Chrysalide

La diciannovesima luna

31.8.13


Titolo: La diciannovesima luna
Autore: Kami Garcia e Margaret Sthol
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Serie: Caster Chronicles #4
Anno: 2013
Pagine: 426
Prezzo: 17,00


Trama:
 Ho sempre desiderato fuggire dalla mia soffocante cittadina, Gatlin. Ma non avrei mai immaginato di dover lasciare le anguste pareti in cui si è dipanata la mia esistenza… per amore. La ragazza dei miei sogni, Lena Duchannes, è dotata di poteri soprannaturali. E un segreto oscuro e maledetto attende di essere svelato, un segreto che mi ha portato ad un sacrificio tremendo, intrappolandomi in quella specie di torta a tre strati che è il mondo magico. Il mondo della Diciannovesima Luna. Ormai ho un solo obiettivo: trovare la strada per ritornare a Gatlin, da Lena. Ma lei sarà disposta a tutto pur di riavermi con sé? “Tutto” significa fidarsi dei vecchi nemici e mettere a rischio la vita dei nostri cari… Siamo nati sotto una cattiva stella, Lena, ma riusciremo a riscrivere il nostro destino.

Recensione:

Quando mi sono scontrata con “La sedicesima luna”, un paio di anni fa, scovato per caso sullo scaffale della libreria, ho subito pensato che sarebbe stata una lettura carina, interessante, piacevole. Mai avrei pensato però, che sarebbe stata così interessante, così carina, così piacevole da essere tremendamente triste ora che la saga si è conclusa.
Quando si arriva alla fine, all'ultima parola dell'ultima pagina, del capitolo finale di una serie che ci è entrata davvero nel cuore, è terribile. È come dover dire addio ad un amico. Come abbandonare un ricordo della nostra infanzia, eliminandolo definitivamente. Come perdere il porta fortuna che ci ha sempre aiutato nei momenti difficili.
Così è stato ritrovare Ethan per l'ultima volta: surreale e toccante.
Il romanzo è narrato in prima persona e viene alternato il punto di vista di Ethan a quello di Lena.
Questo ultimo capitolo, è completamente diverso dai precedenti. Ethan non può più abbracciare Lena, non può usare il Metapensiero o farsi sgridare da Amma, perché Ethan, L'Uno che è Due, è finito nell'Aldilà nell'esatto momento in cui si è sacrificato, buttandosi dalla torre idrica di Summerville.
Lì dov'è, si trova costretto ad affrontare cose più grandi di lui, a incontrare persone che non si aspettava, e a lottare con tutte le sue forze per riavere indietro ciò che gli è stato portato via.
Lena, invece, non si arrende. È convinta che Ethan sia sempre accanto a lei e che troverà un modo per tornare. Sembra essere l'unica a crederlo, perché anche Link, nonostante il suo solito carattere, riesce solo a fare i conti con la realtà, rifiutandosi di credere in qualcosa che potrebbe deluderlo nuovamente.
Amma invece, affronta il dolore a modo suo. Un modo che non sembra essere parte di lei, perché lei, senza il suo ragazzo, non è più la stessa.
Ne “La diciannovesima luna”, tutti i nodi vengono al pettine, tutto torna e niente viene lasciato al caso. Il dolore avvicina le persone, le fa stringere tra loro, combattere e lottare assieme per sopravvivere ancora una volta alla vita.
Ho trovato Ethan, ma anche Link, molto maturati rispetto ai capitoli precedenti. Lena invece, non è così fortemente in balìa dei suoi sentimenti come mi aspettavo, anzi, cerca di assumere un ruolo razionale e distaccato, per venire a capo della situazione, anche quando è l'unica a nutrire ancora speranza.

Amma è sempre stata il mio personaggio preferito. La trovo divertente e adorabile. Vorrei avere anche io un Amma accanto a me, che mi sgrida con il grande occhio, che mi urla dietro le definizioni delle parole crociate, che cucina meglio dell'intera città messa assieme, ma soprattutto, che mi vuole un immenso bene, come se fossi sua figlia!

