Follow Us @soratemplates

14/01/19

The One

14.1.19 2 Comments
Titolo: The One
Autore: Kiera Cass
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 316
Prezzo: 9,90

Trama:
La Selezione che ha cambiato per sempre la vita di trentacinque ragazze sta per concludersi. E l'emozione e la confusione del primo giorno, quando America Singer ha percorso la scalinata del Palazzo, sono ormai solo un ricordo. Di certo America non avrebbe mai immaginato di arrivare così vicino alla corona, o al cuore del principe Maxon. Eppure per lei non è stato facile. Divisa tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per essere dov'è ora. A un passo dalla fine della Selezione, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere. Prima che qualcuno lo faccia per lei.


Recensione:
Eccoci dunque lettori, con la prima recensione dell'anno.
Per inaugurare al meglio il 2019, ho deciso di parlarvi di The One, terzo libro della serie di Kiera Cass.
Se avete letto le due recensioni precedenti, in linea generale sapete già cosa penso di questa serie, se non l'avete fatto, invece, vi avviso, ci sarà da ridere probabilmente (o piangere, a seconda dei punti di vista).
Anche per The One, inizio con il dirvi che la copertina, è l'unica cosa che salvo di questi libri. Bella, molto, troppo per il contenuto all'interno. Le copertine di questa serie attirano, catturano e fanno promesse che poi non mantengono, ma questo l'avevo capito fin dai primi capitoli del primo romanzo.

Il libro parte con la nostra eroina America, detta Mer per gli amici, che abbiamo imparato bene a conoscere nei libri precedenti (mio malgrado), a palazzo, sotto attacco. I ribelli, hanno deciso nuovamente di attaccare, di nuovo non si capisce bene per quale motivo, il palazzo, e quindi le ragazze che ancora partecipano alla Selezione per conquistare il cuore del principe Maxon. I ribelli di questa serie, dovete sapere che sono così pericolosi, brutti e cattivi, che le ragazze mentre scappano per i corridoi in cerca di rifugio, sono più preoccupate del tipo di scarpe che indossano: 

"Detesto correre con queste scarpe" borbottò Kriss.
"Una di noi dovrà farci l'abitudine" osservò Celeste con il fiato corto.
"Se dovesse toccare a me, starò sempre in pantofole. Non ne posso già più." dissi io

TESTUALI PAROLE. GIURO.

Nel corso del libro, non posso entrare nei dettagli perchè non posso assolutamente spoilerarvi questa delizia, ma ad un certo punto succede qualcosa. Sì, avete capito bene, un colpo di scena, cosa mai vista fino ad ora. Peccato che, America è imbattibile e coraggiosissima, e anche questa cosa che le capita (non sapete quanto vorrei rivelarvi cos'è!), passa quasi totalmente inosservata, o comunque avviene in modo parecchio assurdo.
Ma cosa c'è di non assurdo in questa serie, in fin dei conti?

Ecco dunque, una serie di cose (ho cercato di restringere il campo più possibile) che più mi hanno infastidito di The One:
- America e l'amicizia. Mer è una ragazza strana, tratta come sue pari le domestiche che la aiutano, cerca di essere gentile (per quanto il suo carattere ambiguo lo permetta) con quasi tutti, ma in un modo o nell'altro, pochi la sopportano, perchè nel suo modo di rapportarsi con gli altri, ha un che di altamente irritante. Eppure, così dal nulla, riesce a stringere amicizia con una persona che fino a due righe prima odiava. COSI' DAL NULLA.
La cosa, come potete immaginare, mi ha lasciata abbastanza basita. In quale strano, pazzo mondo, due persone che si odiano, faticano a guardarsi in faccia e si lanciano frecciatine in continuazione per due libri, di punto in bianco diventano amiche per la pelle tanto da aiutarsi, addirittura?!
- Se siete sbalorditi dal fatto che in questo libro ci sia stato un colpo di scena, preparatevi ad essere sorpresi ancora di più, perchè a metà libro circa, ne succede un altro! Sì, capita qualcosa ad America, qualcosa di brutto, qualcosa per cui il lettore dovrebbe provare empatia per lei, commozione e dolore, ed invece? Non so, io ho trovato tutta la situazione abbastanza surreale, l'autrice non è stata capace di parlare di un tema delicato nel giusto modo, affronta la cosa in modo così superficiale tanto che America è contenta di tornare a palazzo, in mezzo a "sconosciuti" invece di stare vicino alla sua famiglia.
- Aspen, che inizialmente sembrava il più sano di mente tra tutti i personaggi della serie, arriva addirittura a dire, ad un certo punto, che è contento che America e Maxon si siano conosciuti. Va bene che via via lui possa anche iniziare a farsi una ragione di ciò che sta succedendo, e i suoi sentimenti per America forse stiano svanendo pian piano, ma arrivare ad essere felice per lei e Maxon, quando fino a poco prima non sopportava il loro legame...voglio dire, altro che bipolarismo, qui i personaggi sono popolati da almeno 374 personalità diverse!
- Aspen che...non posso dirvelo, nuovamente non posso fare spoiler, ma la pazzia di questo ragazzo viene poi confermata nelle ultime pagine del libro, quando fa una cosa per America che boh, non so neanche in che modo commentare per quanto è assurda.
- Gli attacchi a palazzo. Questi paurosi attacchi dei ribelli, sfumano praticamente in un paio di pagine perchè insomma, che ce ne importa di descrivere cose succede durante questi attacchi, se possiamo invece soffermarci a parlare per svariate pagine di un ricevimento? Perchè di fatti, oltre al fatto che essi vengano riassunti in due striminzite pagine, in sostanza non sono descritti per niente. Essendo infatti il libro narrato da America (purtroppo), c'è sempre lei che scappa o si rifugia da qualche parte, quindi il lettore non ha la minima idea di cosa stia succedendo in "battaglia" diciamo così. Al massimo veniamo a sapere, dopo, che c'è trambusto o disordine nei corridoi, ma in sostanza ciò che effettivamente avviene, noi non lo sappiamo.
Ma l'importante è che lo sappia l'autrice, no? Tanto siamo tutti in grado di leggere nella sua mente, quindi a posto così.
- Maxon e le sue "pretese": questo poveraccio, come ben sappiamo, è da due libri che sta dietro ad America e alla sua indecisione, è ovviamente un santo, o un pazzo credo io, ma contento lui...il punto è che, come la protagonista femminile, anche lui pare parecchio confuso. Dice di avere ben chiari i suoi sentimenti, di aspettare una conferma sicura della ragazza, per fare la sua scelta, ma al tempo stesso continua a giocare con il cuore delle altre concorrenti, come lui stesso ammette, quindi, come la mettiamo?
- I ribelli, dopo due romanzi, forse iniziano a dare qualche segno di ciò che hanno intenzione di fare, di cosa vogliono, del perchè si....ribellano! Peccato che, appunto la questione battaglia, ribellione e avvisaglie, sia perlopiù accantonata anche questa volta, in cui non c'è spazio per fare della vera chiarezza su quello che dovrebbe essere poi il punto focale della storia.
- Pagina 270, quando lo strazio sembra stia per finire: si, ero lì lì per urlare di gioia, dopo i continui tentennamenti di America, che anche in questo libro è indecisa una pagina si e l'altra pure sui suoi sentimenti, a pagina 270 circa sembra esserci la svolta, finalmente. Forse questo romanzo si salva, forse questa volta non finirò con dare un voto bassissimo a questo capolavoro, forse....si, forse, perchè DUE PAGINE DOPO tutto torna come prima. DUE PAGINE DOPO la storia si ripete per l'ennesima volta, e di nuovo tra America e Maxon le cose tornano come prima: si, no, forse, mò vedo, tanto che fretta c'è, siamo solo al terzo libro, che vuoi che sia?

