Newton Compton

Mini-recensione /Ricominciare a Parigi" e "Nessuno è come te"

30.7.15


Buongiorno cari lettori, oggi vi propongo due recensioni brevissime, perchè: 1.fa troppo caldo, e faccio moooolta fatica a scervellarmi e stare al pc a scrivere recensioni, 2. il mio pc ultimamente ha qualche problemino, quindi è meglio che lo lasci "riposare" un po' (anche lui soffre il caldo), e 3. purtroppo i libri di cui vi parlo oggi, non mi hanno fatto impazzire, perciò ho poco da dire al riguardo xD
Detto ciò, vi saluto, e vado a mangiarmi un gelato, e a mettermi sotto il condizionatore! Bye :)


Titolo: Ricominciare a Parigi
Autore: Corine Gantz
Editore: Sperling &Kupfer
Anno: 2015
Pagine: 323
Prezzo: 16,90 €

Trama:
Una  casa nel cuore di Parigi: per molti è un sogno, per Annie è tutta la sua vita. L'elegante palazzina nel sedicesimo arrondissement dove si è trasferita dieci anni prima, dopo aver lasciato gli Stati Uniti, è l'unico luogo che l'abbia fatta sentire al sicuro in quel paese straniero. L'unico luogo in cui si sia sentita padrona di sé, indaffarata tra i fornelli o in giardino, tra mobili da aggiustare e pareti da ridipingere, mentre i bambini erano a scuola e il marito perennemente al lavoro, perennemente "distante" - più di quanto Annie potesse immaginare. Ora che lui è morto all'improvviso lasciandola in un mare di debiti, Annie deve escogitare un piano per non perdere ciò che ha di più caro. E così, nonostante il parere negativo del fedelissimo (e quindi probabilmente innamoratissimo) amico Lucas, decide di affittare le stanze vuote della casa. Il suo annuncio, intitolato "Ricominciare a Parigi!", non è il solito inserto pubblicitario, bensì un messaggio che colpisce nel profondo anime alla deriva in cerca di un approdo sicuro e accogliente. A rispondere sono Lola, Althea e Jared: una ex modella americana in fuga da una vita apparentemente perfetta, una ragazza fragile in fuga da una solitudine che la consuma, e un affascinante pittore squattrinato in fuga dai propri incubi. Annie non è uno chef stellato, ma di stellare ha la passione e la fantasia, tali da infondere calore e vita a tutto ciò che tocca.

Recensione:
Un po come "Baci segreti e lettere d'amore" anche qui la protagonista decide di rivoluzionare la sua vita, rendendo la sua casa una sorta di "pensione" in cui ospita le persone più svariate.
Qui, la motivazione è puramente economica, perché dopo la scomparsa del marito, e con tre figli a carico, la  protagonista si rende conto che, per campare,  e non dover abbandonare la su meravigliosa casa nel cuore di Parigi  (con otto, e dico otto camere da letto), deve trovare una soluzione.  Così, attraverso un annuncio, una modella con due figli,  una ragazza un po' problematica e un'artista,  finiscono sotto lo stesso tetto.
La storia mi ha coinvolto abbastanza all'inizio, ma ad un certo punto, non so perché, ha iniziato a stancarmi, smettendo di convincermi pienamente. Ho trovato alcuni atteggiamenti dei personaggi parecchio strani, quasi incomprensibili, e questo ha iniziato a rendermeli anche un po antipatici.  Per il resto la storia non è male, le descrizioni sono buone, e la bellezza dello sfondo parigino, aiuta a rendere l'atmosfera più  interessante. È una storia leggera, tutto sommato piacevole, senza troppe pretese, anche se avrei approfondito maggiormente certi aspetti della vita della protagonista.
Insomma,  si poteva fare di meglio!

Valutazione: ♥♥♥


Titolo: Nessuno è come te
Autore: Laurie Halse Anderson
Editore: Newton Compton
Anno: 2015
Pagine: 251
Prezzo: 9,90€

Trama:
Tyler  Miller è il tipico ragazzo medio, poco brillante negli studi, con una famiglia disfunzionale alle spalle e poco capace di attirare l'attenzione su di sé. Ma quando viene arrestato per aver fatto dei graffiti sui muri della scuola, è costretto a trascorrere l'estate lavorando per ripagare il danno commesso. E mai una trasformazione è stata così repentina. Tyler si trasforma, come una farfalla che esce dal suo bozzolo, cresce e diventa un uomo nel giro di poche settimane. Il suo nuovo fisico scattante e muscoloso attira l'attenzione di Bethany Milbury, figlia del capo di suo padre e sorella della sua più grande nemica Chip, che è anche la ragazza per cui batte segretamente il cuore di Tyler. Bethany sa quello che vuole ed è disposta a tutto pur di ottenerlo, anche a far infuriare la sorella. Il suo comportamento scatenerà una serie di eventi e cambiamenti che metteranno Tyler di fronte a scelte importanti. Non c'è più tempo per rimandare e il giovane dovrà capire chi vuole essere veramente a scuola, in famiglia e nella vita e questo sarà più difficile e doloroso di quanto potesse immaginare...

