English Books on my wishlist #38



Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.

Titolo: Daughter of the Pirate King
Autore: Tricia Levenseller

Trama:
Sent on a mission to retrieve an ancient hidden map—the key to a legendary treasure trove—seventeen-year-old pirate captain Alosa deliberately allows herself to be captured by her enemies, giving her the perfect opportunity to search their ship.


More than a match for the ruthless pirate crew, Alosa has only one thing standing between her and the map: her captor, the unexpectedly clever and unfairly attractive first mate, Riden. But not to worry, for Alosa has a few tricks up her sleeve, and no lone pirate can stop the Daughter of the Pirate King.



Titolo: Good Morning Midnight
Autore: Lily Brooks-Dalton

Trama:
Augustine, a brilliant, aging astronomer, is consumed by the stars. For years he has lived in remote outposts, studying the sky for evidence of how the universe began. At his latest posting, in a research center in the Arctic, news of a catastrophic event arrives. The scientists are forced to evacuate, but Augustine stubbornly refuses to abandon his work. Shortly after the others have gone, Augustine discovers a mysterious child, Iris, and realizes the airwaves have gone silent. They are alone.


At the same time, Mission Specialist Sullivan is aboard the Aether on its return flight from Jupiter. The astronauts are the first human beings to delve this deep into space, and Sully has made peace with the sacrifices required of her: a daughter left behind, a marriage ended. So far the journey has been a success, but when Mission Control falls inexplicably silent, Sully and her crew mates are forced to wonder if they will ever get home.



As Augustine and Sully each face an uncertain future against forbidding yet beautiful landscapes, their stories gradually intertwine in a profound and unexpected conclusion. In crystalline prose, Good Morning, Midnight poses the most important questions: What endures at the end of the world? How do we make sense of our lives?




Schegge d'autore #27


Schegge d'autore, è la rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere.
Titolo: American History 1
Autore: JD Hurt
Serie: Dark Necessities Series #3
Data di uscita: 30/06/2017
Pagine: 330
Prezzo: 2,99 (ebook)
Link d'acquisto: Amazon


Trama:     
Sono stato un violento, un picchiatore, un adolescente perso. Poi lei è entrata nella mia vita come un bel sogno, come un incanto e mi ha cambiato. Marcia per me è stato questo: rinascita in un'esistenza sbagliata.
Io sono Ryan Carroll e questa è la mia storia americana.
Sono un violento, un delinquente, un uomo perduto. Lei è entrata nella mia vita come un incubo, pronta a riportare a galla demoni antichi seppelliti sotto strati di fango. Marcia è questo per me: morte, distruzione, qualcosa che devo estirpare se voglio stare al sicuro.

Io sono Stephan Carroll e questa è la mia storia americana.
Sono una bugiarda, una vigliacca; un passato che non ho mai accettato mi ha cambiata per sempre. I fratelli Carroll mi hanno cambiata per sempre. Seppure uno di loro è affetto, tenerezza, l'altro è solo morte, disperazione, buio.

Io sono Marcia Horowitz e questa è la mia storia americana.
Ryan, Stephan, Marcia: quando l'amore diventa oscurità.

Nota dell'autrice: American History 1 è il primo capitolo di una duologia dark dedicata alla storia di Marcia. L'American History fa parte della Dark Necessities Series (per una maggiore comprensione del testo è necessario aver letto almeno Stolen 1).

L'autrice:     
JD Hurt é l'alter ego di Elena. Ogni tanto si diletta a scrivere dark romance e poesie; è laureata in giurisprudenza ma fa tutt'altro nella vita. Ama il rock in tutte le sue sfumature, adora il cinema indipendente e gli scrittori maledetti. American History 1 è il primo volume dell'omonima duologia che fa parte della Dark Necessities Series. Oltre la Dark Necessities Series composta da Stolen 1 e Stolen 2 ha pubblicato la Mafia Men Series e il thriller Oltre Il Bene.

Schegge d'autore #26


Schegge d'autore, è la rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere.
Titolo: Cassia
Autore: Giovanna Roma
Serie: Deceptive Hunters #3
Self-pubblishing
Genere:  Dark romance
Data di uscita: 16 maggio 2017
ISBN:  1546475230
PREZZO: € 2,99
PAGINE:  354

Trama:
Non posso tornare indietro, né procedere con la mia vita.

