. E forse nessuno è veramente innocente.