Recensione:
Pensavo di andare sul sicuro, con un libro della Anderson, visto che avevo adorato i suoi Speak e Wintergirls, entrambi romanzi memorabili, soprattutto per i temi e i modi in cui sono trattati, e invece questo libri purtroppo mi ha delusa.
per la maggior parte del tempo,  non sono riuscita a capire precisamente che tipo di storia l'autrice avesse intenzione di raccontare,  e la cosa mi ha disorientata.
Sostanzialmente, il libro è ben scritto,  ed il protagonista è anche simpatico (soprattutto all'inizio), ma non succede nulla di particolarmente significativo.
pensavo si trattasse di una storia che lasciasse il segno, ed invece sono rimasta basita. I personaggi non spiccano più di tanto,  la vicenda raccontata, la vita del protagonista Tyler e tutto ciò che gli succede, sono senza dubbio molto particolari,  ma a me personalmente,il libro non ha lasciato nulla.
L'unica cosa che salvo, è il finale, e i risvolti familiari, che hanno portato alla maturazione del personaggio di Tyler, ma nulla di più.
Non mi sono trovata coinvolta nella storia, nè divertita, a parte l'ironia iniziale del personaggio, che via via perde effetto.

Valutazione: ♥♥/ e mezzo

Recensioni telefilm

Arrow e The Flash

28.7.15

Buongiorno lettori,  come state?
Siete già tutti al mare, o in una qualche magnifica città? Se si, beati voi, lasciatemelo dire! X
Oggi vi parlo di due telefilm, che ho finito un po' di tempo fa, ma che,  come la solito, non sono riuscita a recensire prima. Capita, quando si seguono contemporaneamente (ma anche non), 974916836 serie TV diverse! 
Voi invece, state seguendo qualche telefilm in questo periodo estivo? :)

ARROW (stagione 3)
Come penso di aver ribadito più volte, film o telefilm con supereroi come protagonisti, non sono esattamente il mio genere, ma con Arrow non mi sono mai pentita di averlo iniziato.
così, questa stagione,  è stata ancora più coinvolgente e bella della precedente, e l'ho trovata sempre più entusiasmante, man mano che si avvicinava il finale, con tutti i risvolti che ne sono conseguiti. Per come si è concluso, sono più curiosa che mai di scoprire come la prossima si svolgerà. È stata tristissima la scelta fatta da Roy, ma penso che tutto ciò che ha fatto per Oliver, fosse assolutamente necessario, per dare più importanza al suo personaggio che, a mio parere,  meritava di avere più spazio. Belle, ma anche un po' troppo veloci e surreali, le evoluzioni di Laurel e Thea anche se in fin dei conti abbastanza scontate, visto da chi sono circondate, era necessario imparare a difendersi.
il conflitto interiore di Oliver, che è stato un po' il fulcro della stagione, l'ha portato a compiere determinate scelte, che hanno reso le puntate adrenaliniche e molto avvincenti. Altro punto forte della stagione, il colpo di scena delle prime puntate, ovvero l'addio di un personaggio, che sarà un dramma che colpirà un po' tutti. Insomma, una stagione parecchio movimentata, i copi di scena non sono mancati, e poi, diciamocelo, vele la pena vedere il telefilm solamente per Stephan Ammell!!
Valutazione: ♥♥♥♥



THE FLASH (prima stagione)
Iniziato assolutamente per caso,  visti i cross over con Arrow sono stata quasi "obbligata". Beh, se nella sua introduzione in Arrow, il personaggio di Barry non mi aveva colpita granché, qui devo dire che mi ha fatto cambiare idea, e sono felice di aver iniziato la serie. L'attore che lo interpreta, Grant Giustin, penso che sia perfetto nella parte, un po' alla Peter Parker, un ragazzo imbranato, carino, ma poco carismatico inizialmente,che si ritrova a dover vestire e gestire i panni del super eroe, e lo fa alla grande, perché sostanzialmente è una persona buona e dolce,  e nonostante tutti i dolori che la vita gli ha messo davanti, la vendetta è una cosa che non fa parte di lui...o almeno così pare!  La sua vita amorosa,  nonostante i poteri,  il coraggio,  le missioni suicida e i chilogrammi persi, (con tutto quel correre, la linea la mantiene sempre e comunque! ), non migliora granché e tutto sommato la cosa non mi dispiace,  visto che il personaggio di Iris, non mi fa impazzire anche se, vedendo l'ultima puntata in originale, ho quasi cambiato idea...forse è colpa della voce italiana che le hanno affibbiato,  che la fa sembrare insopportabile! 
Comunque, per essere uno spin-off, basato su un personaggio nuovissimo,  apparso si è no due/tre puntate in Arrow, fu zona piuttosto bene.  DI cross-over tra le due serie,  poi,  c'è ne sono più di uno, quindi alla fine,  se si segue Arrow, viene naturale dare una possibilità anche al telefilm su Flash.
Valutazione: ♥♥♥/ e mezzo