Quindi si lettori, anche The One, come i due romanzi precedenti conferma di essere un libro fatto di nulla. Assolutamente nulla.
Una serie che promette di essere avvincente, di unire azione e romanticismo, atmosfere e ambientazioni sfarzose, amori impossibile e grandi colpi di scena, e poi? Una protagonista che finge di essere una grande ribelle, che dai quartieri poveri prova ad emergere e ad aiutare la sua gente, ma facendo cosa esattamente? America, per tre libri non fa altro che lamentarsi: di come agisce Maxon, di come si comporta con lei e poi con le altre, di Aspen se non la guarda, o se la guarda troppo, e anche di sè stessa, che non sa cosa prova per l'uno o per l'altro, ma poi due pagine dopo ne è sicurissima, ma poi cambia idea nuovamente...
Insomma, un vero colpo al cuore, ma non di quelli positivi, entusiasmanti o emozionanti, ma di quelli che ti portano a chiedere PERCHE'? 
L'autrice è riuscita a concentrarsi solo sulla parte romance, ma non è stata assolutamente in grado (a mio parere) di costruirlo nel modo giusto. Nessun sentimento palpabile o veritiero, o anche lontanamente emozionante, nulla che porti il lettore a provare empatia (o anche solo simpatia) per i personaggi e la storia raccontata.

Quindi, sì, anche questo libro è stata una delusione completa per me, non che mi aspettassi un miracolo, sia chiaro, se l'ho letto è solo perchè volevo vedere fino a che punto si sarebbe spinta l'autrice!

Se avete letto questo romanzo, o i precedenti, per favore scrivetemi nei commenti cosa ne pensate, perchè sono seriamente curiosa di scoprire la vostra opinione.

11/01/19

Nuove uscite di gennaio - seconda parte

11.1.19 2 Comments
Come promesso in qualche post fa, ecco oggi la seconda carrellata di novità letterarie in uscita questo mese. Sono tantissime (e molte altre non le ho potute inserire), tenete a portata di mano le vostre wishlist, e godetevi le trame di questi romanzi nuovi di zecca.

Titolo: La lettera perduta
Autore: Jillian Cantor
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 15 Gennaio 2019

Trama:
Austria, 1938. Kristoff, orfano viennese, diventa apprendista presso Frederick Faber, mastro incisore specializzato in francobolli. Quando il suo mentore, ebreo, scompare durante le devastazioni della Notte dei Cristalli, Kristoff è costretto a mandare avanti la bottega al servizio dei nazisti. Ma la figlia di Faber, Elena, collaboratrice della Resistenza, lo convince a unirsi alla causa, falsificando documenti e inviando messaggi in codice. Per lei, di cui è perdutamente innamorato, Kristoff farebbe qualunque cosa.

