News dal baule

Liebster Award e The Versatile Blogger Award!

28.2.14

Buongiorno lettori del Baule!
Nei giorni scorsi, sono stata premiata per il Liebster Award da tre blog, ne sono davvero felicissima!
Ringrazio quindi Vanessa, de I libri sono un antidoto alla trsistezza, Glimmer del blog Message in a bottle, e Ika di Dreaming Wonderland.
Grazie, grazie, grazie!!!

Ecco le regole da seguire quando si vince questo premio:
- Ringraziare e rilinkare il blogger e il suo blog di chi ha presentato la candidatura;
- Rispondere alle dieci domande di chi ti ha nominato;
- Nominare altri dieci blog con meno di 200 followers;
- Proporre ai tuoi candidati dieci domande;
- Andare sui singoli blog e comunicare loro la nomina


Ecco le domande di Vanessa, del blog I libri sono un antidoto alla tristezza

1. Diventi il presidente di una grossa casa editrice: quali sarebbero le prime tre cose che faresti? Cosa cambieresti?
Sicuramente terminerei le serie interrotte, cambierei certe copertine davvero inguardabili, e cercherai di ascoltare maggiormente i consigli dei lettori.
2. Quale libro consiglieresti ad un non-lettore per stregarlo e farlo passare al lato oscuro?
Hunger Games :)
3. C'è un genere letterario che eviti completamente?
Il genere erotico, lo evito proprio!
4. Uno scrittore di cui hai amato tutti i libri alla follia tranne un certo titolo che invece ti ha proprio deluso?
In questo periodo sto adorando particolarmente Maggie Stiefvater e ho deciso di leggere tutti i suoi romanzi. Con Whisper, però, qualcosa mi ha bloccato a poche pagine dall'inizio, e non sono riuscita più ad andare avanti.
5. Leggi solo libri in italiano o anche in inglese?
Solo in italiano, in inglese sono davvero negata!
6. Sei in fila alla cassa e stai per acquistare un libro, ma poi ti accorgi che ha un difetto (una macchietta, un piccolo strappo, un difetto di fabbrica). Lo compri ugualmente o aspetti di trovarne uno davvero perfetto e immacolato? 
Corro subito indietro a cercarne una copia in condizioni più che perfette, e se proprio non c'è, era l'ultimo, e non si sa quando torna disponibile, allora, e solo allora, me lo tengo difettoso ç_ç
7. Qual'è la casa editrice di cui possiedi più libri?
Probabilmente Mondadori.
8. Un autore che a tuo parere è troppo sottovalutato e meriterebbe molto di più? E uno che al contrario è estremamente sopravalutato?
Per quanto riguarda l'autore sopravalutato, direi Lauren Kate, la saga di Fallen non mi è piaciuta proprio per niente. Per l'autore sottovalutato, non saprei.
9. Elenca tre serie interrotte/sospese/in attesa che vorresti proseguire immediatamente
Schegge di me (non ho idea di quando uscirà il seguito), sto attendendo ardentemente Allergiant, e l'ultimo libro della serie di Cate Tiernan,  che è stata interrotta ç_ç
10. Qual'è ultimo libro che hai letto?
Silver, di Kerstin Gier.