English Book

Arustotle and Dante discover the secrets of the universe

27.7.15


Titolo: Aristotle and Dante discover the secrets of the universe
Autore: Benjamin Alire Sáenz


Trama:
El Paso, 1987. Aristotle è un adolescente arrabbiato con un fratello in prigione. Dante è un so-tutto-io con un modo insolito di vedere il mondo. Quando i due si incontrano in piscina, sembrano non avere niente in comune. Ma quando iniziano a trascorrere del tempo insieme, scoprono di condividere un'amicizia speciale -il tipo che cambia la vita e dura per sempre. Ed è attraverso quest'amicizia che Ari e Dante impareranno le più importanti verità su se stessi e sulle persone che desiderano diventare.




Recensione:
Tre cose devo dire su questo libro, la prima è che è una lettura per la Summer Reading Challenge (libro con un protagonista maschile). La seconda è che non ero sicura di riuscire a finirlo, perché, mi sembrava troppo difficile da leggere in lingua, e la terza è che, all'inizio ero convinta che gli Aristotle e Dante del titolo, fossero veramente quegli Aristotle e Dante.
L'avevo adocchiato un annetto fa, quando ho iniziato la mia wishlist in lingua che è oggi fin troppo lunga. Ne avevo letto l'anteprima e mi era piaciuta, mi aveva incuriosito il titolo è mi ero innamorata della cover,  ma ho aspettato pazientemente,  di scoprire qualcosa in più. Ad oggi ha collezionato un sacco di recensioni positive, quindi la curiosità era troppa per poter aspettare oltre.
Dunque,  i protagonisti maschili,  sono due, come il titolo ci suggerisce.  Aristotle è un ragazzino molto particolare,  è riservato un solitario,  è arrabbiato con il mondo, ha un rapporto un po problematico con il padre, con cui non riesce a comunicare,  e ha un rapporto conflittuale con sé stesso, e con sé stesso, è infatti molto severo, è un tipo riflessivo,  che pensa tantissimo,  valuta,  analizza. Affronta momenti in cui non sente il bisogno di avere amici,  ed altri in cui,  la necessità di avere accanto persone che lo capiscano, è impellente. E poi nella sua vita, arriva Dante, all'improvviso,  e anche lui non è certo un ragazzo come gli altri.
È una persona sincera, schietta, simpatica. A prima vista non sembrerebbe  avere grossi problemi nel farsi nuove amicizie, visto che è molto socievole, ma è proprio la sua sincerità, il suo sentimentalismo,  il suo coraggio nel mostrare le proprie emozioni, che fanno di lui una persona solitaria, come Aristotle,  perché questi suoi pregi, per alcune persone, sono visti come difetti.
I due costruiscono fin da subito un rapporto unico, un'amicizia pura e profonda, anche se le cose non sono sempre facili. La sincerità di Dante, crea qualche problema anche ad Aristotle che spesso,  non vorrebbe sentirsi dire la verità. Quest'ultimo, vive dei momenti di confusione,  anche a causa del fratello, in prigione da tempo e questo suo non sapere,  questo essere all'oscuro, di ciò che è accaduto realmente,   lo ossessiona.

"Scommetto che a volte potresti trovare tutti i misteri dell'universo nella mano di una persona."