Fin dal primo volume ho apprezzato la scrittura fluida, ipnotica e divertente delle due autrici che hanno preferito narrare la storia dal punto di vista maschile, scelta che io ho pienamente apprezzato anche perché non capita spesso.
Come succede spesso negli ultimi volumi di una serie, si incappa nella paura di ritrovarsi con un finale deludente e un po' scadente, che faccia precipitare tutte le emozioni provate nei capitoli precedenti. Non abbiate paura, non è assolutamente questo il caso. La diciannovesima luna è un finale epico, assolutamente all'altezza del resto della saga e che, nonostante l'inevitabile tristezza alla fine del libro, lascia anche un bellissimo ricordo.
Non entro nello specifico, per evitare spoiler, comunque sappiate che, qui, tutto può accadere. Il ritmo del libro è incalzante, ricco di suspense, ma anche di spiegazioni ad alcuni misteri lasciati in sospeso nei primi capitoli.

Vi consiglio di preparare i fazzoletti, ma vi ricordo anche che, la bellezza dei libri, è proprio la possibilità di rituffarsi nuovamente nelle stessa avventura tutte le volte che vogliamo. Come se fosse la prima.

Valutazione:
♥♥♥♥♥

Canzone consigliata:



Fan Direction

Fan Direction #10

27.8.13

E' con estremo piacere che oggi apro una nuova rubrica: Fan Direction (attenzione, niente a che fare con gli One Direction eh!)
In ogni puntata di questa rubrica a cadenza settimanale (maertedì) vi presenterò un attore/attrice, cantante che mi piace, tessendone le lodi... ovvero con la biografia/ filmografia/discografia/qualche news ma soprattutto tante foto, giusto per rifarci un po' gli occhi.
Da dipendente assoluta dei telefilm (ma anche film), sono tanti gli attori per cui ogni tanto mi fisso, così voglio far innamorare un po' anche voi di loro!
Rubrica liberamente inspirata a "Giovedì gnocchi" del blog Il diario (poco) segreto di una fangirl, ne ho cambiato il titolo (spassosissimo) semplicemente perchè presenterò anche esemplari figherrimi di sesso femminile!
L'ospite d'eccezione in questa decima puntata di Fan Direction, è una bellezza stratosferica, una talentuosa attrice, una ragazza che lascia tutti a bocca aperta, signore e signori, date il benvenuto alla solarissima

JENNIFER LAWRENCE
Jennifer Shrader Lawrence nasce a Louisville (Kentucky), il giorno di ferragosto, nel 1990 (esattamente 10 anni dopo mia sorella!). Senza prendere lezione di recitazione, inizia a lavorare per la televisione nelle serie tv Medium, Cold Case e Detective Monk.
La mitica Jennifer, ha proseguito la sua carriera recitando nella sitcom americana The Bill Engwall Show e nei film indipendenti come "The burning plain" e "Un gelido inverno", per cui ha avuto una nomination ai Golden Globe.
La simpaticissima Lawrence, è nota anche come Mystica nel film del 2011, X-Men - L'inizio, in cui è una particolarissima creatura tutta blu, stile Puffo! (non ho mai visto il film, perciò non chiedetemi che "poteri" abbia!). Tra l'altro, Jen,  è stata fidanzata con Nicholas Hult, suo collega sul set!
Il successo però, arriva grazie al film Hunger Games, dove interpreta la protagonista Katniss Everdeen, adattamento cinematografico del romanzo si Suzanne Collins. Sempre nel 2012, recita nell'horror "Hates - House at the end of the street".
qui con un dimezzato Josh Hutcherson...e chi non sogna una possibile love story tra i due?

La rivista Rolling Stones, l'ha definita come "la più talentuosa giovane attrice di tutta 
l'America".
Nel 2013, è la volta del film "Il lato positivo", dove recita accanto a Bradley Cooper. Questo film, che consiglio ha tutti, ha fatto vincere alla nostra Jen un altro Golden Globe, ma soprattutto un OSCAR, nella categoria di "miglior attrice protagonista".


Ovviamente, noi Hunger Games-dipendenti, non aspettiamo altro che vederla sui nostri schermi a novembre, nell'attesissimo "Catching Fire".


