Fandom

The Power of a fangirl #11 - Subscription Boxes!

29.6.16


Dopo quasi un anno, riesumo questa rubrica, per parlarvi di qualcosa relativo al mondo di noi fangirl/fanboy, e avidi lettori!

Qualche mese fa, mi ero imbattuta in questo post, del blog Raggy, che mi ha dato modo di conoscere altri siti, a parte Owl Create che già conoscevo, del genere.
Ovvero, per chi non sa di cosa sto parlando, ma è un accanito lettore/fan/amante dei gadget, attualmente vanno molto di moda (ne spuntano di nuovi ogni giorno) queste "americanate" per cui ci può iscrivere a questi siti, per un mese, o più, e si ricevono a casa queste scatole ghiottissime (e costosette direi), che contengono dai libri, ai gadteg, segnalibri, magliette...
Ogni sito propone offerte e oggetti diversi, anche se alla fine le cose sono più o meno le stesse, ma sono perfette per noi lettori/nerd/fangirl...insomma, io le vorrei tutte!
Purtroppo sono un tantino costose, senza contare le esorbitanti spese di spedizione, ma prima o poi vorrei provare ad ordinare qualcosa, anche perchè su Instagram, continuo a scoprire nuovi siti del genere, e quindi sono sempre più invidiosaaaa!

Qui sotto, ve ne mostro alcuni, ma sappiate che in giro si trovano molti altri siti del genere, vi lascio anche qualche succulenta foto /tutte trovate sul web), giusto per farvi venire ancora più voglia di queste magiche scatole!

Fairyloot è probabilmente uno di quelli che bramo maggiormente.
Ogni mese, propongono un tema diverso (per il mese di luglio, per esempio, il tema è Pirates&Power), e le scatole contengono sempre almeno un libro, e  5/6 gadget vari (funko pop, collane, segnalibri, card...)
Questo, viene spedito dal Regno Unito, e il costo è di £26, più £8.82 di spese di spedizione.
Qui sotto due video d'esempio:

Fandom of the month invece, contiene 3/4 gioielli, a tema fandom, quindi collane, braccialetti, orecchini... il costo è di 13$ (più $11.50 per la spedizione qui in Italia).

Owl Create è probabilmente il più famoso, o comunque il primo che ho scovato io, attraverso Instagram, e numerosissime foto che mi hanno portata ad informarmi su cosa fosse questa misteriosa scatola. Anche questi box, hanno un tema diverso ogni mese, e contengono sempre un libro, più 4/5 gadget: card, segnalibri, funko pop, adesivi... qui potete vedere delle foto d'esempio.
Il costo è di $29.99 più le spese di spedizione (che vengono circa $20.00...quasi più della scatola ç_ç).


The Book(ish) Box include una maglietta (molto, molto, mooooolto carina), e dai 3 ai 5 oggetti, anch'essi particolarissimi e originali.
Il prezzo è di $ 29.99 più ovviamente le spese di spedizione.

Once Upon Bookcase invece, contiene una cover per il cellulare legata a un libro, più altri 3/4 oggetti relativi al libro del mese. Per un mese, il costo è di $26.00, più le spese di spedizione (che per l'Italia sono circa $14.00).

The Best Damn Box contiene un libro, più altri oggetti misteriosi, perfetti per noi booklovers, e costa $39.99

Expecto Booktronum Box è il sito che ho scoperto più di recente, e ad attirarmi è stato proprio il disegno sulla scatola, che già da sola mi ispira xD
Costa $20.00, ma a quanto pare, al momento, viene spedito solo all'America. Nella scatola c'è un libro di genere Young Adult, ed un segnalibro esclusivo, disegnato apposta per queste scatole.
 Sono sicura che molti di voi avranno gli occhi a cuoricino come me in questo momento, ma che ne pensate, vi ispirano? Quale vorreste?
Li conoscevate già, o ne conoscete altri?
Fatemi sapere, che io me li segno tutti, poi quando riuscirò a prenotarne uno non si sa, ma sognare non costa nulla! xD

recen

Recensione The 100 (libro)

25.6.16

Titolo: The 100
Autore: Kass Morgan
Editore: Rizzoli
Anno: 2016
Pagine: 338
Prezzo: 16,90

Trama:

Era iniziato il conto alla rovescia. Bellamy aveva un solo pensiero: salire sulla navicella in partenza per la terra. Glass sapeva di non poter resistere. Doveva fuggire da lì e subito. Wells si voltò a guardare la ragazza che amava. Chissà se lo avrebbe mai perdonato.