Il libro è veramente bello, parla non solo di amicizia e del rapporto familiare, ma anche di fiducia,  di crescita (i personaggi maturano molto nel corso del libro) e di accettazione di sè stessi.  Il finale, è incerto fino all'ultimo,  e non delude per niente.
La scrittura è ipnotica, poetica, a raccontare la storia è sempre Aristotle, e ci parla con il cuore, raccontando tutto con sincerità, senza filtri. Mi sono ritrovata a scrivere,  sottolineare e rileggere numerose frasi che mi sono piaciute tantissimo.
È un romanzo scorrevolissimo, nonostante qualche difficoltà iniziale ed alcuni punti che ho dovuto rileggere, non ho riscontrato grossi problemi  nel leggerlo. Si legge in fretta, perché è quel tipo di stile, che cattura fin da subito, o almeno,  che cattura me. Descrittivo quanto basta, emozionale, personale,  pieno di sentimenti e che non lascia nulla al caso. E poi,  si è troppo curiosi di scoprire cosa il protagonista impara di sé , ciò che vuole e se, riuscirà o meno ad essere sincero con se stesso,  da desiderar di arrivare alla fine in un baleno.
In conclusione, uno dei libri più belli che ho letto quest'anno (fino ad ora!).

Vogliamo parlare dell'edizione italiana, gioia immensa, ma purtroppo introvabile (così dicono) e uscita assolutamente in sordina? E la cover a dir poco deprimente? È scandaloso che un libro così bello,  abbia una copertina così insignificante :(

Valutazione: ♥♥♥♥♥
Livello di difficoltà in lingua: medio/facile.



Note musicali dal Baule

Note musicali dal baule #36

25.7.15


Vista la mia folle passione per la musica, come si può benissimo constatare QUA, non potevo non creare una rubrica in tema!
"Note musicali dal baule" è una rubrica senza cadenza fissa, in cui vi posterò le mie canzoni preferite, le nuove scoperte, vi presenterò alcuni artisti...
Se volete lasciare tra i commenti i titoli delle canzoni che VOI amate di più, i vostri cantanti preferiti, o consigliarmi qualche canzone, fate pure! Non sono mai sazia di musica, quindi ogni nuova scoperta mi rende felice :)
Ma buongiorno!
Oggi, post musicale, tutto dedicato ai mitici Linkin Park!
Vi piacciono? Siete mai riusciti a vederli in concerto? Io nooo ç_ç






English Book

English books on my wishlist #18

23.7.15

Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.
Titolo: No parking at the end times
Autore: Bryan Bliss

Trama:
genitori di Abigail hanno fatto sbaglio dopo sbaglio, e ora hanno perso tutto. Ora lei deve decidere: crede ancora in loro? O è tempo che inizia a credere in se stessa?


Abigail non sa come suo padre abbia trovato Padre John. Magari in una pubblicità. O forse alla radio. Ciò che sa è che non avrebbe mai dovuto fare la prima donazione. O la seconda, o la terza. I suoi genitori non avrebbero dovuto vendere la loro casa. O preparato Abigail e il suo fratello gemello, Aaron, e il loro vecchio furgone per attraversare il paese e arrivare a San Francisco, per essere con Padre John per "la fine del mondo". Perché ovviamente non c'è stata nessuna fine. E ora vivono nel furgone. E Aaron scompare ogni notte per chissà dove. La loro famiglia sta cadendo a pezzi. E tutto ciò che Abigai vorrebbe è mantenerli uniti e tornare a quando le cose andavano bene. Ma forse è troppo per una ragazza adolescente.

Titolo: A wicked thing
Autore: Rhiannon Thomas

Trama:
Cent'anni dopo essersi addormentata, la Principessa Aurora si sveglia per il bacio di un affascinante principe e trova un regno distrutto che sogna il suo ritorno. Tutti i libri dicono che dovrebbe vivere il suo "Vissero per sempre felici e contenti". Ma come Aurora sa fin troppo bene, la vita non è una fiaba.

La sua famiglia è morta da tempo. Il suo "amore vero" è un gentile sconosciuto. E la sua intera vita è stata programmata da nemici politici mentre lei dormiva.

Mentre Aurora cerca di capire il suo nuovo mondo, inizia a temere che la maledizione abbia lasciato le sue traccie su di lei, una feroce e pericolosa cosa che potrebbe essere più malvagia della strega che l'ha creata. Con il giorno del matrimonio che si avvicina, Aurora deve decidere qual'è la scelta migliore per salvare il suo regno: sposare il principe o scappare.


Quelle di oggi, sono due cover molto diverse tra loro, ma ditemi, voi quale preferite?
Rispondete al sondaggio :)

image polls

Giunti

Wonder

21.7.15

Titolo: Wonder
Autore: R.J. Palacio
Editore: Giunti
Collana: Junior
Anno: 2013
Pagine: 288
Prezzo: 9,90

Trama:
È la storia di Auggie, nato con una tremenda deformazione facciale, che, dopo anni passati protetto dalla sua famiglia per la prima volta affronta il mondo della scuola. Come sarà accettato dai compagni? Dagli insegnanti? Chi si siederà di fianco a lui nella mensa? Chi lo guarderà dritto negli occhi? E chi lo scruterà di nascosto facendo battute? Chi farà di tutto per non essere seduto vicino a lui? Chi sarà suo amico? Un protagonista sfortunato ma tenace, una famiglia meravigliosa, degli amici veri aiuteranno Augustus durante l'anno scolastico che finirà in modo trionfante per lui. Il racconto di un bambino che trova il suo ruolo nel mondo. Il libro è diviso in otto parti, ciascuna raccontata da un personaggio e introdotta da una canzone (o da una citazione) che gli fa da sfondo e da colonna sonora, creando una polifonia di suoni, sentimenti ed emozioni.