Los Angeles, 1989. Da bambina, Katie amava accompagnare al mercato delle pulci suo  padre, che era sempre alla ricerca di francobolli rari. Ora che l’Alzheimer gli sta togliendo passioni e ricordi, Katie spera di fargli un regalo gradito facendo stimare la sua collezione. L’esperto di filatelia cui si rivolge, Benjamin Grossman, vi scopre una lettera la cui affrancatura, risalente all’inizio del secolo, sembra nascondere un messaggio segreto. Con l’aiuto di Benjamin, Katie decide di svelarne il mistero. Non sa ancora che la ricerca li condurrà a ritroso nel tempo, alla scoperta di una giovane coppia che si era giurata amore eterno, e poi nel presente esaltante di una Berlino che sta cambiando il mondo con la caduta del Muro. Non sa ancora che spetterà a lei, ora, rendere giustizia a quell’amore e a quella promessa.

Titolo: Canto di una donna libera
Autore: Jasmin Darznik
Editore: Piemme
Genere: Narrativa
Data di uscita: 15 Gennaio 2019

Trama:
Forse è per stupire suo padre che Forugh, ancora bambina, scrive la sua prima poesia. D'altra parte per tutta l'infanzia, a Teheran, si è sentita dire che le bambine persiane devono essere mute e obbedienti. Sono gli anni Quaranta, e per le donne non c'è molta scelta, in Iran come in molti altri posti. Ma Forugh è una bambina diversa. I suoi modi di ribellarsi sono spettegolare con la sorella tra le rose fragranti del giardino della madre, o divertirsi con i fratelli, azzuffandosi come un maschio. O, pochi anni più tardi, scrivere poesie, flirtare con i ragazzi. Dopo un matrimonio, un divorzio, un figlio che ha dovuto lasciarsi indietro, Forugh sceglie la libertà. Che significa un nuovo amore, viaggiare, fare cinema, scrivere. Diventando la voce di tutte le donne in un Paese che, mentre si avvia verso l'illusione rivoluzionaria, resta indifferente ai loro sogni e alle loro speranze. Una voce che, nel '67, quando Forugh ha appena trentadue anni, si spegnerà per sempre, troppo presto. Ispirato alla storia vera della grande poetessa iraniana, ai suoi versi, alle sue lettere, alla sua vita straordinaria e struggente, questo romanzo cattura l'essenza di Forugh Farrokhzad, la donna che ha rappresentato la nascita di una coscienza femminile in Iran.

Titolo: Bird Box
Autore: Josh Malerman
Editore: Piemme
Genere: Horror
Data di uscita: 15 Gennaio 2019

Trama:
Là fuori, in un mondo dove nessuna certezza è più tale, c'è qualcosa di terrificante. Qualcosa che non deve essere visto. Chi è così folle da tenere gli occhi aperti va incontro a un destino spaventoso.
Cinque anni dopo i primi episodi di terrore, pochi sono rimasti a popolare la terra. Vivono bendati, in una cecità autoimposta che li confina in un'oscurità perenne, in case buie e polverose con porte e finestre sprangate. Nessuno di loro ricorda di che colore è il cielo, com'è fatta una nuvola, quanto può abbagliare la luce del sole. Come Malorie che, rimasta sola con i suoi due bambini, ha soltanto una speranza: attraversare il fiume, bendata, e raggiungere un luogo dove alcuni uomini stanno combattendo contro quel male senza nome. Ha aspettato tanto perché sa che il fiume, a un certo punto del percorso, si divide in quattro canali. E, per scegliere quello giusto, Malorie dovrà fare qualcosa che non fa da anni: aprire gli occhi. E sfidare la sua stessa mente per non cedere alla follia.

Titolo: Dove finisce la notte
Autore: Daniela Tully
Editore: Garzanti
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 17 Gennaio 2019

Trama:
Sei sicuro di sapere tutto del tuo passato?
Non puoi più nasconderti.
Devi affrontarlo se vuoi far luce sulla verità.

Monaco, 1990. Il vento del Nord è arrivato, e con lui quella lettera. Una lettera inaspettata, datata 1944, e destinata a cambiare la vita di Martha Wiesberg per sempre. Martha è una sopravvissuta, ha conosciuto l’odio e la violenza, ma, per la prima volta, ha paura. Paura di quelle parole scritte, del segreto che custodiscono e che la riporta agli anni dell’ascesa di Hitler e del Terzo Reich. Scoprire la verità è pericoloso, ma Martha non ha scelta: deve partire per un luogo che solo lei conosce, anche a costo di abbandonare la nipote, la giovane Maya, che ha allevato e accudito sin dalla nascita.

Stati Uniti, 2016. Morbide colline si stendono a perdita d’occhio fino a incontrare una foresta densa e scura: è qui, nel folto degli alberi, che sorge un antico e lussuoso residence. È qui che Maya cerca di far luce sulla morte della nonna Martha. Era scomparsa nel nulla, molti anni prima. E adesso la scoperta del corpo. Anche se non è riuscita a perdonarla per averla lasciata all’improvviso, Martha sa di doverle molto: è lei ad averle insegnato tutto quello che sa attraverso le sue storie. Favole che narravano di tempi in cui amarsi era proibito, in cui una carezza poteva fare male, in cui la notte pareva senza fine. Ora Maya vede tutto con chiarezza: la nonna ha sempre voluto che lei arrivasse lì, disseminando tanti piccoli indizi nelle sue storie. E adesso ha intenzione di ritrovarli tutti per riportare a galla la verità. Perché c’è un’ultima storia che aspetta di essere svelata. Quella di un amore profondo e contrastato che la guerra ha reso impossibile, ma non ha distrutto. Di una promessa che attende di essere mantenuta. Di un odio che non bisogna dimenticare, perché è capace di uccidere ancora.