Queste sono le domande di Glimmer, Message in a bottle

1) Un genere letterario che ami e uno che non ti interessa per niente?
In questo periodo mi sto appassionando sempre più al genere distopico, avendo amato alla follia Hunger games, ho praticamente deciso di leggere ogni serie distopica che esista! Il genere new adult invece, non mi affascina particolarmente.
2) La trasposizione cinematografica più riuscita?
Beh, direi La ragazza di fuoco, che ho adorato alla follia, o uno qualsiasi dei film di Harry Potter, di cui sono pazzamente innamorata!
3) Ti piace leggere libri adatti al periodo in cui ti trovi (es. Natale o vacanze estive)?
Non faccio molto caso al periodo, potrei leggere qualche libro sul Natale anche in pieno agosto!
4) La tua ultima cotta libresca?
Questa è parecchio difficile! Vediamo, la più recente direi che è Kartik di Una grande e terribile bellezza, ma in realtà è un libro che avevo già letto anni fa, quindi non so se vale! E' adorabile in ogni caso *_*
5) Preferisci prima leggere il libro o vedere il film tratto da esso?
Assolutamente leggere il libro prima, e poi se riesco, vedere anche il film. Alcuni film tratti dai libri sono, a mio parere, fatti veramente malissimo, ma altri sono accettabili e ben fatti. In questo caso, se il film mi è piaciuto particolarmente, e non ho fatto in tempo a leggerne il libro prima di vederlo, lo leggo anche dopo averlo visto, non ho problemi.
6) Preferisci le cover con persone o quelle con disegni?
Dipende molto da come sono fatte. Le cover con le persone non sono male, ma spesso ne trovo molte troppo simili tra loro.
7) Preferisci leggere libri scritti in prima o in terza persona?
Nei libri scritti in prima persona mi sento molto più attiva e parte della storia, ma anche quelli in terza mi piacciono.
8) Prendi mai libri in prestito dalle biblioteche o dagli amici?
In biblioteca, spessissimo, dai miei amici quasi mai perchè sfortunatamente non sono dei grandi lettori. Da parte mia, è raro che presti i miei di libri, se non ha persone di cui mi fidi ciecamente (ho appena contagiato mia sorella con Hunger Games e mi sento soddisfattissima! Solo a lei potevo prestare quei libri! xD)
9) Un libro che hai letto tanti anni fa ma ricordi come se lo avessi letto ieri?
Mmh...un libro letto alle scuole elementari, non ricordo il titolo, ma ricordo che l'ho letto varie volte, preso in prestito proprio in biblioteca. Parlava di una pastorella che...si mangiava lei le pecore, alla faccia del lupo!
10) Il protagonista di un romanzo nel quale ti rispecchi molto?
Sono tanti i libri in cui mi immergo così tanto da trovarmi come fianco a fianco con la protagonista, però in realtà, protagonisti che mi somiglino davvero tanto, ancora non li ho trovati!

Ecco le domande di Ika, del blog Dreaming Wonderland.

1) Qual'è la tua stagione preferita? C'è un libro che te la ricorda?
Mi piace tantissimo la primavera, quindi scelgo Il linguaggio segreto dei fiori, perfetto per quella stagione!
2) Il tuo film d'animazione Disney preferito?

Il Re leone è il mio preferito fin da quando sono bambina, ma ce ne sono tantissimi che mi piacciono particolarmente, il più recente è Ribelle - The Brave, adoro Merida *_*
3) Un libro che tutti amano e tu odi?

Uno splendido disastro. L'ho proprio detestato!
4) Con quale personaggio libresco o della fantasia vorresti condividere la vita?

Peeta Mellark *_*
5) Ebook o cartaceo?

Cartaceo, anche se ho da poco acquistato un ebook reader e devo dire che non mi trovo male. Il cartaceo però non lo batte nessuno.
6) Un libro che ti ha sorpreso in modo positivo e uno in negativo?

Firelight, di Sophie Jordan, mi ha sorpreso in modo positivissimo, anche se nno sono riuscita ad andare avanti con gli altri due volumi della serie, quindi non saprei dire se proseguendo migliora o peggiora. Quello che mi ha sorpreso negativamente invece direi Il confine di un attimo, non mi è piaciuto molto.
7) Un libro che ti è piaciuto moltissimo di un genere che di solito non leggi?

Mmh...al momento non mi viene in mente niente! Anzi si, si, direi Il richiamo del cuculo, non amo i gialli, ma la Rowling potrebbe farmi amare anche una lista della spesa!
8) Preferisci leggere al chiuso o all'aperto?