Recensione:
Quando ti viene data la possibilità di scegliere
 se avere ragione o essere gentile, 
scegli di essere gentile

Ho scelto "Wonder" per la Reading Summer Challenge per il punto "libri scelti da qualcun altro",  perché mi era stato regalato in occasione della giornata del libro. Avevo già visto la copertina, ma non mi ero informata sulla trama, non so perché, non mi affascinava granché, quindi probabilmente non l'avrei mai letto, se non mi fosse stato regalato. Ed avrei fatto malissimo,  perché al momento, mi sentirei di consigliarlo a chiunque.
È una storia molto particolare,  toccante dal punto di vista emotivo,  e soprattutto significativa. August è un ragazzino solitario, ha sempre studiato a casa, ma all'inizio della prima media, qualcosa cambia,  perché i suoi genitori decidono di mandarlo a scuola.
La decisione non è semplice, perché August non è un ragazzino come gli altri, è nato con una malformazione genetica, che ha reso il suo viso "bizzarro", e le numerose operazioni a cui è stato sottoposto,  non hanno giovato. Le persone hanno paura di lui,  sono intimorite,  poco comprensive,  e si sa, i ragazzini in particolar modo sanno essere crudeli nei confronti di ciò che non conoscono,  e con i più deboli. Tutto parte dalla voce di August, e di capitolo in capitolo scopriamo qualcosa in più sulla sua vita, dalle voci di chi lo circonda. L'idea di utilizzare diversi narratori, non mi ha stupito più di tanto, ma mi ha sorpreso vedere  la scelta delle voci fatta  dall'autore, perché alcuni non sono propriamente personaggi principali.
Mi ha colpito tanto questo libro, positivamente,  l'ho letto in un pomeriggio, perché  non riuscivo a staccarmici, ho trovato l'idea assolutamente riuscita, nonostante il tema non fosse assolutamente facile da trattare. Qui, il "diverso" viene raccontato in modo quasi ironico, personale e amichevole, ed è forse proprio questo che rende il libro speciale.
È toccante e commovente,  ma non troppo pesante e doloroso, eppure ci fa veramente entrare nei panni del protagonista e capire come ci si senta ad essere costantemente in imbarazzo, giudicati e presi in giro. 
La capacità di comprendere ed ascoltare, è forse un dono di natura, ma non è detto che col tempo non possa essere imparato. Cosa che, come i personaggi di questo libro,  dovremmo fare anche tutti noi.
E' uno di quei libri che lasciano il segno, che anche a distanza di molto tempo, continuano ad essere insieme a noi, penso che sia difficile dimenticarsi di un libro del genere, perchè la storia di Auggie, è così speciale, e lascia dei sentimenti molto contrastanti. alla fine del libro, mi sono sentita soddisfatta, speranzosa, mi ha insegnato molto, ma allo stesso tempo, mi ha fatto soffrire, per quanto la storia sia vera e pura.
Ma lo dovete leggere, davvero, ne rimarrete assolutamente colpiti.

Valutazione: ♥♥♥♥/ e mezzo

Dreamcast

Dreamcast #6

19.7.15

Dreamcast è una rubrica a cadenza casuale, che ho adottato, dal carinissimo blog di Alice, Stargazer's Tides.
In questa rubrica vi proporrò i volti degli attori che secondo me potrebbero impersonare bene i protagonisti di un libro che ho letto.
Qualche settimana fa, vi avevo parlato del mio Dreamcast perfetto per Anna and the french kiss, e oggi invece, mi sono dedicata al secondo libro della serie della Perkins, Lola and the boy next door (trovate la recensione qui)

Titolo: Lola and the boy next door (inedito in Italia)
Autore: Stephanie  Perkins
Editore: Speak

Trama:
La stilista per passione Lola Nolan non crede nella moda... crede nei costumi. Più sono espressivi, brillanti, divertenti, selvaggi, meglio è. Ma anche se Lola veste in modo scandaloso, rimane comunque una figlia devota e un'amica con dei grandi piani per il futuro. E tutto è abbastanza perfetto (persino il suo ragazzo rocker) finché i gemelli Bell, Calliope e Cricket, non fanno ritorno nel vicinato.
E quando Cricket-un inventore di talento-esce fuori dall'ombra della sua gemella e torna nella vita di Lola, lei dovrà finalmente riconciliare tutti i sentimenti che ha sempre provato per il ragazzo della porta accanto.