Sono secoli che gli uomini vivono nello spazio senza tornare sulla Terra. In seguito a una devastante guerra atomica i sopravvissuti si sono imbarcati su tre navi spaziali e i loro discendenti sono ancora chiusi lì dentro. Tuttavia pare giunto il momento di andare in ricognizione. A essere spediti sulla Terra per capire se sia di nuovo vivibile sono in cento: ragazzi considerati delinquenti dal regime poliziesco che vige sotto la guida del Cancelliere. Alle prese con una natura magnifica e selvaggia e tormentati dai segreti che si annidano nel loro passato, i 100 sulla Terra devono lottare per sopravvivere. Non sono eroi, ma potrebbero essere l'unica speranza rimasta al genere umano.


Mi è difficile, parlarvi di questo libro, senza tirare in ballo il telefilm, quindi vi avviso, potrebbe esserci qualche piccolo spoiler.
Detto questo, ammetto che ho ho deciso di leggere questo libro, solamente perchè seguo la serie tv, che mi piace moltissimo tra l'altro, altrimenti, credo che l'avrei snobbato.
In realtà, si nota fin da subito, quanto libro, e telefilm, siano diversi, a partire dai personaggi.
Ci sono tantissimi, anzi quasi tutti, personaggi che nella serie tv non sono presenti, e viceversa, qui, non abbiamo Murphy, Finn o Jasper. Almeno, per il momento non compaiono, poi non si sa, visto che sostanzialmente questo primo libro della serie, rappresenta solo la prima puntata della serie tv.
Le voci da cui scopriamo la storia, sono quattro: Clarke, Bellamy, Wells e Gloss, e anche qui, la differenza con la serie è nettissima, perchè là non esiste nessuna Gloss (e quindi nemmeno la storia in cui è coinvolta), e Wells, beh...vi basti pensare che ci ho messo parecchio per ricordare che faccia avesse nella serie, visto che sparisce quasi subito.
Ho trovato i personaggi creati dall'autrice, senza spessore, tutti uguali. Sai per quanto riguarda la parte caratteriale, che nelle descrizioni fisiche, pressochè assenti, cosa che mi ha infastidita parecchio, perchè non riuscire ad immaginarmi il personaggio che ho davanti, non riesce mai a farmi coinvolgere nella storia, come quando mi faccio un'idea ben precisa dei personaggi di cui si parla.
Ho apprezzato come l'autrice descrive la struttura dell'arca, le viarie sezioni, le regole a cui gli abitanti vengono sottoposti eccetera, perchè nel telefilm non se ne parla più di tanto, ma anche qui, pochi dettagli su come sia fatta esteticamente l'arca in sè, quindi se non avessi avuto ben in mente l'immagine della serie tv, non sarei proprio riuscita ad immaginarmela.
Mi sarei aspettata maggiore suspance ed adrenalina, da questo libro, perchè l'idea di partenza, è davvero ottima, ma il problema, è che nel libro, non succede praticamente niente.
Dopo la spedizione dei 100, e il loro arrivo sulla terra, non accade nulla di importante, le pagine si trascinano senza che accada qualche cosa di interessante, entusiasmante o imprevista, almeno fino all'ultimo capitolo.
Avrei preferito che l'autrice si dilungasse di meno in questioni inutili, e creasse vicende con più azione, e desse maggior spessore ai suoi personaggi, soprattutto quelli che danno voce ai quattro punti di vista.
La scrittura della Morgan, in sè, non è male, lo stile è scorrevole e molto schematico, perchè in ogni capitolo, c'è sempre un flashback nel passato, cosa che ci dà modo di scoprire e capire, come i ragazzi siano rimasti coinvolti nella missione dei 100, ma non basta per rendere il romanzo più interessante, purtroppo.
Senza dubbio, mille volte meglio la serie tv, diciamoci la verità, anzi, sono molto contenta che gli autori abbiano deciso di apportare le modifiche alla storia, rispetto a quella raccontata dalla Morgan, perchè con un ritmo così lento, e personaggi così insipidi, il telefilm non sarebbe andato oltre la prima stagione.
Unica cosa positiva: la cover, che mi piace un sacco!