Titolo: Il bambino sulla spiaggia
Autore: Tima Kurdi
Editore: Piemme
Genere: Narrativa
Data di uscita: 15 Gennaio 2019

Trama:
Quel 2 settembre 2015 la realtà della crisi umanitaria siriana si è imposta come una deflagrazione, dopo anni di quasi totale indifferenza. Aveva solo tre anni, Alan, e insieme alla famiglia cercava rifugio da una lunga e insensata guerra. Indossava la maglietta rossa che le mamme mettono ai loro bambini perché è il colore che si nota di più in mezzo al mare, in caso di naufragio. Ma non c'è rosso che tenga agli occhi di chi non vuol vedere. Anche Tima, la zia di Alan, ha visto la foto del nipote sui media, dalla sua casa di Vancouver, in Canada. Nello stesso naufragio ha perso anche Ghalib, fratello di Alan, e la cognata. Ma a differenza del mondo, lei non aveva bisogno di una foto per scoprire l'inferno, lo aveva già vissuto. Indipendente e determinata, Tima si è trasferita da sola in Canada poco più che ventenne, ma la guerra, quando scoppia, raggiunge anche lei: impossibile non preoccuparsi per i suoi cari, alcuni rimasti in Siria, altri divenuti profughi. Tima fa di tutto per aiutarli a espatriare, o perlomeno a sopravvivere. Dai giardini profumati di gelsomino di Damasco alle strade di Aleppo devastate dalla guerra, dai campi profughi in Turchia al Canada, una storia per capire cosa costringe un padre e una madre, intrappolati tra la casa a cui non possono tornare e la salvezza in Paesi che li rifiutano, a esporre i propri figli a pericoli inenarrabili per trovare finalmente un porto sicuro.

Titolo: Un milione di volte buonanotte
Autore: Kristina McBride
Editore: Newton Compton
Genere: Young Adult
Data di uscita: 17 Gennaio 2019

Trama:
La notte della festa prima delle vacanze, la diciassettenne Hadley prende “in prestito” l’auto di Ben, il suo ragazzo. Ovviamente senza dirglielo. Peccato che Ben non sia un tipo che lascia correre, e si vendica postando sui social una foto compromettente di Hadley senza veli, a beneficio di tutta la scuola. Quando viene avvertita di quello che sta succedendo, Hadley si trova a dover prendere una decisione. Può tornare indietro alla festa e costringere Ben a eliminare la foto oppure vendicarsi a sua volta portando la sua adorata macchina il più lontano possibile dalla sperduta cittadina dell’Ohio in cui vivono. Nel primo caso il piano per vendicarsi potrebbe portare alla luce segreti sconvolgenti. Nell’altro Hadley si ritroverebbe intrappolata nell’auto con il suo ex, Josh, costretta a rivivere con lui tutti gli errori commessi nel passato, incluse le cause della loro rottura. Hadley è di fronte al bivio e può scegliere solo una delle due strade… o forse no?

Titolo: La chimica degli opposti
Autore: Randa Abdel-Fattah
Editore: Mondadori
Genere: Young Adult
Data di uscita: 22 Gennaio 2019

Trama:
L'atmosfera è elettrica e la gente è molto carica da entrambe le parti. Poi scorgo lei. I suoi occhi. Non ne ho mai visti così. Di che colore sono? Nocciola e verdi con pennellate d'autunno e frammenti di smeraldo. E io me ne sto lì con in mano il mio cartello, mentre lei è qualche passo più in là, vicino a un poliziotto, e tiene stretto il suo.

Il primo incontro con Mina è un fulmine a ciel sereno per Michael. Avviene per caso, durante una manifestazione organizzata dal nuovo partito politico fondato dal padre di lui che, con la scusa di difenderne i valori originari, si oppone all'accoglienza dei rifugiati arrivati via mare nel Paese. Il problema è che Mina sta dall'altra parte della barricata. Anni prima, infatti, ancora bambina, è scappata dall'Afghanistan insieme alla mamma e, dopo un viaggio lungo ed estenuante, è sbarcata in Australia, dove, come rifugiata, ha posto le basi per una nuova vita. Non è stato per niente facile, perché, come dice sua madre, "stare in un nuovo Paese è come camminare con una protesi. Ci vuole il doppio del tempo perché la mente e il corpo si adattino", però Mina sembra avercela fatta. Si è lasciata alle spalle la sofferenza e il dolore passati, è diventata una ragazza coraggiosa e fiera, e una studentessa talmente brillante da riuscire a vincere una borsa di studio per frequentare una scuola privata prestigiosa, la stessa di Michael. Ed è proprio qui che le loro vite si incontrano, o meglio si scontrano, nuovamente. Fin da subito infatti è chiaro a entrambi che appartengono a due mondi diversi, lontani da ogni punto di vista, eppure l'attrazione che li spinge l'uno verso l'altra è troppo grande, troppo potente per ignorarla. E quando la situazione intorno a loro si surriscalda, è altrettanto chiaro che non è più possibile accettare un mondo in cui tutto è bianco o nero. Sarebbe più facile, ma significherebbe rinunciare al sentimento che li unisce. E nessuno dei due è pronto a farlo. Forse, alla fine, ci sono casi in cui bisogna scendere in trincea e combattere contro tutto e tutti. Casi in cui vale la pena di rischiare per proteggere ciò che più amiamo.
Titolo: La forchetta, la strega e il drago
Autore: Christopher Paolini
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy
Data di uscita: 22 Gennaio 2019

