Innamorarsi a Manhattan

Titolo: Innamorarsi a Manhattan
Paese: USA
Anno: 2005
Cast: Josh Hutcherson, Cynthia Nixon, Charlie Ray

Trama:
Gabe è un ragazzino di 11 anni che va in quinta elementare e vive nel quartiere dell'Upper West Side di Manhattan con suo padre e sua madre. I genitori di Gabe sono ormai separati da un anno e mezzo, ma condividono ancora l'appartamento. Gabe considera New York come la sua città, o quantomeno, ritiene che i dieci isolati che circondano la sua casa lo siano. Ma quando Gabe partecipa ad un corso di karate e viene accoppiato con Rosemary Telesco, che conosce fin dai tempi dell'asilo, tutto cambia improvvisamente.
Recensione:
Ho deciso di vedere questo film, per via della lista delle 101 cose da fare, in cui ho inserito la voce “vedere 100 film mai visti prima”, quindi, perché non iniziare proprio dalla filmografia dei miei attori/attrici preferiti?
Ormai, di Josh (Hutchrson ovviamente, il mio futuro marito u.u), ho visto parecchi film, e questo era uno dei pochi che mi mancavano, e anche uno dei primi che ha girato, ero quindi curiosissima di vederlo.
Fino ad ora, devo dire che mi sono piaciuto tutti, quindi speravo di non rimanere delusa da questo.

Pellicola davvero carinissima, probabilmente l’avrei apprezzato ugualmente anche con un altro attore nella sua parte, perché è esilarante, divertente e racconta in modo davvero verosimile, il critico passaggio tra l’odiare le femmine (tanto da credere che solo toccandole, si possano prendere i pidocchi), all’adorarle fino a compiere gesti assurdi, vagare in una città grande come Manhattan pur di incontrarle…e poi l’inevitabile dolore infinito del primo amore che si, non si scorda mai, sia positivo che negativo che sia, ma ciò che non si scorda, è anche la disperazione che viene dopo la fine.
Lui, Josh,  perfetto nella parte di Gabe, questo ragazzino impacciato e imbranato quando sta davanti a lei, pur avendo le idee abbastanza chiare su come dovrebbe comportarsi. È credibilissimo in questi panni, nonostante non debba essere stato facile girare il film a quell’età (in cui probabilmente pensava davvero che femmine = pidocchi!)
Alle prese anche con la difficile situazione di due genitori sull’orlo del divorzio, costretti ad abitare nella stessa casa pur non sopportandosi, e quindi essendo ancora più confuso nei confronti dei sentimenti.
Divertente, simpatico, si fa il tifo per Gabe dall’inizio alla fine, pieno di gag, e soprattutto genuino. Un film perfetto da vedere in famiglia, per passare piacevolmente un paio d’ore, con un piccolo Josh in erba, alle prese con i primi amori, ed i primi ciak!


Valutazione:
4 ½

0 commenti:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)