Sono stata classificata inadatta a vivere nella società. Rinchiusa come un animale.
E questo ha attirato la loro attenzione.
Stanno venendo a prendermi.
Uno dei due vuole quello che nascondo nella testa. Vuole scagliarmi contro la sua preda.
L'altro vuole togliermi di mezzo per sempre.
Entrambi mi spingono verso il precipizio e io sono costretta all'impensabile.
La loro offerta non ha affatto il gusto di un'offerta.
Uscirne è impossibile.
Divengo parte di un piano già in atto.
Divengo l'ultima creatura nella quale pensavo di tramutarmi pe
r continuare a vivere.
Divengo una cacciatrice.

OPERE PRECEDENTI: 
La mia vendetta con te (dark romance);
Il Siberiano (dark romance);
Il patto del marchese (regency)
Adam (Deceptive Hunters Series 1 dark romance);
Razov (Deceptive Hunters Series 2 dark romance);


LINK DI ACQUISTO: 

L'autrice:     Nata e cresciuta in Italia, ha viaggiato sin da bambina. I generi che legge spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non la convince, concede sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. E'  autrice dei romanzi "La mia vendetta con te, il suo sequel "Il Siberiano", lo storico "Il patto del marchese" e la serie dark "Deceptive Hunters".

Contatti:
TWITTER: @_GiovannaRoma_

Traveller

Titolo: Traveller
Autore: Alexandra Bracken
Editore: Sperling & Kupfer
Anno: 2017
Pagine: 384
Prezzo: 18,90

Trama:
Etta Spencer non sapeva di essere una "viaggiatrice" fino al giorno in cui si è ritrovata a chilometri e secoli di distanza da casa sua. Ora, di nuovo sola, in un luogo e in un tempo a lei sconosciuti, derubata dell'unico oggetto in grado di proteggere la linea temporale e salvare sua madre, e lontana da Nicholas, il ragazzo che ama, deve fare i conti con una rivelazione tanto scioccante da mettere in discussione quello per cui lei ha combattuto fino ad ora, e cambiare per sempre il suo futuro. Un futuro che Nicholas è pronto a tutto pur di salvare. Devastato dalla scomparsa di Etta, sta infatti cercando disperatamente di rintracciarla, per aiutarla a risolvere insieme questo disastro, come era destino. Ma, mentre Etta e Nicholas continuano a cercarsi ai confini del tempo e del mondo, e i viaggiatori sono impegnati in una spietata battaglia per il potere, la posta in gioco si alza. Perché esiste qualcosa di ben più potente dell'astrolabio che tutti vorrebbero. Un potere antico e pericoloso che minaccia di sradicare del tutto la linea temporale...


Recensione:
Come sapete, su questa serie avevo aspettative non alte, altissime, ma il primo libro non mi aveva fatto impazzire (trovate la recensione qui).
Riponevo in Traveller la grande speranza che potesse essere migliore del primo libro, risollevando così una duologia che aveva tutte le premesse per essere una storia favolosa.
Per certi versi, questo libro è stato migliore nel primo, per esempio, ho apprezzato maggiormente i due protagonisti.
In Passenger avevo trovato il loro amore troppo troppo frettoloso, e anche troppo presente, nel senso che l'autrice sembrava essersi concentrata quasi unicamente su quello, dimenticando che l'argomento principale dovevano essere i viaggi nel tempo, e che in teoria, i suoi protagonisti, di tempo per confidarsi, parlare, dichiararsi...non ne avessero poi così tanto.
In questo libro invece, essendo loro due separati, cosa che in un qualsiasi altro romanzo probabilmente avrei detestato, ma che qui ho trovato positivo, mi ha fatto apprezzare maggiormente i due caratteri dei personaggi. Etta, ancora con qualche atteggiamento di superiorità, l'ho trovata comunque più simpatica e determinata, mentre Nicholas, che tutto sommato non mi era dispiaciuto quanto Etta nel primo libro, ha saputo valorizzarsi meglio, e non mi è dispiaciuto nemmeno l'approfondimento del suo rapporto con Sophie.
Oltretutto la parte romance, in generale, non mi è piaciuta, perchè non ho avvertito praticamente nulla. L'autrice ha creato questo amore tra Etta e Nicholas in modo troppo repentino, e non so, personalmente ho faticato ad avvertire dei veri sentimenti o emozioni tra loro.
Sebbene abbia apprezzato maggiormente determinate cose in questo libro, la questione "viaggi nel tempo", non mi è comunque piaciuta. Un po' difficile da comprendere, se non si è assolutamente concentrati, e spiegata un po' troppo superficialmente nel primo libro, anche qui non è stata affrontata nella maniera più curata possibile.
Avevo adorato la serie della Gier, Red, che narra dei viaggi nel tempo, proprio per l'accuratezza con cui l'autrice spediva i suoi protagonisti a viaggiare: abiti, trucco e parrucco, comportamenti da tenere, nozioni di storia da sapere...tutte cose fondamentali per viaggiar nel tempo senza dare nell'occhio e confondendosi con le persone e i luoghi dell'epoca e della città visitate. Tutte cose che qui mancano, e che avrei preferito l'autrice approfondisse.
Anche le città visitate, sono tante: New York, Cartagine, Pietrogrado, San Francisco, e ancora Londra, Damasco e altre nel primo libro, se ci fosse stato un buon lavoro descrittivo, come piace a me, con l'ambiente raccontato in modo minuzioso, particolareggiato, in modo da far viaggiar con gli occhi i lettori, questa serie avrebbe senza dubbio avuto tutto un altro valore.