Trama:
È passato un anno da quando Eragon ha lasciato Alagaësia in cerca del luogo perfetto in cui addestrare una nuova generazione di Cavalieri dei Draghi. È alle prese con una lista lunghissima di compiti e doveri: costruire una fortezza a misura di drago, discutere con i fornitori, vegliare le uova dei futuri draghi e tenere a bada i belligeranti Urgali e gli altezzosi Elfi. Poi una visione degli Eldunarí, una visita inaspettata e un'appassionante leggenda degli Urgali gli offrono la distrazione di cui ha tanto bisogno e gli mostrano le cose sotto un'altra prospettiva... Tre storie inedite ambientate ad Alagaësia, un assaggio della nuova vita di Eragon e un estratto dalle memorie di Angela l'erborista – di cui è autrice Angela Paolini, che ha ispirato il personaggio della strega – per tornare a immergersi nell'affascinante e antico mondo del Ciclo dell'Eredità.

Titolo: Due fiocchi di neve uguali
Autore: Laura Calosso
Editore: SEM
Genere: Narrativa
Data di uscita: 24 Gennaio 2019

Trama:
Margherita Fiore ha 18 anni e sta preparando il test per entrare all’università. Un’amica la invita al mare per due giorni di pausa dallo studio, il treno però ha un disguido e lei accetta un passaggio in auto da un ragazzo incontrato per caso. La macchina esce di strada e salta nel vuoto: l'ultimo pensiero di Margherita è per Carlo, un compagno di classe che, senza una ragione apparente, ha deciso di ritirarsi da scuola e non è più uscito da casa.

Titolo: La ragazza che amava Audrey Hepburn
Autore: Rebecca Serle
Editore: Dea Planeta
Genere: Fiction
Data di uscita: 29 Gennaio 2019

Trama:
Il suo fidanzato. La sua migliore amica. Un amatissimo ex professore. L’estraneo che chiama papà. E...Audrey Hepburn: i suo idolo, il suo modello. La donna a cui deve il nome e la cui grazia, intelligenza, ironia tutte sogniamo di possedere.
Ecco i cinque invitati che Sabrina vorrebbe alla sua cena perfetta. Le stesse cinque persone, che, magicamente, si presentano davvero alla festa a sorpresa per i suoi trent’anni. Mentre gli antipasti vengono serviti, il vino versato e la conversazione attorno al tavolo prende quota, a poco a poco diventa chiaro che c'è una ragione precisa se ognuno di loro si trova lì. Una ragione che né Sabrina né tantomeno il lettore riescono lontanamente a immaginare. Bon appetit!

Titolo: La nostra famiglia ribelle
Autore:  Gaia Rota, Michele Cattaneo
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 30 Gennaio 2019

Trama:
Sentirsi una famiglia significa stare insieme, collezionare ricordi e sensazioni che, quando il sonno non arriva, si trasformano in un soffice cuscino. Significa esserci sempre l’uno per l’altro, al di là del tipo di legame che ci unisce e che, a volte, può non essere di sangue, ma solo di cuore.
Così è stato per Gaia e per Michele, che si sono innamorati e non hanno avuto paura di intraprendere un viaggio a tre, perché con loro c’era Lavinia, la bimba di Gaia, nata da una precedente relazione. Non hanno avuto paura di affrontare i pregiudizi verso una famiglia «diversa», fiera della propria unicità, ma consapevole dell’importanza delle tradizioni. Perché con Lavinia si può girare l’Europa zaino in spalla, ma è sul divano che le coccole hanno il loro vero sapore. Perché Gaia, con una tenda improvvisata in salotto, è capace di creare un mondo magico e Michele ha una soluzione per ogni problema. E la manina di Lavinia è sempre lì, a unirli ancora di più. Conquistare la sua fiducia non è stato facile, per Michele: capricci e musi lunghi sono durati finché Lavinia gli ha permesso di rimboccarle le coperte e farsi chiamare «Mimi». Accanto a Michele, Gaia è riuscita a zittire la vocina che le ricordava i fallimenti passati e ha capito che casa è dove ci si sente davvero sé stessi. Forti di queste certezze, Gaia e Michele hanno intrapreso una nuova avventura con la nascita di Brando, che ha sparigliato le carte rendendo tutto più speciale. Perché essere genitori non significa cambiare sé stessi per i figli, ma lasciarsi accompagnare da loro, giorno dopo giorno, per diventare grandi insieme

08/01/19

Speciale: 10 libri che voglio assolutamente leggere quest'anno

8.1.19 4 Comments
Alcuni sono titoli nuovi, altri libri già usciti da più o meno tempo, ma sono tutti titoli che dovrei/vorrei/ci proverò a leggere quest'anno!

(più seguito)
di cui tutti hanno praticamente parlato benissimo, ma che io ancora non sono riuscita a leggere.


e in generale tutti i libri di Bianca Marconero in uscita.

già presente in wishlist, avendolo visto nel 90% delle liste tra le migliori letture del 2018, devo assolutamente recuperarlo.

in uscita prossimamente,  già adocchiato in inglese da diversi mesi, è tra le letture più attese di quest'anno.

Penso ultimo libro di Zafòn che ancora non ho letto!

questo in realtà dovrebbe stare in cima alla classifica, visto che è quello che attendo di leggere con più ansia! Ancora non abbiamo una data precisa, ma speriamo di non dover aspettare troppo.