Solitamente leggo sempre in casa, quindi preferisco al chiuso, ma qualche volta mi capita di leggere anche all'aperto.
9) Hai accessori che riguardano libri (es, maglie, bracciali, portachiavi con simboli ricorrenti nei romanzi)?

Ho il ciondolo della ghiandaia imitatrice, una maglietta con il simbolo dei doni della morte, e una felpa di Harry Potter con scritto sopra "Always" e sempre il simbolo dei doni. Ne comprerei un sacco di questi oggetti, però!
10) Quale film aspetti con più ansia che sarà tratto da un libro?

Sono curiosissima di vedere Divergent, però quello che aspetto con più ansia è sicuramente la prima parte de Il canto della rivolta.

Ecco le mie domandine:

1) Elenca tre serie che hai concluso definitivamente
2) Hai un momento della giornata in cui preferisci maggiormente leggere?
3) Il film, tratto da un libro, che ti è piaciuto di più?
4) Meglio le serie o i libri autoconclusivi?
5) Un libro dell tua infanzia, che ti è rimasto nel cuore?
6) Un libro che ti è stato consigliato da qualcuno, e che ti ha colpito in maniera positiva.
7) Riesci a leggere anche in mezzo alla confusione, con musica o tv in sottofondo, o leggi solamente nell'assoluto silenzio?
8) La coppia letteraria che shippi maggiormente?
9) Segui qualche serie tv tratta da libri?
10) Il personaggio libresco per cui saresti disposta a fare follie, pur di conquistarlo?

Ed ecco i blog che ho deciso di premiare:

100% Booklover
Il blog di Chiara
Il Castello tra le Nuvole
Ink Soul - Anima di'inchiostro
Inky mist in a brighter night
Welcome to the city of bones
La Biblioteca di Eliza
Divoratori di libri
La tana di una booklover
Libri & Popcorn


E poi, non è finita qui, perchè devo anche ringraziare Luisa del blog NeoMamma On Board, per il premio "The Versatile Blogger Awad".
Quanti premi, sono emozionata! *_*

Le regole di questo premio sono:
- ringraziare il blogger che vi ha premiate;
- inserire il banner del premio;
- elencare 7 cose di sé;
- nominare altri 15 blogger;
- avvisare tutti i vincitori.

Ecco le 7 cose su di me:
- Amo alla follia il colore rosso
-  Nutro un amore viscerale per la città di Londra, pur non essendoci ancora mai stata (forse quest'anno è quello giusto *_*)
- Sono golossissima di dolci, in particolare quelli più calorici (ç_ç) con panna, creme e cose così!
- Mi piacciono tantissimo i gatti, ma non ne ho mai avuto uno.
- Non amo il caffè.
- Sono negata in inglese.
- Adoro andare ai concerti (sono la cosa più bella che ci sia *w*), mentre non sopporto le discoteche.

Ho deciso di non taggare ulteriori blog, i blog già taggati sopra, possono quindi ritirare anche questo premio.
Scusate per il post chilometrico, spero di non avervi annoiato, o peggio, fatto addormentare!

Piemme Freeway

Doppia (mini) recensione: Sirene e Taken

27.2.14

Buona giornata miei lettori, come state?
Per oggi ho preparato due recensioni brevi, perchè in questo periodo, causa studio per un corso che sto frequntando, ho meno tempo del solito per seguire il blog. Probabilmente le letture andranno un po' a rilento, e nelle recensioni non mi dilungherò più di tanto.