Insomma, le premesse per una storia con i fiocchi c'erano tutte, viaggi nel tempo, tante destinazione da scoprire, una corsa contro il tempo, un amore proibito, peccato che le premesse, siano rimaste tali, senza essere sviluppate completamente.

Valutazione:
♥♥/ e mezzo

Schegge d'autore #25


Schegge d'autore, è la rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere.
Trama:
È passato qualche mese da Natale e Claire è tornata al suo lavoro di profiler ma, per quanto si sforzi di riportare la sua vita alla normalità, sa di essere legata a Kristy da uno strano legame. La stessa Kristy la chiama tutte le settimane, senza mai mancare, ma Claire non ha il tempo né la volontà di soffermarsi sulla natura di quella connessione, perché ha per le mani due casi interessanti. 
Ad aiutarla nello svolgimento di questo compito, oltre a Matt e a Ray, anche David, un nuovo arrivato a cui Claire dovrà insegnare i trucchi del mestiere. Impegnata nel lavoro Claire sembra aver ritrovato il suo equilibrio ma Kristy è decisa a cambiare di nuovo le carte in tavola. 
Un killer inarrestabile.Un profiler professionista. Un legame impossibile da spiegare.

Link d'acquisto:
UniLibro
LibriCo
La Feltrinelli
Amazon
Mondadori Store


Trama:
Brian Walsh è un famoso giornalista di cronaca nera. Lui ha fiuto per le notizie, e la notizia che gli è capitata tra le mani è davvero succulenta. Qualcuno però non vuole che si indaghi, che si scavi alla ricerca della verità, così Brian viene ucciso. Altri però sanno e minacciano di rivelare ogni cosa, solo il detective Ethan Blake e Joe possono sbrigliare la matassa di intrighi e scoprire chi si nasconde nell’oscurità, prima che non vi sia più nessuno che possa parlare.

Link d'acquisto:
UniLibro
IBS
LibriCo
La Feltrinelli
Libreriauniversitaria
Libraccio

L'autrice:    
Lorena Tessaro, nata in Friuli nel 1986, da anni lavora come programmatrice per un’azienda udinese. Insaziabile lettrice, per un periodo ha collaborato con due blog per la recensione di libri; ma è la scrittura, da sempre, la sua grande e unica passione.
Sito personale: http://www.dreaminds.altervista.org/

Riverdale | The 100 | The Flash | Arrow | Young&Hungry

RIVERDALE
(stagione 1)
Ho iniziato questa serie tv quasi per caso, durante le vacanze pasquali, l'avevo sentito nominare, ma non avevo letto più di tanto sull'argomento, da una lettura veloce alla trama, però, sembrava interessante, così ho deciso di dargli una possibilità.
Qualche volto noto, ma per lo più sconosciuti, per me, gli attori che popolano Riverdale, questa cittadina di provincia, famosa per la produzione dello sciroppo d'acero, in cui famiglie più agiate e famiglie più problematiche vivono fianco a fianco, non nascondendo i propri dissapori e il proprio sdegno.
La serie tv inizia proprio con la sparizione del figlio di uno dei magnati di Riverdale, i Blossom, e puntata dopo puntata gli indizi ci porteranno a scoprire cosa è successo davvero a Jason.