Lola Nolan: 
La protagonista di questo libro, ha una personalità molto spiccata.  Ama vestirsi in modo bizzarro, appariscente e colorato,  adora la moda,  ma a modo suo,ne questo è ciò che più la caratterizza, la sua libertà d'espressione.  Per questo personaggio, ho pensato all'attrice Kenya Solo. Non è famosissima,  anzi,  penso che in Italia siano in pochi a conoscerla (era nella serie Life Unexpected e ha fatto una comparsa nel film Il cigno nero), ma oltre ad essere bellissima, nella serie Lost Girl (che giuro,prima o poi riprenderò a vedere), interpretava un personaggio che spesso è volentieri si "mascherava" cambiando look in continuazione,  proprio come Lola nel libro. Quindi si, mi è venuta in mente lei per il personaggi creato dalla Perkins.

Cricket Bell:
Il protagonista maschile di questo libro,  ci appare come un ragazzo dal talento portentoso, fin da piccolo infatti, si è sempre distinto per le sue invenzioni. Questo, oltre al fatto che sembri non avere una vita propria,  visto che la carriera della gemella ha sempre portato la famiglia a fare dei sacrifici,  fanno di lui un ragazzo un po' nel e sopravvento righe.  In realtà, però, da come lo descrive Lola, è bellissimo, intelligente e molto dolce...oltre che alto.  Eh quindi,  beh, mi è subito saltato alla mente il mio meraviglioso Daniel Sharman, per cui,  si sa, ho una cotta colossale (Isaac, torna a Beacon Hills, ti pregooo! ). Daniel è senza dubbio alto, e ha degli occhi stupendi, e non so,  ce lo vedo proprio alle prese con assurde invenzioni stratosferiche xD

Che ne dite? Voi avete pensato a qualche altro attore più adatto?
Fatemi sapere le vostre idee, che sono curiosa :)

Cover Crash

Cover Crash #

16.7.15

Cover Crash è uno "scontro" tra cover, ovvero, in ogni puntata, metterò a confronto la cover originale e quella italiana dello stesso libro, esprimendo la mia preferenza tra le due.
Questa rubrica ricalca "Cover Wars", che ho trovato in vari blog, e verrà pubblicata il giovedì, a settimane alterne.

Il mio cuore e altri buchi neri
Jasmine Warga

Preferenza: originale
Sul titolo, ovviamente, nulla da dire visto che hanno mantenuto la traduzione letterale, una volta tanto. Ma preferisco assolutamente la copertina originale, semplice, ma d'effetto, e su quella italiana, che dire? Un po' di fantasia a questi grafici, non farebbe male eh!

La ragazza del treno
Paula Hawkins
Preferenza: pari merito
Mi piacciono entrambe le cover allo stesso modo, della prima, preferisco il font, della seconda invece, i colori e l'immagine del treno sullo sfondo.

The Power of a Fangirl

The Power of a fangirl #10

14.7.15


The Power of a Fangirl, è la nuova, insolita rubrica del Baule. Insolita in quanto, al momento, non mi è dato sapere precisamente dove porterà... può succedere di tutto!
Qui raccoglierò i tag, libreschi e non solo, gli oggetti che una fangirl vorrebbe dovrebbe avere, gli sfoghi di una fangirl contagiosa... e chissà che altro potrebbe venire fuori.
Insomma, siete avvisati, "The Power of a Fangirl" è una rubrica ad alto tasso di mattità!

Ma buongiorno cari!
E' da tantissimo tempo che nn posto questa rubrica, l'ultima "puntata" risale addirittura al 2 aprile 2014! Da non crederci! xD
A più di un anno di distanza, vi mostro i miei ultimi gadget da fangirl, e altro ancora :)
Ebbene si, potevo forse resistere dal comprare il dvd de Il canto della rivolta parte 1? Ovviamente no! E' da quando l'ho visto al cinema, che avevo una voglia matta di rivederlo, e così appena mi è arrivato il dvd, ho fatto una maratona, riguardando anche gli episodi precedenti. Che dire, mi sono commossa come la prima volta, quanto è brava Jennifer Lawrence? Non potevano trovare un'altra Katniss più perfetta di lei *_*

Questo invece, è un carinissimo bracciale di Divergent, che avevo vinto tempo fa in un giveaway, ed era in palio assieme ad un libro, se non sbaglio si trattava di Lo straordinario mondo di Ava Lavander. Bello il braccialetto, e ancora più bello il libro!