♥♥/ e mezzo


Dal grande schermo

Adeline - L'eterna giovinezza

21.6.16

Titolo: Adeline - L'eterna giovinezza
Anno: 2015
Paese: Usa
Durata: 110 min.
Regia: Lee Toland Krieger
Cast: Blake Lively, Harrison Ford, Michiel Huisman, Amanda Crew, Kathy Baker, Ellen Burstyn

Trama:
A causa di un incidente, una giovane donna resta miracolosamente ferma all'età di 29 anni. Dopo anni di solitudine, però, incontra un uomo per cui potrebbe valere la pena perdere la propria immortalità.
Ho sempre seguito Gossip Girl, e Blake Lively è un'attrice davvero bellissima, e bravissima, nonostante il personaggio, e la serie che l'ha consacrata, non sia un capolavoro.
Sono pochi gli attori, provenienti dal mondo delle serie tv, che riescono a sfondare nel cinema, ma lei non solo sembra avercela fatta, è davvero richiestissima, e sui red carpet, è sempre al top, non sbaglia un colpo. D'altra parte, con la sua bellezza, metà del lavoro è già fatto, no?
Questo film, che ho beccato casualmente una mattina su sky, aveva una trama troppo interessante per non guardarlo, ma non credevo mi sarebbe piaciuto così tanto.                                                                                                                                                              La protagonista, è proprio Blake, che interpreta Adeline, una donna nata nel 1908, che in seguito ad un incidente, che avrebbe potuto esserle fatale, resta ferma all'età dei suoi 29 anni. Non si sa perchè, non si sa come, ma il suo corpo smette di invecchiare, così da lì, è costretta a scappare, cambiare identità, aspetto e città in continuazione, senza legarsi a nessuno, evitando ogni legame con gli altri, e soprattutto, senza raccontare nulla di sè. Questo, almeno fino a quando incontra un misterioso ragazzo, che fa riemergere qualcosa dal passato di Adeline.
Questo film, mi è piaciuto davvero tantissimo, non sono molti i film che riescono a farmi commuovere, ma questo ci è riuscito, soprattutto verso il finale, in cui sembravo una fontana xD
La storia, ricorda un po' un altro film, ovvero Il curioso caso di Bejamin Button, dove il protagonista, era sempre il tempo, che scorreva in modo diverso rispetto al normale.
Ho apprezzato molto l'interpretazione di Blake Lively, mi è piaciuto vederla in panni così diversi, rispetto alla superficiale Serena di Gossip Girl, perchè qui, Adeline, è una donna meravigliosa, ma costretta ad abbandonare tutto e tutti, per una vita di infinita solitudine, e la Lively riesce benissimo ad incarnare questa personalità romantica e fragile, ormai rassegnata al suo destino.       Harrison Ford, compare verso metà film, e il suo personaggio è fondamentale, perchè è parte di un colpo di scena davvero inaspettato, e che fondamentalmente cambia il corso delle cose per Adeline e la sua vita. La voce fuori campo, poi, che spiega il cambiamento avvenuto in Adeline, da una marcia in più al film.         Romantico e originale, delicato e commovente, gradevole ed emozionante, un film assolutamente da guardare!

♥♥♥♥/ e mezzo

    Random

    Speciale: I miei dieci autori preferiti

    20.6.16

    Buongiorno miei cari lettori, anche d voi il tempo è pazzerello in questi giorni?
    Si passa dal caldo cocente e cielo azzurrissimo, a temporali improvvisi, nuvoloni neri e un vento che sembra novembre, altro che estate...
    Mah, non si capisce più nulla! Speriamo che non sia così per tutta l'estate ç_ç
    Comunque, per oggi, ho preparato un post dedicato ai miei 10 autori preferiti. Mi dispiace di averne lasciato fuori qualcuno, inserirne solo dieci, non è stato semplice.
    E voi, ditemi, quali sono i vostri autori del cuore?

    J.K. ROWLING
    C'è poco da dire, zia Row, mi accompagna nella lettura fin dalle elementari, anzi, è colei che ufficialmente ha consacrato la mia passione per i libri, quindi, sarà sempre la mia autrice del cuore.


    LIBBA BRAY
    Capace di scrivere una trilogia ricca di magia, con ambientazioni favolose, e ricca di personaggi indimenticabili, tanto da spingermi a rileggere la suddetta trilogia tipo una volta all'anno...beh, poteva forse non essere in questa lista Libba Bray? Tra l'altro, spero vivamente che decidano di proseguire anche con il secondo volume dell'altra sua serie, edita da Corbaccio, La stella nera di New York.


    MAGGIE STIEFVATER
    Tra Shiver e La corsa delle onde, Maggie Stiefvater non poteva certo mancare dall'elenco. Per entrambi i libri, ho amato, oltre alle storie, la scrittura poetica ed ipnotica dell'autrice, e dei personaggi a cui è davvero difficilissimo non affezionarsi.