Titolo: Sirene
Autore: Tricia Rayburn
Editore: Piemme
Collana: Freeway
Anno: 2011
Pagine: 303
Prezzo: 18,00

Trama:
A diciassette anni, Vanessa ha paura di tutto: del buio, delle altezze, dell’oceano… ma per fortuna Justine, la sorella maggiore, è sempre al suo fianco per proteggerla e incoraggiarla. Finché una notte, Justine si tuffa da una scogliera e il suo corpo senza vita riaffiora a miglia di distanza dalla loro casa di vacanza di Winter Harbor, nel Maine. Vanessa non riesce a convincersi che la morte di Justine sia accidentale, soprattutto dopo aver scoperto quanti segreti nascondesse la sorella che tutti consideravano irreprensibile. Poi anche il ragazzo di Justine sparisce e nello stesso tempo tutta la cittadina di Winter Harbor comincia a contare numerosi uomini affogati, tutti ritrovati con un enigmatico sorriso stampato sulle labbra. Nel giro di poche settimane, Vanessa scoprirà molte cose: come è morta la sorella, le dolcezze e i rischi dell’amore, e qualcosa di sconvolgente sulla propria natura…  

Recensione:
Dopo "Un bacio dagli abissi", questo era il secondo libro che leggevo sull'argomento, ovvero su quelle magnifiche creature che sono le sirene.
Il libro era partito benissimo, ero convinta che sarebbe stata una lettura piacevole e divertente, ma prima di arrivare a metà, qualcosa si era già incrinato.

La protagonista, Vanessa, simpatica, e coraggiosa, in un primo momento, l'ho parecchio rivalutata quando, da un giorno all'altro, inizia a provare qualcosa per Simon. Il legame d'amicizia che lega i due ragazzi da tanti anni, e che si trasforma in amore travolgente dall'oggi al domani, mi ha infastidito. Fin dalle prime pagine si intuisce che lei avrà molto a che fare con i due fratelli Charmical, però avrei preferito se il sentimento tra i due, nascesse e crescesse in un altro modo. 
La figura della Sirena, non viene descritta come immaginavo, nel modo classico, nè viene raccontato benissimo il dolore per la perdita della sorella di Vanessa, Justine. Non sono riuscita a sentire il dolore di Vanessà, nè quello dei suoi genitori, di fronte ad un evento tanto sconvolgente. Ho trovato quel passaggio della storia, privo di sentimento, come invece l'ho trovato  descritto benissimo in altri libri (mi viene in mente, The Sky is everywhere, dove questo aspetto era realistico e intriso di emozioni). Il finale, mi ha sorpreso e lasciato in uno stato di confusione, con un punto di domanda enorme, riguardo la vera natura di Vanessa (che poi non è tanto un mistero, visto il titolo così esplicito del libro) e il suo non esserne  scioccata. Mi è piaciuta molto invece, White Harbor, la cittadina in cui è ambientata la storia. Colorata e pittoresca, metà perfetta per i turisti, è stata descritta vividamente dall'autrice.


Valutazione:
♥♥



Titolo: Taken
Autore: Erin Bowman
Editore: Sperling e Kupfer
Anno: 2013
Pagine: 324
Prezzo: 16,90

Trama:
A Claysoot, una piccola comunità isolata dal resto del mondo da alte mura, tutti i ragazzi scompaiono alla mezzanotte del giorno del loro diciottesimo compleanno. Non appena scocca l’ora fatidica, la terra trema, il vento infuria e del giovane non rimane traccia. Ecco perché, a pochi mesi dal suo compleanno, Gray si prepara ad affrontare il terribile destino che lo attende. Ma, un giorno, trova per caso una misteriosa lettera della madre, morta ormai da molti anni, che lo spinge a reagire. Insieme con Emma, la ragazza di cui è innamorato, decide quindi di fuggire dalla città per scoprire che cosa si nasconde dietro le invalicabili mura di Claysoot. Gray non sa che là fuori lo aspetta un segreto inquietante…

Recensione:
Siamo a Claysoot, un piccolo paesino circondato da alte mura, isolato dal resto del paese. E' qui che vive Gray, assieme al fratello, in attesa di compiere 18 anni e Sparire misteriosamente nel nulla, perchè è così che succede a Claysoot, i ragazzi maschi appena arrivano alla maggiore età, scompaiono. Non si sa dove, non si sa perchè, non si sa se sia così anche nel resto del mondo, i cittadini di questa piccola comunità hanno imparato ad accettarlo e basta. Non Gray però, che, non riesce a capacitarsi di dover rimanere da solo quando il fratello scompare, e il ritrovamento di una misteriosa lettera scritta dalla madre, dove si parla proprio di lui, non fa che accrescere in Gray il bisogno di capire e porre delle domande.