Qui invece, la meravigliosa trilogia della Perkins, adoro le cover e soprattutto i colori scelti, rendono la mia libreria ancora più allegra, e sono sicura che saranno tra i miei oggetti preferiti da fotografare prossimamente.
Non sono bellissimi?

Queste due foto, risalgono ormai alla fine di marzo, quando, assieme ad una mia amica siamo andate alla presentazione del cd di Lorenzo Fragola! Io sono venuta malissimo in foto, ma lui è troppo tenero!
La seconda foto non è il massimo perchè l'ho fatta con il cellulare, ma come potete vedere è l'autografo di Lorenzo...abbastanza incomprensibile xD

Anche questa foto l'ho scattata con il cellulare, e vi mostra la meravigliosa maglietta di Teen Wolf, che è ormai la mia preferita xD
La maglia di Lacrosse del mio amato Stiles Stilinski *_*

Per oggi è tutto, cercherò di non far passare un altro anno prima di pubblicare la prossima puntata! xD


English Book

Ps. I Still Love You

11.7.15


Titolo: Ps. I still love you  (inedito in Italia)
Autore: Jenny Han
Anno: 2015

Trama:
Lara Jean non si aspettava di innamorarsi davvero di Peter.
Lei e Peter stavano solo fingendo. Per non esserlo più all'improvviso. Ora Lara Jean è più confusa che mai.
Quando un altro ragazzo del suo passato ritorna nella sua vita, i sentimenti di Lara Jean per lui ritornano. Può una ragazza essere innamorata di due ragazzi alla volta?
In questo affascinante e sincero seguito al bestseller del New Yrk Times To All The Boys I've Loved Before, vediamo l'amore attraverso gli occhi di un indimenticabile Lara Jean. L'amore non è mai facile, ma forse è questa la parte che lo rende così incredibile.


Recensione:
Il primo libro, che ero convinta fosse autoconclusivo, l'avevo adorato e divorato in pochissimo tempo. Mi era piaciuta, oltre che la storia ovviamente, il fatto che fossi riuscirà a finirlo e comprenderlo molto facilmente,  e anche questa volta non ho avuto particolari problemi nella comprensione e nella lettura.
La storia prosegue più o meno da dove il primo libro si era interrotto, e lo stile rimane lo stesso. Un linguaggio molto scorrevole, semplice, ma d'effetto.  Non ho letto la trilogia "estiva" della Han, che sinceramente nemmeno mi ispira,  ma con questi due libri è riuscita a conquistarmi,  e vista la quantità di foto su instagram con i suoi libri (perchè ormai seguo un sacco di account libreschi), direi che la cosa è stata virale. Aiutano le copertine, semplici ma allo stesso tempo eleganti,  e soprattutto,  in tema con la storia all'interno!
Anche questa volta,  Lara Jean si trova immersa in mille problemi.  La scelta che ha deciso di compiere all'inizio del libro, nei confronti di Peter, la porta ad essere più insicura che mai,  e le cose tra i due non vanno lisce cime lei pensava. I due  ragazzi vivono momenti di alti e bassi, attimi cui non possono stare lontani,  ad altri in cui, le cose sembrano sgretolarsi,  senza avere modi di aggiustare le cose.  Genevieve è sempre presente nella vita di Peter come un'ombra, in più salta fuori anche un video,  che rischia di compromettere la vita di Lara Jean. Ma non è finita qui,  perché la ragazza deve prendersi cura della sorellina Kitty,  che cerca in tutti i modi di procurare un appuntamento a suo padre, e un ragazzo sbuca fuori dal passato di Lara Jean. Quindi, le cose per lei sono parecchio movimentate!

