Il blog va in vacanza!

Buongiorno cari lettori!
Questo post velocissimo di oggi, lo scrivo per comunicarvi che il blog, nei prossimi giorni si prende una pausa.
Solitamente, mi impegnavo al massimo per preparare e programmare in anticipo i vari post, durante le vacanze, ma per quest'anno, non sono riuscita a preparare nulla, se non qualche bozza. Ho così deciso che, anzichè riempire il blog di rubriche, più veloci e immediate da preparare rispetto alle recensioni, pur di non lasciare vuoto il mio angolino, di mettere tutto in pausa.
Dovrei tornare operativa verso il 25 agosto, in ogni caso, durante queste settimane, non me ne starò certo con le mani in mano!
Spero di riuscire a leggere molto, di recuperare tutte le recensioni in arretrato (che sono parecchie), scattare tante foto libresche (soprattutto per la challenge che ho organizzato),  guardare taaaanti film,  e tornare più carica e con idee nuove.

In ogni caso, potete trovarmi attiva sul mio canale Instagram, con gli aggiornamenti delle mie letture e delle vacanze xD
A proposito, voi siete già partiti per le vacanze, o dovete ancora andarci? E dove siete stati? Ditemi, ditemi, che sono curiosa!

Ci leggiamo il 25 agosto! :)


Un cattivo ragazzo come te

Titolo: Un cattivo ragazzo come te
Autore: Huntley Fitzpatrick
Editore: De Agostini
Anno: 2017
Pagine:
Prezzo: 14,90

Trama:
Dall’autrice di Quello che c’è tra noi
Torna il secondo fantastico capitolo della saga della famiglia Garrett Una storia che racconta l’importanza delle seconde occasioni e del primo amore 


L’ultima cosa di cui una maniaca del controllo come Alice Garrett ha bisogno è un tipo come Tim Mason. Tim che è il migliore amico di suo fratello minore. Tim che attira i guai come una calamita. Tim che fiuta l’alcol anche bendato. Ma si sa, le cose non vanno sempre come si vorrebbe. Così, quando Tim si trasferisce nell’appartamento sopra il garage dei Garrett, Alice comincia a conoscerlo meglio. E capisce che dietro quella maschera da bad boy si nasconde un ragazzo che, dopo aver toccato il fondo, è pronto a tutto pur di cambiare. Anche a prendersi finalmente la responsabilità per il guaio che ha combinato un anno prima. Un guaio che Tim non ricorda nemmeno ma le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Qualcosa di così scomodo che potrebbe mettere fine alla storia con Alice ancora prima che abbia inizio.


Recensione:
Un cattivo ragazzo come te, arriva a distanza di anni dal libro precedente, "Quello che c'è tra noi", ma è un libro che può benissimo essere considerato autoconclusivo ed essere letto senza aver prima letto il romanzo precedente, visto che e due storie non sono strettamente collegate.
Iniziando questo romanzo, mi sono infatti resa conto che ricordavo ben poco di !Quello che c'è tra noi", devo essere sincera,  anche se entrambi i personaggi, Alice e Tim, si erano già intravisti, così come in questo libro fanno capolino i protagonisti di Quello che c'è tra noi, sono proprio Alice e Tim al centro di questa nuova storia della Fitzpatrick.

Il libro in sè non è male, lo stile dell'autrice è semplice, ma molto scorrevole.
Ho apprezzato molto il personaggio di Tim, e il suo percorso di crescita, la maturità che sviluppa nel corso della storia, tanto da arrivare a fare e pensare, cose che all'inizio del romanzo erano inconcepibili per un tipo come lui, che è un po' il classico bad boy.

Alice invece, è simpatica e carina, sempre presa dalla sua numerosissima famiglia, che la tiene costantemente impegnata e da una relazione, all'inizio del romanzo, che sembra non avere nè capo nè coda.

Su una cosa, però, avrei preferito che l'autrice si concentrasse maggiormente, ovvero i problemi di Tim riguardo la sua dipendenza. Ho trovato poco approfondita quella tematica che, a mio parere andava approfondita meglio, essendo un argomento tanto importante. Non mi è piaciuto che la Fitzpatrick abbia parlato del discorso solo in modo superficiale e frettoloso.

I Garret, invece, rimangono una famiglia davvero straordinaria, frenetici e simpaticissimi, soprattutto i più piccoli!