Taken, ha una trama che è stata capace di stuzzicare fin da subito la mia curiosità. Il distopico sta diventando il mio genere preferito ormai, apprezzo tantissimo questi personaggi che si ergono a paladini della legge per sconfiggere una società crudele e malata...d'altronde Katniss Everdeen è la mia eroina!
Certo, meglio di Hunger Games per me, non ce n'è, quindi trovo scopiazzature della saga della Collins, ormai in ogni libro, così anche qui, certi particolari davvero troppo, troppo simili alle avventure di Katniss nell'Arena, li avrei evitati. La caverna per esempio, era proprio necessario infilare Gray nella caverna? Nessuna scena amorosa qui, per carità, però ovviamente la mia mente, corre subito alla fatidica scena del bacio Katniss-Peeta. Gray, poi, è un abilissimo arciere. Certo, a Claysoot non ci sono armi come fucili e pistole, ma il suo super talento con arco e frecce, poteva essere sostituito con un'altra abilità altrettanto utile secondo me. Non posso nemmeno non nominare Emma e le sue "mani magiche", si, perchè lei, come Prim e la madre di Katniss, è un abile crocerossina!

Per quanto abbia apprezzato il maturamento di Gray dopo aver scavalcato il muro (diventa forte, coraggioso, pronto a combattere), l'ho preferito maggiormente all'inizio della storia, quando i suoi sentimenti nei confronti del fratello e di Emma, caratterizzavano il suo personaggio. Col proseguire della storia, è come se l'autrice avesse lasciato al di là del muro un pezzo del personaggio, il suo spessore si affievolisce e anche le sue mosse diventano prevedibili.
Gray ha dei sentimenti confusi, nonostante sia innamorato da sempre di Emma, perchè non appena appare la brillante e coraggiosa Bree, non ci mette niente a far scaturire  il triangolo d'amore...eh, d'altra parte senza il triangolo amoroso, che libro è? Peccato però che il rapporto che sviluppa con Bree, sia davvero troppo frettoloso per uno che ha nascosto i suoi sentimenti per anni (sarà mica parente di Peeta?).
Sia Bree, che Emma, sono personaggi poco sviluppati, caratterizzati l'essenziale, ma non abbastanza delineati da riuscire a far affezionare a loro il lettore.
Lo stile utilizzato dall'autrice è lineare, scorrevole e asciutto, il finale però, è abbastanza scontato e semplice.
Spero nel seguito, in un iniezione di originalità, chiarezza sulla natura dei sentimenti di Gray, e soprattutto qualche colpo di scena in più, perchè qui, anche se qualche sorpresa c'è, non rende il ritmo veloce e incalzante come gli altri distopici che ho letto.

Valutazione:
♥♥♥


Anteprima

Novità in libreria!

26.2.14

Buongiorno lettori del Baule, come ve la passate?
In questo post, vi parlo di alcuni titoli interessantissimi in uscita prossimamente. Io, aspetto ardentemente di concludere la storia di Tris, con Allegiant, il capitolo finale della trilogia distopica di Veronica Roth *_*
Ma anche Soulmates, primo libro della nuova serie di Apilynne Pike, sembra carino (la copertina è davvero bella!). E voi, c'è qualche titolo che vi attira?