Vi ricordate Zack e Cody sul ponte di comando? Ecco Cole Sprouse,  fa qui da narratore, è un ragazzo solitario, misterioso ed emarginato, almeno inizialmente, un tipo strano, come lui stesso ammette, e con una situazione familiare piuttosto complicata. Lui, è quello che ho apprezzato di più, per quanto riguarda la recitazione, perchè gli altri ragazzi, i giovani, lasciano un pochino a desiderare, ma considerando che alcuni di loro avevano ben poca esperienza alle spalle, la cosa ci può anche stare.
A popolare Riverdale, ci sono dei ragazzi piuttosto stereotipati, ma con qualche "novità", per così dire.
Abbiamo per esempio Betty, la classica brava ragazza, prima della classe e perfettina, che però risulta essere la più determinata nel portare avanti le indagini sulla morte di Jason. Veronica, che da ex reginetta della scuola, a causa dei problemi economici della famiglia, cerca di rifarsi una nuova vita, tentando di essere più simpatica e gentile con il prossimo. Archie atletico e famoso, che vuole portare avanti però la sua passione per la musica, anche se nessuno sembra crederlo portato e infine Cheryl, sorella di Jason, ragazza ricca e viziata, che passa dall'essere una serpe, al mostrare di avere un minimo di coscienza. In particolare, il personaggio di Cheryl, non l'ho compreso, voglio dire, una come lei c'è sempre nelle serie tv/film, ma i suoi comportamenti risultano spesso incomprensibili, non si sa se finge di essere talmente crudele e antipatica, o è proprio così di natura! Diciamo che la bellezza dell'attrice, compensa in qualche modo le mancanze del suo personaggio, e delle sue doti recitative!
Riverdale ha atmosfereparticolari, una tavola calda aperta 24/24, a scuola vengono organizzate feste e festival, hanno un cinema all'aperto e in generale, i toni sono piuttosto scuri e tetri. 
I ragazzi, si improvvisano detective, probabilmente seguendo le orme delle Liars (mi riferisco a Pretty Little Liars), ma in modo  un po' più consapevole e intelligente, e i segreti dei genitori (che non sono pochi), non fanno che infittire ancora di più la storia.
Sul "grande mistero" di Jason, arrivata all'ultima puntata, mi aspettavo decisamente qualche sorpresa in più, ma per come è finito l'episodio, sono anche curiosa di scoprire che strada prenderà la serie, nella seconda stagione.

Valutazione:
♥♥♥

THE 100
(stagione 4)
Questa stagione mi è decisamente piaciuta, dopo una seconda e una terza stagione di alti e bassi, posso affermare che con questa quarta stagione, per me The 100 ha ripreso un po' il ritmo della prima.
Sia chiaro, anche in questi dieci episodi ci sono state delle cose che non ho gradito particolarmente, ma ho trovato gli episodi più interessanti, e in generale la storyline della stagione più dinamica e movimentata.
Clarke, che all'inizio mi piaceva molto come personaggio, e come leader, ha ormai fatto il suo tempo, nel senso che di decisione sbagliate, qui ne ha prese davvero troppe, si è salvata con l'ultimo episodio, ecco, dove almeno qualcosa di buono l'ha fatto.
La tanta sospirata ship Clarke/Bellarke, ci ha dato davvero poche gioie, come al solito, ma The 100 è forse una delle poche serie in cui personalmente, non shippo nessuno coppia, quindi a me va benissimo così, preferisco che si concentrino su altri argomenti della storia! xD
Mi sono piaciute particolarmente soprattutto le ultime due puntate, le più toccanti, e ho apprezzato anche i riferimenti ad Hunger Games (tipo l'episodio-arena con Octavia come tributo!).
Mi è dispiaciuto vedere il personaggio di Raven venire messo un po' da parte, rispetto alle altre stagioni, anche se alla fin fine rimane lei la mente geniale, e mi è dispiaciuto ancor di più per Jasper, che era un personaggio che apprezzavo, e sotto sotto speravo che prima  poi tornasse quello simpatico e sarcastico dei primi episodi.
Il personaggio di Murphy, invece l'ho rivalutato molto ultimamente, ad inizio serie tv era odioso come pochi, ma ha saputo riscattarsi in queste ultime stagioni (continuo a detestare la sua ragazza, però!).
Nell'ultimissima puntata, avrei preferito che ci si concentrasse di più anche sulla situazione nel bunker, ma immagino che scopriremo cosa è successo nella quinta stagione, anche se dover aspettare il prossimo anno, sarà una tortura!