    STEPHANIE PERKINS
    Questa autrice, è riuscita a farmi leggere i suoi tre libri IN INGLESE, uno dietro l'altro, solo una maga avrebbe potuto riuscirci! Ho amato follemente le sue storie, ma soprattutto il suo stile particolarissimo, che in fondo è ciò che nei suoi libri più colpisce. Solo lei poteva stravolgere così tanto delle storie che avrebbero potuto risultare banali, ma che grazie alla sua scrittura dolce e frizzante sono dei piccoli capolavori.


    CORNELIA FUNKE
    Con Il Re dei ladri, e, soprattutto, la serie di Cuore d'inchiostro, è stata capace di farmi tornare indietro, ai libri per ragazzi, di cui ora non potrei fare a meno, perchè nonostante il target, ha creato delle storie perfette, semplici ma coinvolgenti ed emozionanti, che scaldano il cuore.


    CARLOS RUIZ ZAFON
    Se avete letto anche uno soltanto dei suoi romanzi, sicuramente questo scrittore, sarà anche nella vostra lista di preferiti, perchè c'è poco da dire, ha uno stile ineccepibile, di cui è impossibile non innamorarsi.


    JANDY NELSON
    Pur avendo letto solamente un suo romanzo (Ti darò il sole, però, è già sul mio comodino in attesa di essere letto), The Sky is everywhere, questa autrice è stata capace di creare una storia così ricca di sentimenti ed emozioni, divertente eppure profonda, capace di rimanere nel cuore del lettore per molto, moltissimo tempo.


    SUZANNE COLLINS
    Un po' come J.K Rowling, anche la Collins, non poteva assolutamente mancare perchè, si sa, Hunger Games è, assieme ad Herry Potter, la mia serie preferita, quindi no potrò mai ringraziare abbastanza questa autrice, per la folle e incredibile idea che ha fatto nascere la sua trilogia.


    ELISABETTA GNONE
    Anche la Gnone, come la Funke, ha creato delle storie talmente belle (Fairy Oak e Olga di carta), che poco importa se i suoi libri sono rivolti a lettori più giovani, sono storie così ricche, che tutti, tutti, tutti, TUTTI dovrebbero leggerle.
    I suoi libri, poi, sono perfetti, si vede che cura ogni dettaglio della storia che vuole raccontare, perchè non lascia nulla al caso: accuratezza, descrizioni dettagliatissime, personaggi speciali, storie fresche, genuine,e ricche di insegnamenti,  che fanno bene al cuore


    ALESSANDRO D'AVENIA
    Non leggo moltissimi autori italiani, purtroppo, ma se fossero tutti come lui, non ci penserei due volte!
    Ho trovato i suoi romanzi meravigliosi, che parlano al cuore dei ragazzi, come solo pochi altri libri riescono a fare, con uno studio accuratissimo nella storia e nella caratterizzazione dei suoi personaggi.

    English Book

    English Books on my wishlist #30

    18.6.16


    Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.
    Ma buongiorno miei cari!
    Rifatevi gli occhi, perchè la puntata di oggi, ha due cover belle, ma così  belle che boh, io fatico a distogliere lo sguardo e a trattenermi dell'ordinarli entrambi ora, subito!
    Mi ispirano da matti entrami, e il secondo ancora di più, e a voi, sembrano interessanti?
    Mi raccomando, votate la cover nel sondaggio sotto, perchè sono proprio curiosa di sapere quale preferite :)

    Titolo: Until we meet again
    Autore: Renee Collins

    Trama:
    Cassandra brama da sempre di vivere un'avventura ma trascorrere l'estate con la madre e il patrigno in una piccola cittadina del Massachusetts non rientrava proprio nei suoi sogni.
    Ma quando uno sconosciuto si presenta nella spiaggia privata sostenendo di venire dal 1925, Cassandra si troverà a far fronte a un intricato mistero vecchio di quasi cent'anni.

    Cercherà risposte del passato dal presente, scoprendo una verità che potrebbe mettere in pericolo la vita di Lawrence e l'amore appena sbocciato tra i due. Disperata e con la sola idea di salvarlo, Cassandra dovrà trovare un modo per cambiare la storia o rischiare di perdere Lawrence per sempre.

    Titolo: A walk on earth
    Autore: Rae Carson

    Trama:
    Lee Westfall ha un segreto. Può percepire la presenza dell'oro attorno a lei proveniente da ogni angolo della terra, che sia sottoterra o nel letto di un fiume. Il ronzio dell'oro significa casa, calore e vita, fino a che la figura di un uomo gliela strapperà via, con lo scopo di controllare il suo potere. Lee deciderà di travestirsi da ragazzo e intraprendere un viaggio che la porterà in California, che le offrirà sicurezza con la scoperta di una miniera d'oro.