Una delle cose belle di Jennifer Lawrence è sicuramente la sua simpatia!
La ragazza mi fa morire dal ridere ad ogni intervista (come dimenticare la sua caduta agli Oscar?) e non si risparmia mai.
 Guardate un po' qui alcune tra le sue mille facce buffe :D






Che dite, non è adorabile quest ragazza?

Dal grande schermo

The first time

26.8.13


The first time è una commedia americana non uscita (purtroppo) in Italia, nonostante sia stato presentato lo scorso anno a Taormina, dove erano presenti gli attori principali, Britt Robertson e Dylan O'Brien. È proprio per loro che ho scoperto questo film, lei la conoscevo già per diversi telefilm tra cui Life Unexpected e The secret circle (e il più recente Under the dome tratto da un libro di Stephen King...già sbarcato su su Raidue), lui invece, è il mio adoratissimo Stiles Stilinski di Teen Wolf.


Titolo: The first time
Regia: Jon Kasdan
Anno: 2012
Cast: Britt Robertson, Dylan O'Brien, Victoria Justice, Craig Roberts, Joshua Malina
Paese: USA
Genere: commedia/ romantico



Trama
Dave e Aubrey sono due liceali che non hanno ancora vissuto a pieno il loro primo grande amore. Dave ha perso tempo a struggersi per amore di una ragazza che non lo ha mai preso in considerazione mentre Aubrey sta con un ragazzo poco interessato a lei. Nonostante frequentino scuole diverse, una sera si incontrano a una festa, si piacciono e cominciano a studiarsi l'uno con l'altra. Nel weekend che segue insieme scopriranno come l'amore possa essere magico, romantico, divertente e anche complicato da gestire. 

Recensione

È una commedia, dedicata ai giovani, con protagonisti giovani, leggermente fuori dalle righe!
Lui è il tipico ragazzo imbranato e un po' nerd, innamorato da sempre della ragazza più bella della scuola, che è anche la sua migliore amica (interpretata da Victoria Justice, della serie "Victorious")
Lei invece, è una ragazzina spigliata e testarda, che emerge tra i suoi coetanei per le proprie idee, i pensieri e la sua indipendenza.
I due si incontrano ad una non-festa e iniziano a parlare, confidandosi cosa che, tutti noi, non andremmo mai a dire al primo “sconosciuto”!
Lui, inizia all'istante ad essere attratto dalla sua personalità e dal modo che ha di farlo stare bene con sé stesso, lei però è già fidanzata con un certo Ronny, che è tutto, fuorché il tipo di ragazzo che lei vorrebbe. Una cosa tira l'altra e i due finiscono inevitabilmente per...vabbé, il titolo del film non è casuale, a voi l'immaginazione!


Come ho già detto, il motivo principale che mi ha spinto a vedere questo film, sono i due attori protagonisti, perchè n realtà, la storia non ha nulla di originale, e il finale è abbastanza scontato, ci sono dalle cose però che mi hanno colpito.
Qui, vengono raccontate in modo delicato e mai superficiale le difficoltà, e le paure di due giovani che non hanno vite perfette, che sono terrorizzati dalle proprie insicurezze, ma che insieme riescono a completarsi, a capirsi e ad innamorarsi, in modo vero. Mi è piaciuta la caratterizzazione dei personaggi, soprattutto Audrey e il suo modo di pensare, e gli amici strambi di Dave! Mi sono piaciuti anche i toni divertenti, ma non volgari, niente battutine scontate in cui spesso si incappa, in film di questo genere.
Avrei approfondito certi lati della storia, come per esempio, il rapporto che il protagonista maschile ha con la sorella (non ho ben capito che fine abbia fatto la madre).



Dylan è sempre quello delle prime volte, non so come mai! Sarà la sua faccia da bravo ragazzo che incute tenerezza o i suoi 21 anni (siamo coetanei yeah!), che si adattano benissimo a parti adolescenziali (di solito i sedicenni hanno minimo 25 anni...e si vede!). Come nel primo film del regista “Il bacio che aspettavo”, qui va a Dylan il ruolo che era stato nell'altro film, di Adam Brody, perfettamente alla Seth Cohen insomma!
Britt Robertson, per me è un talento naturale! Mi sono innamorata/fissata/ossessionata di lei dal primo episodio che ho visto di Life Unexpected dove, ogni cappellino le stava meravigliosamente bene! In questa commedia, ancora una volta, dimostra la sua spigliatezza di fronte alle telecamere, la tenacia e la determinazione di una ragazza che oltre ad essere bellissima, è anche davvero brava...insomma, un astro nascente! Farà il botto prima o poi, ve lo dico io!