Valutazione:
♥♥♥♥

THE FLASH
(stagione 3)
Questa terza stagione di The Flash, mi è piaciuta molto, dopo due stagioni per me piene di alti e bassi, questi nuovi episodi hanno saputo coinvolgermi e catturarmi di più.
Ho trovato più interessante le dinamiche delle nuove puntate, anche se, una sola cosa è certa di questa serie tv: Barry non ha ancora capito che alterare la linea temporale comporta sempre un gran macello, e probabilmente mai lo capirà!
E mai come in questa stagione, i suoi viaggetti nel tempo hanno causato parecchi problemi e confusione, anche se la sua squadra è forte, e ancora una volta la scampa per un pelo.
Il personaggio di Iris, se devo essere sincera, inizia a starmi un po' sulle scatole, la trovo un tantino inutile e soprattutto noiosa, e quasi quasi, per lei avrei preferito un finale diverso! Non aggiungo altro per non spoilerare troppo, ma un Hr così simpatico, lo preferivo senza dubbio a lei!
Mi è piaciuto moltissimo l'episodio musicale con Supergirl, e in generale i cross-over con Arrow sono sempre di mio gradimento, speriamo ce ne siano di più nella prossima stagione!

Valutazione:
♥♥♥♥

ARROW
(stagione 5)
Anche Arrow, come per The Flash, è per me sinonimo di alti e bassi, con una storia di base molto interessante, in cui però puntate più belle e dinamiche, si alternano ad altre completamente piatte e noiose.
Questa quinta stagione, tutto sommato mi è piaciuta maggiormente rispetto la precedente, sarà per il nuovo team, che ha dato una ventata di freschezza alla storia, sofferente dopo l'uscita di scena di qualche personaggio storico.
Ecco, il ruolo di Thea, non mi è piaciuto più di tanto in queste puntate, nel senso che secondo me poteva essere sfruttato meglio, mentre il villain della stagione, cattivissimo ma geniale, ha fatto sì che Oliver scavasse ancora più nel profondo della sua anima e delle motivazione che l'hanno spinto a munirsi di arco e frecce e diventare Arrow.
L'episodio finale, mi è piaciuto tantissimo, e fa un po' da chiusura del cerchio, visto dove, e come si svolge.
Una cosa che ho smesso di apprezzare da un po' nella serie, sono i flashback, che nella prima-seconda stagione erano interessantissimi, ma dopo un po' hanno iniziato ad annoiarmi, e sebbene siano stati essenziali, per portarci a vedere come Oliver torni a casa dopo cinque anni, spero che nella prossima stagione non ci siano più! Ormai li trovo un po' inutili, e fatico anche a seguirne la storia dal punto di vista temporale, quindi preferirei che si concentrassero maggiormente sull'Oliver Queen del presente... soprattutto per come è terminato l'ultimo episodio.
Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo

YOUNG&HUNGRY
(stagione 5) 
Sempre carina questa serie, nonostante, dopo cinque stagioni, sostanzialmente la storia continui a ripetersi, con una Gabbie ed un Josh, che non cambiano mai! Nè cambiano i sentimenti che provano l'uno per l'altro, anche se ancora non hanno trovato un modo per stare insieme.
Secondo me dovrebbero creare delle nuove dinamiche, delle nuove situazioni, perchè a lungo andare la ripetitività, annoia, ma sono tanto bravi e simpatici i personaggi della serie, che lo guardo sempre con piacere.
La trovo una serie divertente, e assolutamente consigliata, soprattutto perchè, oltre ai protagonisti, vado matta per Sophia, Yolanda ed Elliot, che a mio parere, sono spesso più esilaranti dei due protagonisti.
Sempre apprezzati, poi, i camei di attori famosi, e dopo Keegan Allen, Ashley Tisdale  e Kylie Minogue, in questa stagione abbiamo addirittura la mitica Betty White, che compare in ben due episodi, ed è divertente come pochi!