    Oltre le pagine

    Nuova rubrica: Oltre le pagine #1 - Torta morbida alle fragole

    16.6.16

    Nuova rubrica, pubblicata a cadenza casuale, in cui vi illustro tutorial, diy, ricette...cose all'infuori del mondo dei libri.
    Era da un po' di tempo, che avevo in mente di creare questa nuova rubrica, ma avevo paura di spostare troppo l'attenzione dal tema principale del blog, cioè i libri, visto che già spesso parlo anche di altro, cioè film e telefilm. 
    Alla fine mi sono decisa, perchè in ogni caso, non è una rubrica che pubblicherò molto spesso, al massimo 2 volte al mese  perchè anche volendo farne di più, non avrei tempo, e niente, spero che l'idea vi piaccia, e vi piaccia questa prima ricettina :)


    Ho deciso di inaugurare questa nuovissima rubrica, con una ricetta super buona, che ho già fatto tre volte.
    Dovete sapere che io sono figlia di un pasticcere, nipote di un altro pasticcere, e che amo follemente i dolci, ma purtroppo non mi è stato tramandato il gene della bravura in questo campo. Al contrario di papà, e di mia sorella, che è brava, io e mia mamma ce la caviamo meglio nei primi e nei secondi, quindi, quando finalmente ci viene buono un dolce, è festa!
    Questa ricetta, l'ho trovata prima nel blog Cappuccino e Cornetto  e poi in Chiarapassion. Ho fatto entrambe le versioni, che in sostanza sono abbastanza simili, ma vi consiglio comunque di fare un giro in entrambi i blog, perchè hanno foto e ricette davvero meravigliose io ho voglia di farle tutte.

    TORTA MORBIDA ALLE FRAGOLE
    Ingredienti:
    180 g di farina 00
    150 g di zucchero

    1 uovo
    125 ml di latte
    un cucchiaino di estratto di vaniglia

    85 g. di burro morbido
    un pizzico di sale
    un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
    300 g di fragole
    Preparazione:
    Con le fruste elettriche lavorate  il burro morbido con lo zucchero, servono pochi minuti.

    Unite al composto l'uovo  e il latte e continuate a mescolare.  Aggiungete il sale, la vaniglia e la farina setacciata con il lievito, amalgamate bene tutti gli ingredienti.

    Versate l'impasto in uno stampo da 22 cm circa, che avrete precedentemente imburrato e infarinato. Vi consiglio di utilizzare uno stampo non troppo grande, perchè l'impasto non "gonfia" molto, quindi con uno stampo grande, la torta verrà piuttosto bassa.

    Livellate un po' la superficie e mettete sopra le fragole taglia a metà, o a pezzettini, come preferite, poi infornate in forno preriscaldato, funzione statico a 180° per i primi 10 minuti, poi abbassate a 160° e continuate la cottura per circa 40- 45 minuti. 
    Ricordatevi di fare sempre la prova stecchino prima di sfornarla. 
    Fate raffreddare e cospargete con lo zucchero a velo.

    Il bello di questa torta, è che è DAVVERO sofficissima, e conserva la sua morbidezza anche per 3/4 giorni.
    E' così buona che io, la terza volta, l'ho leggermente rivisitata, aggiungendo un pio di cucchiai di cacao, per farla più cioccolatosa!
    Oltretutto, la base, va benissimo da usare anche con altra frutta, il mio prossimo obiettivo, infatti, è farla con le ciliegie, visto che è stagione :)

    Che ne dite dite di questa nuova rubrica, vi piace?

    Fatemi sapere che ne pensate, e se rifarete questa torta, davvero squisita *w*

    Anteprima

    Nuove uscite...già uscite!

    12.6.16

    Buongiorno miei cari lettori, nel post di oggi, vi mostro alcuni romanzi, usciti ultimamente, e di cui non sono riuscita a parlarvi prima.