The first time è una commedia romantica, non eccessivamente smielata, piacevole e sentimentale, che racconta la difficoltà di essere adolescenti, ma la bellezza del sapersi innamorare davvero.

Valutazione:



TRAILER:


Bisbigli dal Baule

Bisbigli dal Baule #9

24.8.13


Bisbigli dal Baule, è una rubrica a cadenza occasionale (inutile stabilire un giorno, tanto non me lo ricorderei e finirei per non rispettarlo!) dove pubblicherò frasi di libri letti più o meno recentemente, o frasi di film, telefilm... Insomma, citazioni trovate che mi hanno colpito particolarmente e che vorrei condividere con voi.
Se volete partecipare, scrivete un commento con le frasi che più vi piacciono!
Le frasi di oggi, sono tratte da uno dei telefilm che sto seguendo al momento, e che trovo davvero bellissimo: Teen Wolf. Lo consiglio a tutti!


"Si, si chiama cuore spezzato. Circa due milioni di canzoni ne parlano."

[non ricordo il numero della puntata, scusate!]
"La morte non colpisce te Lydia, colpisce le persone che restano. 
Tutta la gente in piedi al tuo funerale che si domanda come farà a vivere il resto della vita senza di te. "
[2x12 La resa dei conti]


"Tu sei il mio migliore amico. 
Io ho bisogno di te. 
Tu sei mio fratello..."

[3x06 Motel California]





Note musicali dal Baule

Note musicali dal Baule #8

22.8.13


Vista la mia folle passione per la musica, come si può benissimo constatare QUA, ho deciso di aprire una rubrica in tema anche per il blog.
"Note musicali dal baule" è una rubrica senza cadenza fissa, in cui vi posterò le mie canzoni preferite, le nuove scoperte, vi presenterò alcuni artisti...
Se volete lasciare tra i commenti i titoli delle canzoni che VOI amate di più, i vostri cantanti preferiti, o consigliarmi qualche canzone, fate pure! Non sono mai sazia di musica, quindi ogni nuova scoperta mi rende felice :)
Oggi, dedico questa puntata di "Note musicali dal Baule" ad una band che mi piace davvero tanto e che spero, prima o poi, di riuscire a vedere dal vivo.
Sto parlando, dei mitici Linkin Park!
Le loro canzoni che mi piacciono, sono veramente tante, ve ne posto solo tre, quelle che mi piacciono di più. Vi consiglio comunque di ascoltarvi un po' la loro discografia, meritano davvero.







Bisbigli dal Baule

Bisbigli dal Baule #8

18.8.13


Bisbigli dal Baule, è una rubrica a cadenza occasionale (inutile stabilire un giorno, tanto non me lo ricorderei e finirei per non rispettarlo!) dove pubblicherò frasi di libri letti più o meno recentemente, o frasi di film, telefilm... Insomma, citazioni trovate che mi hanno colpito particolarmente e che vorrei condividere con voi.
Se volete partecipare, scrivete un commento con le frasi che più vi piacciono!
''Sapessi quante volte ho detto di no agli altri occhi pensando ai tuoi.''
Susanna Casciani.


“Sono abituata ad amarlo, e poi ad odiarlo, e poi a rimanere incastrata tra le due cose.”
M. Robotham.


Mi esercito, un’altra volta, nella difficile arte di cominciare da zero.
Efraim Medina Reyes.


«Dimenticali Wendy, dimenticali tutti, vieni con me dove non dovrai mai, mai più pensare alle cose dei grandi.»
Peter Pan.