Valutazione:
♥♥♥♥

5 cose che #28 : 5 serie tv interrotte che ho amato

Rubrica ideata da Twin Books Lovers (a cui potete aderire qui) in cui, ogni settimana, in base ad un tema prescelto, si stila una lista di cinque cose.

Tra le serie interrotte, che ho amato, ci sono: Life Unexpected, chiuso alla seconda stagione, che consiglio a tutti perchè io l'ho trovato molto, molto carino. Ringer, che ha avuto una sola stagione, con la bravissima Sarah Michelle Gellar, che ricopre il doppio ruolo, interpretando due gemelle. Come serie, in realtà, non mi aveva fatto impazzire, ma adoro Sarah, è un delle mie attrici preferite, perciò avrei voluto che ci fosse almeno una seconda stagione, per dare una conclusione migliore alla storia.
Under the dome, tra queste è la serie più lunga, ma a me è sempre piaciuto molto, quindi se fosse continuato ancora un po', non sarebbe stato male! Anche perchè il finale non era stato il massimo.
The Secret Circle e Dads, entrambi conclusi dopo una sola stagione, meritavano  di più. The Secret Circle, vede ancora Britt Robertson nel ruolo di protagonista, mentre in Dads, divertentissima comedy, c'è Seth Green, altro attore che adoro (era l'Oz in Buffy).

Anteprima: Questo canto selvaggio

Mi è sfuggito, nel post di qualche giorno fa, di segnalarvi di questa nuova e interessantissima uscita, che è "Quest canto selvaggio", traduzione di "This Savage Song", di Victoria Schwab, che uscirà edito da Giunti, il prossimo 14 giugno.
Non so voi, ma a me ispira tantissimo!

Titolo: Questo canto selvaggio
Autore: Victoria Schwab
Editore: Giunti 
Collana: Y
Serie: Monsters of Verity #1
Data di uscita: 14 Giugno 2017
Prezzo: 18,00

Trama:
Per anni Verity City è stata teatro di crimini e attentati, finché ogni episodio di violenza ha cominciato a generare mostri, creature d'ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducente catturano e divorano l'anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Ora la città è attraversata da un muro che separa due mondi inconciliabili e difende una fragile tregua: al Nord lo spietato Callum Harker offre ai ricchi protezione in cambio di denaro, mentre al Sud Henry Flynn, che ha perso la famiglia nella guerra civile, si è messo a capo di un corpo di volontari pronti a dare la vita pur di difendere i concittadini e ha accolto come figli tre Sunai. In caso di guerra la leva più efficace per trattare con Harker sarebbe la figlia. Così August, il più giovane Sunai, si iscrive in incognito alla stessa accademia di Kate per tenerla sotto controllo. Ma lei, irrequieta, implacabile e decisa a tutto pur di dimostrare al padre di essere sua degna erede, non è un'ingenua...

Che ne pensate?
Vi attira?

Schegge d'autore #24


Schegge d'autore, è la rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere.
Titolo: Dreamwalker: La ragazza che camminava nei sogni
Autore: Mariachiara cabrini
Editore: Pub.me
Data di uscita: 30 aprile 2017
Prezzo ebook: 2,99
Prezzo cartaceo: 14,00
Prezzo store pub.me: 9,00

Trama:     
Diana ha perso cinque anni della sua vita. Vorrebbe che non fosse accaduto, ma non può cambiare il passato, né cancellare le cicatrici che le ha lasciato. Può solo ricominciare da capo. Costruirsi una nuova identità, trovare nuovi amici, un nuovo scopo, e nascondere a tutti il suo segreto.  Nessuno potrebbe mai immaginare che dietro i suoi abiti sempre coordinati, la sua quieta determinazione nello studio e l’abilità di creare dolci squisiti, si celi una paura che stenta a tenere a bada. Nemmeno Sebastiano, l’assistente del corso di giapponese che Diana ha iniziato da poco a seguire.
Quando la guarda, lui vede solo una ragazza attraente, con gli occhi grigi più belli che abbia mai visto, ma quando lei lo guarda vede ciò che sta cercando disperatamente di lasciarsi alle spalle. Vede un incubo che le impedisce di dormire, un dolore che l’ha cambiata per sempre e che non vuole mai più provare. Amare è un rischio che non vuole correre di nuovo, ma la scelta non è unicamente nelle sue mani, e osare potrebbe permetterle di raggiungere un traguardo che non aveva mai neppure osato sognare.