    Tra questi, ho già letto Ps: Ti amo ancora, perchè ho letto la serie della Han in inglese, ma è una serie così carina, che io la consiglio a tutti, e se siete alla ricerca di letture facili in lingua, può essere un'ottima scelta perchè io non ho trovato molte difficoltà. Altro libro che mi ispira parecchio, è quello della Douglas, "Le sorelle", edito da Nord, che leggerò di sicuro prossimamente, e ovviamente Le vie del male della Rowling, emh, volevo dire di Robert Galbraith! :)


    Titolo:  The bird and the sword
    Autore: Amy Harmon
    Data di uscita: 10 maggio 2016
    Pagine: 352
    Prezzo: 12.71

    Trama:
    Swallow, Figlia, trattieni le parole che poggiano sulle tue labbra. Rinchiudile nel profondo della tua anima, nascondile affinché possano avere il tempo di maturare. Mantieni il segreto sul potere, non maledire, non curare, fino a che non sarà il momento. Non parlerai e non racconterai, non invocherai il paradiso né l'inferno. Imparerai e sopravvivrai. Silenzio, Figlia. Resta viva. 
    Titolo: The treatment
    Autrice: Suzanne Young 
    Editore: De Agostini 
    Data di uscita: 7 giugno 2016 
    Pagine: 416
    Prezzo cartaceo: euro 14,90

    Trama:
    Sono passate settimane da quando Sloane è stata dimessa dal Programma, il progetto sperimentale che obbliga gli adolescenti a rischio di depressione alla rimozione dei ricordi, eppure è ancora sotto stretta osservazione. Nonostante abbia dimenticato intere parti del suo passato, il cuore l’ha spinta di nuovo tra le braccia di James, il ragazzo che ha sempre amato. In questo modo, però, ha scoperchiato una scatola che avrebbe dovuto rimanere sigillata, mettendo in pericolo la validità stessa della terapia a cui entrambi sono stati sottoposti. Ma il Programma non può permettersi di fallire e dà il via a una caccia serrata. In fuga dagli stessi uomini che li hanno internati, Sloane e James non possono fare altro che unirsi a un gruppo di ribelli che vuole scardinare l’impalcatura di segreti e bugie su cui si fonda il Programma. Riuscirci, però, è tutt’altro che semplice. Soprattutto perché l’unico indizio a disposizione è la pillola arancione che Michael Realm – il solo amico che Sloane aveva nel Programma – le ha lasciato prima di scomparire nel nulla. L’antidoto in grado di ripristinare i ricordi persi. La Cura su cui tutti vorrebbero mettere le mani. 
    In un crescendo di inseguimenti, depistaggi e tradimenti, si conclude la storia d’amore di Sloane e James: il secondo, appassionante capitolo della serie bestseller del «New York Times».

    Titolo: Ps: Ti amo ancora
    Autore: Jenny Han
    Editore: Piemme
    Data di uscita: 7 giugno 2016
    Pagine: 336
    Prezzo: 16,00 

    Trama:
    Lara Jean non si aspettava di innamorarsi davvero di Peter. All'inizio era solo una recita per far ingelosire qualcun altro. E invece, alla fine, quello che fingevano di provare si è trasformato  in una storia d'amore. 
    Una storia vera, di quelle che possono spezzare il cuore. 
    Naturalmente Lara Jean pensa che sarà lei a farsi male, che un giorno Peter tornerà con la sua ex.
     Poi però un ragazzo proveniente dal passato arriva a scombussolare le sue certezze. 
    Una ragazza può amare due ragazzi? 
    A volte innamorarsi è la parte più semplice dell'amore.

    Titolo: Tutta la verità su Gloria Ellis
    Autore: Martyn Bedford
    Editore: De Agostini
    Data di uscita: 21 giugno 2016
    Pagine: 384

    Trama:
     Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.

    Titolo: Le sorelle
    Autore: Claire Douglas
    Editore: Nord
    Data uscita: 09 giugno 2016
    Pagina: 336
    Prezzo: 16.90

    Trama:
    Da oltre un anno, dalla maledetta notte in cui ha perso la vita la sua gemella Lucy, Abi fa di tutto per allontanare il dolore e per prendere le distanze da ciò che può ricordarle la sorella.
    Ha tagliato i ponti con la famiglia, si è isolata dagli amici, si è trasferita in una nuova città. Eppure, quando incontra Bea, ha l’impressione che il destino le stia dando una seconda occasione. Perché quella ragazza non solo è fisicamente identica a Lucy, ma le assomiglia pure nel modo di parlare e di vestirsi. Inoltre anche lei ha un gemello, Ben, perciò più di chiunque altro comprende il vuoto che sente Abi. E si propone di colmarlo, accogliendola nella grande casa che divide col fratello. Se con Bea è stata un’affinità istantanea, con Ben è amore a prima vista. Tuttavia, più tempo passa insieme con loro, più Abi si convince che ci sia qualcosa che non vada. All’inizio è solo una sensazione; poi, però, sono arrivate le fotografie strappate, gli oggetti spariti dalla sua camera, l’uccello morto lasciato sul letto. Sono opera di Bea, folle di gelosia per la relazione del gemello? A volte, Abi spera che sia così. Altrimenti vorrebbe dire che qualcuno ha scoperto il suo segreto…