Chrysalide

Amore immortale

14.8.13

Titolo: Amore Immortale
Autore: Cate Tiernan
Editore: Mondadori
Anno: 2010
Pagine: 345
Prezzo: 17,00

Trama:
Nastasya ha trascorso la sua lunga esistenza tenendo il collo accuratamente coperto. Certo qualcuno, negli ultimi quattro secoli, ha visto l'oscuro disegno impresso sulla sua pelle con un amuleto rovente. Nessuno, però, che sia ancora vivo. Quanto tempo misura la vita di un immortale? Guerre, carestie e pestilenze durano il vapore di un respiro e il conto dei respiri si dimentica. Ma Nastasya non può dimenticare il massacro della sua famiglia. Carnefice d'Inverno lo chiamava la sua gente. Non era il protagonista di un'antica leggenda delle steppe, ma lo spietato predatore del Nord che, cinquecento anni prima, in uno sperduto villaggio di agricoltori, fece strage dei suoi genitori. Uccise per impadronirsi del tarak-sin, l'amuleto dotato di un potere magico immenso, che ogni casato di immortali custodisce. Da allora, Nastasya teme la magia, portatrice di sventura. Solo a River's Edge, una comunità di immortali dediti alla crescita interiore, imparerà a lasciare fluire il potere dentro di lei. Anche l'amore è potere? Forse ha il volto di Reyn, algido dio vichingo. E accende fantasie sopite, ma nel contempo risveglia visioni di un passato che non passa mai..

Recensione:
Ho trovato questo libro una bellissima scoperta.
Il modo simpatico in cui la protagonista Nastasya, Nasty per gli amici, affronta la vita, coinvolgendo e dialogando spesso con il lettore rende la narrazione molto divertente nonostante la storia di fondo abbia una punta drammatica. La nostra ragazza, è un immortale che è passata da un epoca all'altra, vivendo ogni sorta di esperienza, fatta di eccessi e serate infinite con gli amici di sempre. Nasconde una dolorosa infanzia in cui si è vista portare via l'intera famiglia da parte del Carnefice d'Inverno, un segreto che le pesa come un macigno.
Lei è l'unica rimasta della sua dinastia, e ne porta i segni impressi sulla pelle, sul collo sempre coperto difatti, ha tatuato il marchio simbolo della sua famiglia, il tulok-an.
Nastasya decide di redimersi, di lasciare quelli che credeva essere i suoi amici e partire per River's edge, una sorta di “scuola correttiva” per immortali che vogliono tornare sulla retta via. Si trova così, inspiegabilmente, attratta da un altro studente di River's edge, Rayn, un dio vichingo tanto bello quanto freddo nei suoi confronti.
Qui, oltre a cercare di evitare l'impossibile (pericolo innamoramento!), avrà modo di imparare a fidarsi degli altri, cercando anche di controllare i suoi poteri, con l'aiuto di River.
Nasty però, non è pienamente al sicuro, perchè i suoi vecchi amici sono sulle sue tracce e non sembrano voler desistere dal trovarla.

Numerosi flashback, ci portano al passato di Nasty, dandoci modo di apprendere com'era la sua vita prima che la sua famiglia venisse spazzata via, come ha imparato a cavarsela da sola e come dei piccoli dettagli possano fare la differenza, ribaltando completamente l'esistenza della nostra protagonista.
Reyn infatti, non è semplicemente un ragazzo dalla bellezza mozzafiato, ma colui che ha abbastanza pezzi del puzzle che combaciano con la storia di Nasty.
Questo romanzo è l'inizio di una bella saga ricca di sorprese, fatta di suspense, di dialoghi irriverenti, con una protagonista inizialmente scontrosa e molto sulle sue che, pian piano, riesce ad aprirsi agli altri e a noi.
L'elemento "romantico" del titolo è in realtà abbastanza marginale, viene dato principalmente spazio ad altri lati della vicenda, seppure, l'attrazione tra Nasty e Rayn renderà la lettura più "elettrizzante"!
E' un romanzo ipnotico, difficile staccarsi dalle sue pagine, che dimostra la bravura narrativa dell'autrice nel mettere in scena la storia di due immortali che dal doloroso passato, cercano di rinascere, come una fenice, dai propri fallimenti, tirando fuori la forza di volontà che non deve svanire mai.