Il personaggio creato dalla Han è spesso un po' troppo ingenuo ed insicuro, ma nel complesso mi piace come ha caratterizzato Lara Jean. È una ragazza responsabile,  molto dolce e premurosa, mi piace come si prende cura e si preoccupa di sua sorella Kitty,  che,  è un personaggio fantastico, una ragazzina spigliata che non ha paura di nulla e mi ha fatto veramente ridere. Margot invece, è poco presente, ma ancora meno lo è Josh,  che,  dopo aver avuto una parte fondamentale nel primo libro, qui scompare quasi totalmente. Capisco perché, visto come sono andate le cose, ma avrei preferito che avesse maggiore spazio,  visto che era una figura importantissima nella vita della protagonista. . oltre al fatto che,  essendo vicini di casa, è alquanto improbabile che non si incontrino quasi mai.
Il personaggio di Peter mi piace moltissimo, è carino e dolce al punto giusto, simpatico e socievole, mi piace il modo naturale con cui si rapporta con la sorellina di Lara Jean anche se non è certo un santo, e certi atteggiamenti della protagonista nei suoi confronti, sono assolutamente comprensibili.
Anche questo secondo libro mi è piaciuto tantissimo,  è una storia leggera,  senza troppe pretese,  ma molto coinvolgente e romantica.  Ideale per passare piacevolmente alcuni pomeriggi in compagnia di personaggi caratterizzati approfonditamente e davvero simpatici. Anche questa volta lo stile della Han,  facile e scorrevole, è la cosa che più ho apprezzato del libro. Sinceramente, quando ho iniziato To all the boys i've loved before non credevo potesse piacermi talmente tanto, pensavo si trattasse di una storia molto banale e scontata,  ed invece l'ho trovato adorabile, i clichè ci sono, ma quando i personaggi sono così sinceri e genuini, e i sentimenti vengono raccontati in modo così reale e toccante, la storia è sempre emozionante da leggere. 

Valutazione: ♥♥♥♥
Livello di difficoltà in lingua: facile

English Book

English books on my wishlist #17

9.7.15

Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.
Eccoci qui con un nuovo appuntamento libresco, dedicato alle novità (si fa per dire), in lingua!
I libri che vi presento oggi, hanno entrambe delle cover molto eleganti e magiche, in particolare il secondo libro mi ispira tantissimo. Illusionarium invece, è scritto da Heather Dixon, che magari molti di vi conosceranno, per Enchanted, libro molto carino, che io ho letto un paio d'anno fa.

Titolo: Illusionarium
Autore: Heather Dixon

Trama:
Dall'autrice di "Entwined", un'avventura brillantemente concepita che narra di una Londra alternativa. Questa incantevole, cinematografica fiaba su un apprendista scienziato che cerca disperatamente di salvare la sua famiglia e il suo mondo, è un incrocio tra "Il circo della notte" e un film della Pixar.

Attraverso a un mondo parallelo riccamente sviluppato, vivide scene d'azione, una buona dose di humor e una favolosa narrazione, Heather Dixon ci regala una storia mozzafiato e originale.




Titolo: When my heart was wicked
Autore: Tricia Stirling

Trama:
Ero una di quelle ragazze. Il tipo che ama dare brutte notizie. Quando mi tinsi i capelli, immaginai il colore assorbito dallo scalpo che colorava di nero le mie vene. Ma quella era la vecchia Lacy. Ora quando faccio incantesimi, sono tutti per il bene."

La sedicenne Lacy crede che la scienza e la magia possano esistere una di fianco all'altra. Lei è una botanica che sa come usare le capacità guaritrici delle piante. Perciò, quando suo padre muore, Lacy cerca di rimanere con sua madre a Chico, dove la sua magia è curatrice e buona. Ha paura dell'oscurità che la sua vera madre, Cheyenne, fa emergere, strappando via ogni cosa luminosa  e buona.

Eppure, Cheyenne non sta via mai a lungo. La bellissima, stregata, instabile Cheyenne che non si fermerà di fronte a nulla, nemmeno alla magia nera, per avere il controllo del cuore della figlia. Obbliga Lacy ad accompagnarla a Sacramento, e presto la vecchia Lacy ritorna in superficie.

Ma quando Lacy sopravvive a un traumatico incontro, dovrà fare una scelta. Userà i suoi poteri per vendetta e verrà risucchiata dall'oscurità per sempre? O troverà la forza per abbracciare la luce?


web survey

Bisbigli dal Baule

Bisbigli dal Baule #26

6.7.15


Bisbigli dal Baule, è una rubrica a cadenza occasionale (inutile stabilire un giorno, tanto non me lo ricorderei e finirei per non rispettarlo!) dove pubblicherò frasi di libri letti più o meno recentemente, o frasi di film, telefilm... Insomma, citazioni trovate che mi hanno colpito particolarmente e che vorrei condividere con voi.
Se volete partecipare, scrivete un commento con le frasi che più vi piacciono!

"Ovunque io sia, se ho un libro con me ho un posto dove andare ed essere felice"
 J.K. Rowling

"In ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e l’altro nell'abisso." 
P. Coelho.

"L'amore è una forma di pregiudizio. Si ama quello di cui si ha bisogno, quello che ci fa star bene, quello che ci fa comodo. Come fai a dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di più, se solo le incontrassi? Il fatto è che non le incontri." 
Charles Bukowsi

Follow Us @soratemplates