Titolo: Il dominatore
Autore: Alma Katsu
Editore: Longanesi
Serie: Immortal #2
Data di uscita: 27 febbraio 2014
Pagine: 380
Prezzo: 12,90



Trama:
Lanny è bellissima, sensuale, appassionata... E ha oltre duecento anni. Lanny è un'immortale, ma la sua vita eterna ha un prezzo. È costretta a fuggire e a nascondersi continuamente, perché l'uomo che le ha donato l'immortalità, il potente e spietato Adair, è sulle sue tracce. Adair ha più di mille anni, ma nella sua lunghissima vita non ha mai incontrato una donna come Lanny. E ora che si è liberato dalla cella in cui lei l'ha rinchiuso per più di un secolo, Adair deve scegliere: ascoltare la voce dell'odio e della vendetta, che gli impone di scovare Lanny e ucciderla dopo orribili sevizie? Oppure cedere a una voce più profonda e autentica, che non sentiva da secoli: quella dell'amore?




Titolo: Soulmates
Autore: Aprilynne Pike
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 18 marzo 2014
Pagine:336
Prezzo: 17,00




Trama:
Tavia non ricorda nulla del proprio passato. Ha perso la memoria in un terribile incidente aereo di cui è l'unica sopravvissuta. Ora tenta di ritrovare la serenità grazie all'aiuto di Benson, il suo unico amico. Un giorno, però, succede qualcosa di inaspettato: Tavia inizia ad avere strane visioni. Visioni di un ragazzo che non conosce, ma che sembra sapere tutto di lei. Pian piano Tavia capisce di essere legata a Quinn, il ragazzo misterioso, da un sentimento profondo, un sentimento che affonda le radici nella notte dei tempi. Ma chi sarà la vera anima gemella di Tavia: Quinn, lo sconosciuto che popola i suoi sogni, oppure Benson, l'amico di sempre?



Titolo: Una ragione per restare
Autore: Rebecca Donovan
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 27 Marzo 2014
Pagine: 320 
Prezzo: 9,90

Trama:
Nella cittadina di Weslyn, nel Connecticut, dove la maggior parte delle persone si preoccupa dei fatti degli altri, Emma Thomas avrebbe preferito non essere vista da tutti. Emma cerca di dare l’impressione di essere una ragazza a posto e che vada tutto bene tirando giù le maniche per nascondere i lividi – non volendo che qualcuno possa immaginare come stiano veramente le cose nella sua vita. Senza averlo cercato o atteso, ecco che Emma si trova a tu per tu con l’Amore. Ma a questo punto nascondere il suo segreto sarà un rischio che dovrà per forza correre…



Titolo: Allegiant
Autore: Veronica Roth

Editore: DeAgostini
Serie: Divergent #3

Data di uscita: 18 Marzo 2014
Pagine: 544
Prezzo: 14,90


Trama:
La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il “sistema per fazioni” era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l’opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l’amore e il sacrificio.

Fan Direction

Fan Direction #30 - Colton Haynes

25.2.14

In ogni puntata di questa rubrica a cadenza settimanale (martedì) vi presenterò un attore/attrice, cantante che mi piace, tessendone le lodi... ovvero con la biografia/ filmografia/discografia/qualche news ma soprattutto tante foto, giusto per rifarci un po' gli occhi.
Da dipendente assoluta dei telefilm (ma anche film), sono tanti gli attori per cui ogni tanto mi fisso, così voglio far innamorare un po' anche voi di loro!
Rubrica liberamente inspirata a "Giovedì gnocchi" del blog Il diario (poco) segreto di una fangirl, ne ho cambiato il titolo (spassosissimo) semplicemente perchè presenterò anche esemplari figherrimi di sesso femminile!
L'ospite della puntata odierna di Fan Direction è *rullo di tamburi*...

Colton Haynes


Colton Haynes è nato nel Kansas, più precisamente a Wichita, il 13 luglio 1988.
Ha vissuto anche in Arkansas, Texas e Nuovo Mexico, ha discendenze per metà europee e per metà Cherokee. Colton è il più giovane in famiglia, ha un fratello e due sorelle tutti più grandi di lui.


All'età di quindici anni, ha iniziato la sua carriera di modelle per Abercrombie e Fitch, mentre viveva a New York, successivamente è apparso in servizi fotografici per varie riviste come Teen Vogue e XY. Ha lavorato come modello anche per campagne fotografiche di vari marchi d'abbigliamento.