Dopo aver letto il primo famosissimo libro dell'autore, e non averlo trovato così eccezionale come tutti, sono curiosa di leggere questo nuovo suo lavoro.

Me lo porto dietro da qualche anno ormai, sarà questo quello giusto?



06/01/19

Nuove uscite di gennaio - prima parte

6.1.19 0 Comments
Buongoorno lettori!
Iniziato il 2019, e con esso gennaio, carichissimo di nuove succulenti uscite. Questo mese, ci sono così tanti libri interessanti in arrivo, che ho dovuto dividere il post in due parti, nei prossimi giorni, quindi, altre novità in uscita, che rischiano di minare ulteriormente i vostri risparmi, siete avvisati.

Titolo: YOU
Autore: Caroline Kepnes
Editore: Mondadori
Genere: Thriller
Data di uscita: 4 Gennaio 2019

 Trama:
Basta una mano che chiude con gentilezza la porta della libreria per non farla sbattere, basta la scelta di un libro né troppo sofisticato né troppo sciocco, basta un maglione a V senza reggiseno, ed ecco che la fantasia di Joe si mette in moto. Joe è un libraio dell'East Village, ama il suo lavoro e ha una personalissima idea sui libri che bisognerebbe leggere, e poi ha un certo occhio per i suoi clienti. Non gli può sfuggire la giovane, carina, sessualmente provocante Guinevere Beck, aspirante scrittrice che ha appena varcato la soglia e ora vaga tra gli scaffali rifugiandosi tra la F e la K, lanciando dietro di sé un sorrisetto malizioso. Beck è tutto ciò che Joe ha sempre desiderato: glaciale e al contempo più sexy di qualsiasi fantasia estrema, ha l'aria da dura, e racconta un sacco di bugie che la rendono misteriosa e ancora più affascinante. E poi non la smette di scrivere, scrive di tutto tranne che il proprio romanzo: mail alle amiche, twitter, sms, un mondo intero di informazioni private facilmente accessibili e tutti sembrano essere molto, ma molto interessati a lei. Beck ancora non lo sa, ma lei è perfetta per Joe, è la sua anima gemella. E presto non potrà più resistere a un ragazzo che sembra disposto a tutto per lei. Ma c'è qualcosa che sfugge a entrambi. Qualcosa di Joe che Beck non ha del tutto realizzato. Qualcosa di nascosto dietro la meravigliosa facciata di Beck. E la loro reciproca ossessione potrebbe rivelarsi non così innocua...

Titolo: La ragazza della luna
Autore:  Lucinda Riley
Editore: Giunti
Genere:  Fiction
Data di uscita: 2 Gennaio 2019

Trama:
Sono trascorsi sei mesi dalla morte di Pa' Salt e al contrario delle altre sorelle D'Aplièse, Tiggy ha ricevuto indicazioni precise sulle sue origini. Quando sarà pronta non dovrà fare altro che andare a Granada, nella zona di Sacromonte e bussare a una porta azzurra nel Cortijo del Aire. Ma ancor prima di decidere di intraprendere questo viaggio, Tiggy conosce Chilli, un vecchio gitano che vive in una baita all'interno della tenuta. Sarà proprio lui a raccontarle la storia di sua nonna: Lucía Amaya-Albaycin. Granada 1922. La piccola Lucía si esibisce, a soli 10 anni, nel Concurso di Cante Jondo, un festival di musica e ballo flamenco, incantando pubblico e giuria con la sua eccezionale tecnica e il temperamento vulcanico. Nonostante la tenera età, Lucía ha dentro di sé il duende, lo spirito del ballo, che arde così luminoso attraverso i suoi occhi da essere soprannominata "La Candela". La sua bravura e la sua ambizione la porteranno a intraprendere molto presto la carriera di ballerina e a lasciare la famiglia e la Spagna per inseguire il suo sogno. Ma a quale prezzo? Un viaggio in un esotico passato che porterà Tiggy a scoprire un lato di se stessa finora sconosciuto e a capire qual è il suo vero posto nel mondo.

Titolo: Sette giorni perfetti
Autore: Rosie Walsh
Editore: Longanesi
Genere: Fiction
Data di uscita: 7 gennaio 2019

Trama:
Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell'autobus e fin dal primo momento Sarah e Eddie si piacciono da morire. A quasi quarant'anni e con un divorzio alle spalle, Sarah non si è mai sentita così viva. E le sembra che Eddie la aspettasse da sempre. Così, dopo una settimana perfetta passata insieme, quando Eddie parte per un viaggio fissato molto prima di conoscerla e promette di chiamarla dall'aeroporto, Sarah non ha motivo di dubitare. Ma quella telefonata non arriva. E non arriva nemmeno il giorno dopo, né gli altri a seguire. Incredula, gli occhi fissi sullo schermo del cellulare che non suona, Sarah si chiede se lui l'abbia semplicemente scaricata o se invece gli sia successo qualcosa di grave. Dopo giorni di silenzio, mentre tutti gli amici le consigliano di dimenticarlo, Sarah si convince sempre più che ci sia qualcosa dietro l'improvvisa sparizione. Tuttavia le settimane passano e Sarah non sa più darsi spiegazioni. Fino al giorno in cui inaspettatamente scopre di aver avuto sempre ragione. C'è un motivo se Eddie non l'ha più chiamata. Un segreto doloroso che li avvicina e insieme li allontana. L'unica cosa che non si sono detti in quei sette giorni trascorsi insieme...