Valutazione:
♥♥♥♥

Fan Direction

Fan Direction #10

13.8.13

E' con estremo piacere che oggi apro una nuova rubrica: Fan Direction (attenzione, niente a che fare con gli One Direction eh!)
In ogni puntata di questa rubrica a cadenza settimanale (maertedì) vi presenterò un attore/attrice, cantante che mi piace, tessendone le lodi... ovvero con la biografia/ filmografia/discografia/qualche news ma soprattutto tante foto, giusto per rifarci un po' gli occhi.
Da dipendente assoluta dei telefilm (ma anche film), sono tanti gli attori per cui ogni tanto mi fisso, così voglio far innamorare un po' anche voi di loro!
Rubrica liberamente inspirata a "Giovedì gnocchi" del blog Il diario (poco) segreto di una fangirl, ne ho cambiato il titolo (spassosissimo) semplicemente perchè presenterò anche esemplari figherrimi di sesso femminile!
Sigore e signori, ospite della settima puntata di Fan Direction, è..
.
TROIAN BELLISARIO


Troian Avery Belisario (il nome non è il massimo xD), nasce nella contea di Los Angeles, il 28 ottobre del 1985. Figlia dei produttori Donald Bellisario e Deborah Pratt, ha tre fratelli acquisiti.

Questa bellissima attrice, ha origini: afro-americane, inglesi, francesi, italiane (il nonno paterno è di Gamberale), danesi e serbe... praticamente ovunque!


Laureta alla University of Southern California, debutta nel 1988, a tre anni ne “L'ombra del peccato”.
Tra il 1990 e il 2007 partecipa a diverse serie tv, come Jag e NCIS e nel 1998 è nel film “Due gemelle per papà”, con le gemelle Mary-Kate e Ashley Olsen.


Nel 2006 partecipa ad una serie di cortometraggi e il 2009 è il suo anno fortunato perchè entra a far parte del cast del telefilm Pretty Little Liars, dove recita nel ruolo di Spencer Hastings (la mia liars preferita!).
nella foto, con la co-protagonista Ashley Benson (che interpreta Hanna)

Attualmente è fidanzata con Patrick J. Adams, anch'esso attore.


Recensioni

La ricamatrice di segreti

8.8.13

La ricamatrice di segreti
Autore: Kate Alcott
Editore: Tre60
Anno: 2012
Pagine: 400
Prezzo: 9,90

Trama:

Cherbourg, Francia, 10 aprile 1912. È stata una bugia, il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucile Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come segretaria personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbandite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate… Eppure, in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l’umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di lì a poco, un iceberg farà breccia nell’«inaffondabile» Titanic…
New York, 18 aprile 1912. Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Ben presto, però, l’ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà che la fonte di quella notizia è Jim, Tess sarà costretta a una scelta drammatica: proteggere la sua benefattrice o combattere al fianco del suo grande amore…

Recensione:
Ammetto che prendendo tra le mani questo libro, mi sono subito lasciata ispirare dal titolo e ho dato poca importanza alla copertina. Solo in seguito, al momento dell'inizio della lettura, leggendo la trama, mi sono anche accorta della nave sullo sfondo della copertina!
Insomma, non avevo minimamente idea che parlasse del Titanic! Meglio così, la sorpresa è stata doppia!

Il bello di questo libro, è che non si concentra totalmente sull'evento tragico, bensì amalgama alla perfezione i cambiamenti nella vita di Tess, la protagonista, prima e dopo il suo imbarco sul Titanic.
Da umile cameriera, Tess, abile cucitrice, riesce ad entrare nelle grazie dell'altezzosa Lady Lucile Duff Gordon, famosa stilista, facendosi assumere come sua assistente. Le doti per il ricamo, Tess, le ha nel sangue e spera di riuscire a mostrare la sua bravura al resto del mondo, stanca dei lavori umili svolti fino a quel momento.
Si ritrova così circondata da nobili agghindati, cabine lussuose e maestosi saloni da ballo, prima che tutto inesorabilmente finisca, al fatidico momento dello scontro con l'iceberg.
Da lì in poi sarà una continua lotta per Tess. Il processo a cui tutti i sopravvissuti devono prendere parte, si fa sempre più “discusso”, i giornalisti non danno pace a Lady Lucile, su cui piovono accuse che rischiano di stroncare la sua carriera...