Trasferitosi a Los Angeles, dopo un primo ruolo come comparsa in Trasformers nel 2007, ruolo che non gli viene però accreditato, è comparso poi in CSI:Miami. Prende anche parte nel video musicale dei My Chemical Romance "I don't love you" (che mi vado subito a vedere!)


Il signorino, ha fatto anche il provino per la parte di Edward Cullen in Twilight, ruolo per cui è stato poi scelto Robert Pattinson. Che dite, ce lo vedevate nei panni del vampiro 
sbirluccicoso? 


Nella serie "The Gates - Dietro il cancello" di ABC, interpreta un atleta che si trasforma in lupo mannaro, la cosa gli ha portato fortuna, visto che è poi stato preso in Teen Wolf (il mio amato, adorato Teen Wolf *-*) nel ruolo di Jackson Witthemore, facendosi conoscere al grande pubblico anche fuori dagli Stati Uniti. Nel 2012 lascia la serie giunta alla terza stagione (probabilmente per contrasti con il regista, che aveva ridotto la presenza del suo personaggio a 12 episodi su 24 ç_ç), ma è fortunato, perchè entra nel cast di Arrow, rinnovato pochi giorni fa alla terza stagione.


Mi è dispiaciuto molto che Colton abbia lasciato Teen Wolf, soprattutto quando stavo iniziando a rivalutare il suo personaggio! Speravo in un possibile ritorno di Jackson, ma se ci sono stati "problemi interni", la vedo dura ç_ç


Comunque, pensate un po', che Colton ha dichiarato in un'intervista di aver subito di atti di bullismo a scuola, a causa delle sue lentiggini...ma trovarlo uno così con cui farsi la foto da Abercrombie e Fitch!

...certo, magari non in questa versione! Ahahahah!!!!!

Random

Tag: Book Cake

24.2.14

Qualche giorno fa, ho scoperto questo carinissimo tag dal blog di Lexie, 100% Booklover, e secondo voi potevo forse farmelo mancare? Assolutamente no!
Ebbene, ecco a voi il "Book Cake Tag", ovviamente, siete taggati tuuuuuutti quanti!


1) Farina - Un libro un po' lento all'inizio, ma che a lungo andare ti ha ''preso/a''
Direi Il seggio vacante. All'inizio non mi coinvolgeva più di tanto, ma man mano che la lettura proseguiva, la storia ha iniziato a piacermi sempre di più.

2) Margarina - Un libro con una trama davvero ricca e grandiosa
Beh, Harry Potter naturalmente.
Rimane la saga più ricca di tutto: dettagli, nomi, creature magiche, incantesimi, pozioni, luoghi, particolari... la Rowling ha creato davvero tutto un mondo.


3) Uova - Un libro che pensavi non ti piacesse ma che si è rivelato piacevole
Chaos. Delirium non mi aveva entusiasmato quanto credevo, quindi mi aspettavo lo stesso per Chaos, che invece, mi ha coinvolto tantissimo! Ho paura di leggere Requiem a questo punto!

4) Zucchero - Un libro dolce
The Sky is everywhere.  In realtà non è una lettura totalmente dolce, perchè racchiude varie emozioni e sentimenti, ma è uno dei libri più belli che abbia letto e una di quelle storie che non dimenticherò mai.

5) Glassa - Un libro che ricopre ogni singolo elemento che vorresti ogni libro avesse 
(momenti divertenti, di azione, tristi..)
Shiver? E' stata la scoperta sensazionale del 2013, uno dei pochi libri che mi ha conquistata fin dalla prima pagina. Tutto ciò che compone la trilogia della Stiefvater, mi ha fatto innamorare, colpo di fulmine.