Titolo: La vita inizia quando trovi il libro giusto
Autore: Ali Berg & Michelle Kalus
Editore: Garzanti
Genere: Fiction
Data di uscita: 10 Gennaio 2019

Trama:
Frankie ha sempre cercato le risposte nei libri. Al perché la sua carriera non sia decollata, al perché sia così difficile andare d’accordo con sua madre o, a ventotto anni, non abbia ancora vissuto la sua grande storia d’amore. Leggere le pagine di Jane Austen, Francis Scott Fitzgerald e John Steinbeck l’ha sempre aiutata. Ma, al di fuori delle amicizie letterarie, Frankie si sente spesso sola. La sua vita, ora, sta per cambiare. Il suo piano non può fallire. I libri non possono tradirla. Per giorni ha lasciato una copia dei suoi romanzi preferiti sui mezzi pubblici che prende per andare al lavoro, scrivendo all’interno il suo indirizzo e-mail. Perché per una grande lettrice come lei non c’è modo migliore di fare nuove conoscenze, o addirittura di trovare l’anima gemella, se non grazie a un libro. Ne è sicura. Quando le risposte cominciano ad arrivare, Frankie colleziona appuntamenti su appuntamenti. E, purtroppo, delusione su delusione. Perché, di fronte a lei, si presentano le persone più strambe che abbia mai conosciuto e nessuna sembra quella giusta. Tra di loro non c’è l’ombra né di un amico né tantomeno di un fidanzato. Fino a quando non incontra Sunny, un uomo che sembra uscito da uno dei suoi romanzi preferiti. Ma ha un difetto terribile: gusti letterari opposti ai suoi. Una cosa su cui Frankie non può proprio passare sopra. L’uomo giusto deve leggere i libri giusti. Frankie si trova a un bivio. Per vivere una favola d’amore deve accettare Sunny con i suoi pregi e i suoi difetti. Accettare che l’uomo accanto a lei possa amare autori che lei non ha mai letto. Perché una nuova vita inizia quando trovi l’amore. Ma anche quando trovi una storia da leggere, che apre orizzonti inaspettati e fa scoprire nuovi protagonisti da incontrare.

Titolo: Fidanzati dell'inverno. L'Attraversaspecchi
Autore: Christelle Dabos
Editore: Edizioni e/o
Genere: Fantasy
Data di uscita: 30 Gennaio 2019

Trama:
Secondo volume della saga dell’Attraversaspecchi (dopo il primo, Fidanzati dell’inverno), Gli scomparsi di Chiardiluna trascina il lettore in una girandola di emozioni lasciandolo, alla fine, con una voglia matta di leggere il terzo volume.
Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell’arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all’interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l’inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell’indagine solo per amore di Thorn, l’uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...

Titolo: Sperando che il mondo mi chiami
Autore:  Mariafrancesca Venturo
Editore: Longanesi
Data di uscita: 17 Gennaio 2019

Trama:
Carolina Altieri ogni mattina si sveglia all’alba per andare al lavoro. Indossa abiti impeccabili, esce di casa, sale su un autobus e accende il cellulare sperando che una scuola la chiami. Carolina fa il mestiere più bello del mondo, ma è ancora, e non sa per quanto, una maestra supplente, costretta a vivere alla giornata senza poter mai coniugare i verbi al futuro, né per sé né per i suoi allievi. Attraverso ore che scorrono in un continuo presente, scandito solo dalle visite a una tenerissima nonna e dall’amore travolgente e imperfetto per Erasmo, Carolina racconta il rocambolesco mondo della scuola, popolato da pendolari speranzosi e segretarie svogliate, e la sua passione per i bambini, che tra sorrisi impetuosi, inaspettate verità e abbracci improvvisi riescono sempre a sorprenderla e a insegnarle qualcosa.
E sarà proprio questa passione a costringerla a imprimere una svolta alla sua vita eternamente sospesa e a cambiarle il destino.
Sperando che il mondo mi chiami è un romanzo poetico ed emozionante sul sapere affrontare le mille sfide inattese che la vita ci offre.

Titolo: Fish Boy
Autore: Chloe Daykin
Editore: Giunti
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 30 Gennaio 2019

Trama:
Billy ha 12 anni, adora l'oceano e la natura, e di fronte alla vita ha un'infinità di domande. Il suo mito è David Attenborough, il naturalista che ha una risposta a ogni domanda. Il padre lavora in un negozio, è premuroso e cerca di compensare le attenzioni mancate della madre, sempre stanca e affetta da affaticamento cronico. Così Billy è attratto dal mondo marino, dove non ci sono compagni che rubano le scarpe o una madre che non gioca con suo figlio... e una notte decide di immergersi sott'acqua e abbandonarsi. Per fortuna Patrick, il suo nuovo e unico amico, con un grosso atto di coraggio lo salva prima che sia troppo tardi... e l'avventura ha inizio! 