Link per l'acquisto online:

Per saperne di più su trama e personaggi qui .

Acquistabile sia in versione digitale che cartacea su tutti i siti di vendita libri online, come Amazon, IBS, Kobo, Ibooks, La Feltrinelli ecc....
Prenotabile cartaceo anche nelle librerie della vostra città.

L'autrice:     
Mariachiara Cabrini è nata a Mantova nel 1982. Lettrice accanita fin da piccolissima, non ha mai vacillato nel suo amore verso i libri e, durante gli anni del liceo, ha iniziato anche a dedicarsi alla scrittura, cercando di dare sfogo alla sua fervida fantasia. Laureata in Storia dell’arte, dopo essere riuscita a trovare il coraggio di pubblicare il suo primo romanzo, Imprinting love, la cui prima stesura risale a quando aveva diciott’anni, ha trovato la spinta giusta per continuare a scrivere. Ormai da cinque anni gestisce il blog “L’arte dello scrivere… forse” con il nick name di Weirde ed è piuttosto conosciuta sulla rete, grazie alle sue recensioni di libri letti in lingua originale e non ancora pubblicati in italiano, e alle sue campagne mediatiche per portare in Italia i libri degli autori che più ama. Tra i generi letterari predilige il fantasy, l’urban fantasy, il giallo storico, il romance storico, il paranormal, lo steampunk e lo sci-fi. Il suo mito è Jane Austen, mentre tra le scrittrici contemporanee i suoi pilastri sono Mary Balogh e Lois McMaster Bujold. Adora le trame anticonvenzionali, i vampiri e i romanzi con eroine non bellissime, ma sorprendentemente in gamba. Odia gli zombie.

Blog: http://weirdesplinder.tumblr.com/

5 cose che #27 : 5 creature fantastiche preferite


Rubrica ideata da Twin Books Lovers (a cui potete aderire qui) in cui, ogni settimana, in base ad un tema prescelto, si stila una lista di cinque cose.

SNASO
Ammetto che prima di vedere il film, non ricordavo lo Snaso come creatura, perchè sono passati parecchi anni da quando ho letto la prima edizione di Animali Fantastici e dove trovarli, ma grazie al film, me ne sono innamorata!
E' troppo tenero, e fa morire dal ridere la sua voglia matta di catturare qualsiasi cosa luccichi e brilli, è davvero carinissimo!


DRAGHI
Non ho letto moltissimi libri con i draghi (il mio preferito però, è la serie Farelight), però sono delle creature che mi attirano parecchio, quindi se avete qualche libro/serie da consigliarmi sull'argomento, fatemi sapere :)


IPPOGRIFO
Immagino di non essere l'unica ad aver "sofferto" pensando alla brutta sorte che sarebbe potuta capitare a Fierobecco, di Harry Potter, se il nostro magico trio non l'avesse salvato.
Gli ippogrifo non sono creature propriamente amichevoli, e forse questa è proprio la cosa che mi piace di loro, perchè creano un legame solo con persone di cui si fidano, ma una volta creato questo legame, son creature molto fedeli.


SIRENE
Anche per quanto riguarda le sirene, come per i draghi, se avete libri da suggerirmi, ogni consiglio è ben accetto! Per ora ho letto solamente un paio di libri con le sirene per protagoniste, ma mi piacciono molto come creature fantastiche, anche perchè è meraviglioso provare a "vedere" con i loro occhi tutto il fondale marino e i misteri che il mare racchiude in sè.


LICANTROPI
Ebbene si, i lupi mannari sono tra le mie creature fantastiche preferite per eccellenza! Non a caso, tra le mie serie tv preferite c'è Teen Wolf, in Buffy adoravo il personaggio di Oz e in Twilight ho sempre fatto il tifo per Jacob!
Più lupi mannari per tutti xD

E le vostre creature preferite, quali sono?