6) Decorazioni - Una serie che ti tira su quando sei triste
La tentazione di rispondere nuovamente Harry Potter, è altissima! Ma dico Una grande e terribile bellezza, che ho in procinto di rileggere nei prossimi giorni. Mi ha conquistata *-*

7) La ciliegina sulla torta - Il tuo libro preferito di quest'anno
Siccome il 2014 è appena iniziato, io opto per una lettura del 2013, Anche qui, vorrei ripetermi e dire Shiver, ma l'ho già scritto, mannaggia!  A questo punto scelgo "Una mano piena di nuvole", un libro davvero stupefacente.

Schegge d'autore

Schegge d'autore #6

23.2.14

Seconda puntata di questa nuova rubrica del Baule, "Schegge d'autore".
Rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere, scrittori in erba insomma!




Titolo: La mia amica ebrea
Autore: Rebecca Domino
Canale di distribuzione: Lulu
Pagine: 300
Data di pubblicazione: 27 gennaio 2014 (Giornata della Memoria).
Prezzo: 1.99 (ebook)
Link d'acquisto:


Trama:
Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.
Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente.
Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza.
Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.

L'autrice:     
Rebecca Domino è nata nel 1984, e da sempre appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa sua grande passione per molti anni, è tornata a scrivere e adesso è ciò che le piace di più fare. E' anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "La mia amica ebrea" è il suo primo romanzo.





Titolo: Quando dal cielo cadevano le stella
Autore: Sofia Domino
Canale di distribuzione: Lulu
Data di pubblicazione: 27 gennaio 2014 (Giornata della Memoria).
Pagine: 496
Prezzo: 1.99 (ebook)
Link d'acquisto: 
http://www.lulu.com/shop/sofia-domino/quando-dal-cielo-cadevano-le-stelle/ebook/product-21416037.html

Trama:
Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.
Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.
Perché dal cielo non cadano più le stelle.

L'autrice:     
Sofia Domino è nata nel 1987 e sin da quando era piccola le piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la sua passione principale. Oltre a scrivere adora leggere e sognare. Inoltre, viaggia non appena può. "Quando dal cielo cadevano le stelle" è il suo primo romanzo.

Bisbigli dal Baule

Bisbigli dal baule #14

22.2.14



Bisbigli dal Baule, è una rubrica a cadenza occasionale (inutile stabilire un giorno, tanto non me lo ricorderei e finirei per non rispettarlo!) dove pubblicherò frasi di libri letti più o meno recentemente, o frasi di film, telefilm... Insomma, citazioni trovate che mi hanno colpito particolarmente e che vorrei condividere con voi.
Se volete partecipare, scrivete un commento con le frasi che più vi piacciono!

Le citazioni di oggi, sono tratte da un telefilm che seguo da parecchio tempo (è arrivato alla decima stagione ormai), e che ogni tanto sforna delle "perle" niente male! Sto parlando di Grey's Anatomy, una serie tv ad altissimo contenuto emotivo!


“Ti colpiscono sbucando dal nulla. Quando le cose brutte arrivano, arrivano all'improvviso, senza avvertire. È raro vedere che la catastrofe si avvicina. Non importa quanto ci prepariamo ad affrontarla. Facciamo del nostro meglio, ma a volte non è abbastanza. Allacciamo le cinture, indossiamo il casco, scegliamo strade illuminate, cerchiamo di difenderci. Cerchiamo di proteggerci con tutte le forze, ma non fa alcuna differenza. Perché, quando le cose brutte arrivano, sbucano dal nulla. Le cose brutte arrivano all'improvviso, senza avvertire. Ma dimentichiamo che, a volte, arrivano così anche le cose belle.”
Grey's Anatomy



"Ciò significa che alla fine della giornata, tutto ciò che veramente abbiamo è solo noi stessi. E niente a questo mondo può farti sentire più solo di così."

Grey's Anatomy



"Se dovessi uccidere qualcuno, lei è la persona che chiamerei per aiutarmi a trascinare il corpo lungo il pavimento del soggiorno. Lei è la mia persona."
Grey's Anatomy

Follow Us @soratemplates