Titolo: Il mio nome è Venus Black
Autore: Heather Lloyd
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Young Adult
Data di uscita: 29 Gennaio 2019

Trama:
Everett, Stato di Washington, 1980. Venus Black ha quasi quattordici anni, ottimi voti e due grandi amori: l’astronomia e il suo fratellino Leo, autistico. Una sera di febbraio però la ragazza si macchia di un crimine che segna per sempre il suo destino e quello della sua famiglia: uccide il suo patrigno. Rinchiusa in un carcere minorile, Venus rifiuta di difendersi, di spiegare; si limita a gridare tutta la sua rabbia contro la madre. Nel frattempo, Leo sparisce nel nulla e Venus non si dà pace.Quasi sei anni dopo, la ragazza esce di prigione. Perduta l’adolescenza, le restano una valigia di vecchi vestiti, un’identità falsa e la determinazione di scappare dal suo passato. Senza più alcun contatto con sua madre, né notizie di suo fratello, decide di ricominciare da zero a Seattle, sempre tenendosi ai margini, diffidente e solitaria. Ma mentre nuovi incontri sfiorano la sua orbita, con la tentazione di un’amicizia, e forse di un amore, riaffiorano anche antiche ferite. E Venus si rende conto che non potrà mai trovare un futuro finché non farà i conti con il passato e con la verità che più la tormenta: che cosa ne è stato di Leo.

Titolo: I primi secondi di un abbraccio
Autore: Katy Regan
Editore: Mondadori
Genere: Fiction
Data di uscita: 29 Gennaio 2019

Trama:
Zac ha dieci anni e vive con sua mamma Juliet, perché suo padre ha pensato bene di darsela a gambe prima che lui nascesse. O almeno, questa è la versione che in famiglia gli hanno sempre raccontato. Nel tentativo di dare un padre a Zac, che ha qualche problema di peso ed è diventato il bersaglio di alcuni bulletti, Juliet si ostina a uscire con improbabili pretendenti, inanellando una delusione dopo l'altra. Una sera, in seguito all'ennesimo appuntamento andato storto, rientra a casa alticcia e con gli occhi rossi di pianto, e si lascia sfuggire di essere ancora innamorata del padre di Zac. Per il ragazzino questa è una vera e propria rivelazione, oltre che una notizia bellissima. Con il cuore che batte all'impazzata, Zac non vede l'ora di dare il via alla sua nuova missione Trovare Papà: è deciso a cercare l'uomo che ha sempre immaginato e a dargli una seconda possibilità; ma principalmente è determinato a far felice sua madre una volta per tutte. Come un piccolo detective, insieme alla sua amica del cuore Teagan, inizia a raccogliere in segreto una serie di indizi che lo porteranno pericolosamente vicino alla verità. La cosa che non sa, però, è che a volte le persone hanno ottimi motivi per sparire…

04/01/19

5 cose che #44: 5 libri che avrei voluto leggere nel 2018

4.1.19 3 Comments
 Rubrica ideata da Twin Books Lovers (a cui potete aderire qui) in cui, ogni settimana, in base ad un tema prescelto, si stila una lista di cinque cose.
Dopo mesi e mesi di abbandono, torna a popolare il blog la rubrica settimanale del venerdì, in collaborazione con numerose altre blogger.
 Il tema delle settimana? 5 titoli che avrei voluto leggere nel 2018, ma che per un motivo o per un altro, non ho letto.In realtà, la mia lista è lunghissima, ne ho scelti quindi 5 totalmente a caso, a parte quello di Marie Lu, dato che è una delle mie autrici preferite!

Warcross di Marie Lu
La donna che non invecchiava più, di Grégoire Delacourt
L'emporio dei piccoli miracoli, di Keigo Higashino
Uno di noi sta mentendo, di Karen McManus

03/01/19

Buoni (ci proviamo) propositi per il 2019

3.1.19 5 Comments

Primo post dell'anno, e come di consueto, si tratta dei buoni propositi legati al blog e alle letture.
Raramente riesco a rispettare gli obiettivi prefissati ad inizio anno, soprattutto quelli personali, ma credo sia così un po' per tutti. Si inizia con grandi idee, tanti progetti, ma poi l'anno scorre come vuole lui e tra ostacoli e problemi, i propositi finiscono dimenticati in un angolino.
Spero che per voi questo 2019 sia un anno ricco di sorprese e momenti felici, spero sia così anche per me, ovviamente. Ho deciso di cercare, per quanto possibile, di tenere lontano tutte quelle situazioni o persone che influiscono negativamente sulla mia vita, di smettere di stare male per chi non se lo merita. Circondatevi di persone che capiscano quanto valiate e come dovete essere trattati, chi non lo capisce, non vale il vostro tempo, ve lo assicuro, e soprattutto cercate di godere di più delle piccole gioie quotidiane, che spesso passano "inosservate".

Finite le premesse, ecco i miei propositi da lettrice/blogger e bookstagrammer:
  • Leggere di più
  • Ampliare i miei generi letterari (più recensioni cattive, insomma)
  • Dare possibilità a nuovi fantasy (ultimamente, infatti, sono stata lontana dal genere, che poi è uno dei miei preferiti, perchè non riesco a trovare storie soddisfacenti e originali)
  • Leggere più autori italiani...
  • ...e almeno un paio dei millemila libri in inglese che ho acquistato ultimamente
  • Essere più costante con i post (soprattutto non "dimenticare" per strada le rubriche, gli speciali, eccetera)
  • Ideare più post "speciali"
  • Iniziare nuove serie, sia letterarie che serie tv.
  • Vedere più film
  • ...e andare al cinema più spesso, visto che è una cosa che adoro
  • Recuperare quegli episodi di serie tv che mi porto dietro da una vita
  • Migliorare nelle foto (se ancora non mi seguite su instagram, mi trovate qui)
  • Partecipare a qualche challenge su Instagram

  • Visto che sono così propositiva, al momento, ho anche aggiornato la mia lista 101 things in 1001 days, apportando qualche piccola modifica...nella speranza di completarla tutta (vabbè quasi tutta) prima o poi!