    Titolo: La ragazza di mezzanotte
    Autore: Melissa Grey
    Editore: Mondadori
    Serie: La ragazza di mezzanotte #1
    Data di uscita: 21 giugno 2016
    Pagine: 300
    Prezzo: 17,00 €

    Trama: Echo ha diciassette anni, è sveglia, indipendente e coraggiosa. Da quando, ancora bambina, è scappata di casa, vive di furti e abita nella biblioteca pubblica di New York. Qui ha conosciuto l'Ala, la veggente degli Avicen, una popolazione di uomini-uccello che vive segretamente nel sottosuolo di New York. Da quel momento la sua vita è cambiata: Echo adesso viaggia attraverso il mondo intermedio, è in grado di usare la magia ed è coinvolta nella sanguinosa guerra degli Avicen contro i Drakharin. E proprio a Echo viene affidato il compito di trovare l'uccello di fuoco, la creatura leggendaria che può mettere fine al secolare conflitto. Ma le cose non sempre vanno come ci si aspetta, ed Echo dovrà mettere in discussione tutte le sue certezze. 

    Titolo: La via del male
    Autore: Robert Galbraith
    Editore: Salani
    Data di uscita: 9 giugno 2016
    Pagine: 608
    Prezzo: 18,60

    Trama:
    Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L’investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili – e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo…
    La via del male è il terzo libro dell’acclamata serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la giovane e determinata Robin Ellacott.


    Arrow

    Recap telefim: The Vampire Diaries | The Originals | Bates Motel | The Fash | Arrow | Pretty Little Liars e The Shannara Chronicles

    10.6.16

    Come vi avevo promesso, ecco un post ricchissimo su tutti i telefilm che ho finito ultimamente.
    Siccome sono tanti, e non voglio che il post diventi chilometrico, cercherò di essere il più concisa possibile, e limitarmi ad un breve parere su ogni serie tv.
    Cominciamo!
    ARROW (stagione 4)
    Dopo la fine della tera stagione, tutto sembrava molto tranquillo, ma come abbiamo imparato ormai da tempo, nella vita di Oliver Queen, di tranquillo, non c'è proprio nulla.
    E infatti, in questa stagione capita il finimondo, incidenti, morti, poteri magici, "sottomondi"... di tutto e di più.
    Come stagione mi è piaciuta, ho odiato profondamente Damien Dark, mi è dispiaciuto un sacco per la morte di uno dei personaggi principali della serie, ho apprezzato molto che Colton Heynes abbia fatto un breve ritorno a Starling City, e i cross-over con The Flash.
    Più di tutto, però, mi è piaciuto Oliver, e come il suo personaggio muti e continua a maturare, rispetto a quello che era nella prima stagione. Pieno di sensi di colpa, abbandonato, frustrato, impotente, lo vediamo provare una marea di cose, e non sempre farcela.
    Diciamo che il cattivo di questa stagione mette alla luce molte cose nella squadra di Oliver, e tutti saranno fondamentali, ma anche molto provati nel cercare di sopravvivere.
    L'unica cosa che non mi piace più di tanto, sono i flashback nel passato. Nella prima, e nella seconda stagione erano utili, e so bene che sono necessari per farci capire cosa ha portato Oliver a tornare nella sua città cinque anni dopo, ma sinceramente,  mi annoiano un po'.
    Anche perchè sono frammentari, e tenere il filo della storia, non è sempre semplice.

    THE FLASH (stagione 2)
    Ahh, questa seconda stagione di The Flash, mi è piaciuta tantissimo, molto più della prima.
    Barry è adorabile, e l'attore che lo interpreta, è perfetto nella parte, e in questi nuovi episodi abbiamo trovato nuovi personaggi, e tantissimi colpi di scena.
    Ho trovato tutta la faccenda di "Terra 2" molto interessante, gli episodi più coinvolgenti rispetto a quelli della prima stagione, e la squadra molto più unita.
    E poi c'è Cisco, simpaticissimo, secondo me uno dei personaggi migliori tra tutte le serie che sto seguendo ultimamente, fa troppo ridere!
    Cisco, uno di noi!
    PRETTY LITTLE LIARS (stagione 6)
    Lo so, sono passati mesi da quando è finita la sesta stagione di Pll, ma non sono riuscita a parlarvene prima!
    Della prima metà di stagione, vi avevo già parlato 
    Che dire, i "5 anni dopo" spuntati così, a metà stagione, mi hanno fatto storcere parecchio il naso, perchè già un anno solo, sarebbe stato abbastanza, ritrovare le protagoniste addirittura cinque anni dopo, e ritrovarle praticamente identiche (in tutti i sensi), non fa che rendere ancora più insensato questo telefilm.
    Eppure, nonostante tutto, nonostante la storia di Cece praticamente sfumata ne nulla, (visto il modo in cui hanno subito deciso di farla fuori), nonostante le mille promesse, su risposte che poi non arrivano, nonostante il Radley sia improvvisamente diventato di gran moda (?)... continuo a vederlo, non so perchè.
    Anzi, forse lo so, perchè così almeno posso farmi un sacco di risate a leggere i Dnicommenti xD