Non può ovviamente mancare l'amore, come in ogni romanzo che si rispetti, anche se marginale rispetto agli eventi narrati dal libro, Tess incontrerà proprio sulla neve dei sogni, Jim, un marinaio. Incomprensioni e ostacoli, però, rischiano di dividerli prima ancora che tra loro nasca qualcosa.

E' stata una lettura piacevolissima, ma soprattutto molto interessante. L'autrice riesce a descrivere egregiamente il momento topico, dell'affondamento del Titanic. Senza dilungarsi troppo, è stata capace di riassumere gli attimi di panico, il momento tragico e delirante della nave che va a fondo e gli stati d'animo dei suoi passeggeri.
Il libro riesce a donarci un diverso punto di vista da cui immergerci nella vicenda del Titanic. L'autrice è riuscita a confezionare una storia ricca di suspance, ricamando personaggi ben delineati e ambientazioni suggestive. Come un merletto finemente decorato, “La ricamatrice di segreti” è un romanzo delicato che saprà farsi amare, lasciando un bel ricordo.  

Valutazione:
♥♥♥♥

Fan Direction

Fan Direction #9

6.8.13

E' con estremo piacere che oggi apro una nuova rubrica: Fan Direction (attenzione, niente a che fare con gli One Direction eh!)
In ogni puntata di questa rubrica a cadenza settimanale (maertedì) vi presenterò un attore/attrice, cantante che mi piace, tessendone le lodi... ovvero con la biografia/ filmografia/discografia/qualche news ma soprattutto tante foto, giusto per rifarci un po' gli occhi.
Da dipendente assoluta dei telefilm (ma anche film), sono tanti gli attori per cui ogni tanto mi fisso, così voglio far innamorare un po' anche voi di loro!
Rubrica liberamente inspirata a "Giovedì gnocchi" del blog Il diario (poco) segreto di una fangirl, ne ho cambiato il titolo (spassosissimo) semplicemente perchè presenterò anche esemplari figherrimi di sesso femminile!



Emma Charlotte Duerre Watson, nasce a Parigi il 15 aprile del 1990, da madre francese e padre inglese (entrambi avvocati). 
Ha due fratelli e due sorelle gemelle minori.


Ha vissuto a Parigi con il fratello minore Alexander, fino all'età di cinque anni, dopo il divorzio dei genitori si è trasferita nell'Oxfordshire dove ha frequentato la Dragon School. Ha studiato poi al college, all' Headington School e nel 2003 si è trasferita ufficialmente a Londra.


La passione per la recitazione comincia nei suoi anni scolastici ad Oxford, ma il ruolo di Hermione Grangere è stato il primo importante, nonché quello che l'ha fatta conoscere a tutto il mondo.


Nel 1999 iniziano le audizioni per Harry Potter e dopo otto audizioni, Emma ottiene ufficialmente la parte.


Durante gli anni di Harry Potter (2001-2011), Emma partecipa ad altri progetti, come il film "Ballet Shoes" (2006) o la collaborazione con Burberry, il marchio per cui insieme al fratello Alexander, ha prestato il volto.


Nel 2011 recita in "Marilyn", nel ruolo di Lucy e sempre nello stesso anno gira uno spot Lancome per il profumo Trèsor Midnight Rose.
Altro ruolo importante per lei, è quello nel film "Noi siamo infinito", con Logan Lerman, uscito quest'anno e "Bling Ring" di Sofia Coppola, non ancora uscito nelle sale. Attualmente è al cinema in "Facciamola finita", dove interpreta sè stessa!


Numerosi sono i premi vinti dall'attrice, di cui la maggior parte, dovuti a Harry Potter, che l'ha consacrata e che non ce la farà mai dimenticare.
Emma Watson è sempre stata doppiata da Letizia Ciampa in ogni suo film.

Che dire? Io la adoro!
E' bellissima, simpatica, intelligente...l'ho amata fin dal primo Harry Potter in cui, non poteva esserci un Hermione più adatta di lei.
Oltretutto, la commozione di Emma, alle presentazioni di Harry Potter e i dono della morte pt.II, le lacrime, i sorrisi e gli abbracci con gli amici/colleghi, alla fine di quella grande avventura, non si scordano facilmente.


Follow Us @soratemplates