    THE SHANNARA CHRONICLES (stagione 1)
    Non ho letto i libri, e ho letto che rispetto ad essi, la serie è molto stravolta e adolescenziale, ma tutto sommato a me non è dispiaciuta.
    Certo, i paragoni a "Il Signore degli anelli", che io amo follemente, sono parecchio discutibili, perchè si, ci sono alcune cose che accomunano le due storie, ma qui siamo lontani anni luce dal capolavoro di Tolkien/Jackson!
    Il personaggio interpretato da Austin Butler (che è peggio del prezzemolo, perchè me lo ritrovo in tutti i telefilm!), è simpatico, e riesce a spezzare un po' la tensione del telefilm, che altrimenti sarebbe risultato un po' troppo "serio", perchè gli altri personaggi non sono proprio il massimo della simpatia, anche se non mi hanno infastidito più di tanto, poteva andare peggio!
    Nel complesso, la storia è affascinante, sono curiosa di scoprire come proseguirà nella seconda stagione.

    THE VAMPIRE DIARIES (stagione 7)
    Con questo telefilm, ho un rapporto di amore/odio già da un po', anche se ultimamente sono più propensa verso l'odio xD
    Questa nuova stagione senza Elena, era un enorme punto di domanda, ma devo dire che, almeno inizialmente, non si è sentita poi tanto la sua mancanza.
    Ad un certo punto, però, forse da quando il telefilm ha proseguito dai tre anni dopo, ho iniziato a perdere interesse (non che prima ne avessi poi molto), e non avevo proprio voglia di andare avanti, tant'è che, lo ammetto, ho saltato un paio di puntate, e sono saltata direttamente al season finale.
    Essendo innamorata persa del telefilm di Buffy, non ho apprezzato molto il coinvolgimento di questa fantomatica Cacciatrice, ma in generale, trovo che la stagione sia stata un miscuglio di situazioni, ripetitive, surreali e buttate un po' a caso, come al solito.
    Nonostante tutte le critiche, però, ammetto che qualcosina mi è piaciuta, e salvo il finale, che non è stato malaccio. Sarà che ho un debole per Enzooooo!

    THE ORIGINALS (stagione 2)
    Mmmh vedi sopra!
    Praticamente anche per The Originals, penso le stesse cose che per Tvd, alti e bassi, puntate monotone alternate a qualcuna più carina, troppi elementi ripetitivi eccetera eccetera.
    La scorsa stagione, mi era piaciuta ed ero più interessata, perchè c'era Daniel Sharman (*w*), ma questi nuovi episodi hanno tornato ad annoiarmi un po', purtroppo.
    E' stata proprio la storyline centrale, che non mi ha fatto impazzire, anche se in generale apprezzo molto come sia cambiato e maturato il personaggio di Klaus, e il finale, che si salva, e mi fa ben sperare per la prossima stagione.

    BATES MOTEL (stagione 4)
    Non si può parlare di questa stagione di Bates Motel, senza commentare il finale che beh...è stato abbastanza sconvolgente/deludente.
    In realtà, si sapeva che sarebbe andata a finire così, però, fino ad ora il telefilm si era abbastanza distaccato dallo storico film, quindi non era poi così scontato.
    In generale però, la stagione mi è piaciuta molto, trovo sempre più eccellenti le interpretazioni di Vera Farmiga e  Freddie Highmore, che interpretano personaggi difficilissimi, in questa stagione ancora di più.
    Norma ha dovuto (finalmente) ammettere che i problemi di Norman sono seri, e che farlo curare era ormai una priorità. Questo incrina il loro rapporto, aggiungiamoci pure il matrimonio segreto con Romero... insomma, il povero Norman non ha retto!
    Sono comunque curiosissima di vedere la prossima stagione, anche perchè, con l'incarcerazione e le partenze di Emma e Dylan, al motel rimane solo lui!

    Follow Us @soratemplates