Per il resto, il romanzo si legge molto in fretta, è scorrevolissimo ed è stata una lettura piacevole, benchè ci sia qualche pecca, qualche dettaglio che non mi ha fatto impazzire, come il finale, in cui speravo qualcosa di meglio!  

Valutazione:
♥♥♥

Monthly Recap - Luglio

Buongiorno lettori, ecco il solito consueto riassunto del mese appena trascorso :)

LIBRI
L'ultima notte al mondo (♥♥♥♥/e mezzo)
Marina (♥♥♥♥/e mezzo)


FILM&TELEFILM
Purtroppo, per quanto riguarda i film e le serie tv, questo mese sono riuscita a recensirvi  solamente Il Drago invisibile e Pan - Viaggio nell'isola che non c'è.
L'estate, è un periodo fiacco di telefilm, a parte Game of Thrones, e Teen Wolf, ovviamente, che sono appena ricominciati (*-*), quindi conto di iniziare qualche nuova serie, o magari recuperare qualche film che vorrei vedere da tempo, così potrei poi parlarvene meglio a settembre :)
Voi che serie tv mi consigliereste? Qualcosa di carino, ma non troppo lungo, preferibilmente sulle tre/quattro stagioni xD

NOTE
Vi avviso fin da subito, che ad agosto il blog si prenderà una meritata vacanza, ma ve ne parlerò meglio tra qualche giorno, in un apposito post.

Per concludere, però, vi lascio con qualche interessante trailer rilasciato qualche giorno fa durante il Comic-con:

ONCE UPON A TIME

RIVERDALE

ARROW

THE FLASH

OUTLANDER


Per oggi è tutto, a presto! :)

5 cose che #31: 5 libri che vorrei leggere solo per la bellezza della loro cover

Rubrica ideata da Twin Books Lovers (a cui potete aderire qui) in cui, ogni settimana, in base ad un tema prescelto, si stila una lista di cinque cose.
THESE BROKEN STARS


Luxury spaceliner Icarus suddenly plummets from hyperspace into the nearest planet. Lilac LaRoux and Tarver Merendsen survive – alone. Lilac is the daughter of the richest man in the universe. Tarver comes from nothing, a cynical war hero. Both journey across the eerie deserted terrain for help. Everything changes when they uncover the truth. 


The Starbound Trilogy: Three worlds. 

Three love stories. 
One enemy.




A WOUNDED NAME


There's a girl who could throw herself head first into life and forge an unbreakable name, an identity that stands on its own without fathers or brothers or lovers who devour and shatter.
I'VE NEVER BEEN THAT GIRL.
Sixteen-year-old Ophelia Castellan will never be just another girl at Elsinore Academy. Seeing ghosts is not a skill prized in future society wives. Even when she takes her pills, the bean sidhe beckon, reminding her of a promise to her dead mother.

Now, in the wake of the Headmaster's sudden death, the whole academy is in turmoil, and Ophelia can no longer ignore the fae. Especially once she starts seeing the Headmaster's ghosts- two of them- on the school grounds.
At the center of her crumbling world is Dane, the Headmaster's grieving son. He, too, understands the power of a promise to a parent- even a dead one. To him, Ophelia is the only person not tainted by deceit and hypocrisy, a mirror of his own broken soul. And to Ophelia, Dane quickly becomes everything. Yet even as she gives more of herself to him, Dane slips away. Consumed by suspicion, rage, and madness, he spirals towards his tragic fate- dragging Ophelia, and the rest of Elsinore, with him.
YOU KNOW HOW THIS STORY ENDS.

Yet even in the face of certain death, Ophelia has a choice to make- and a promise to keep. She is not the girl others want her to be. But in Dot Hutchison's dark and sensuous debut novel, the name "Ophelia" is as deeply, painfully, tragically real as "Hamlet".


A MADESS SO DISCREET

Grace Mae knows madness.

She keeps it locked away, along with her voice, trapped deep inside a brilliant mind that cannot forget horrific family secrets. Those secrets, along with the bulge in her belly, land her in a Boston insane asylum.

When her voice returns in a burst of violence, Grace is banished to the dark cellars, where her mind is discovered by a visiting doctor who dabbles in the new study of criminal psychology. With her keen eyes and sharp memory, Grace will make the perfect assistant at crime scenes. Escaping from Boston to the safety of an ethical Ohio asylum, Grace finds friendship and hope, hints of a life she should have had. But gruesome nights bring Grace and the doctor into the circle of a killer who stalks young women. Grace, continuing to operate under the cloak of madness, must hunt a murderer while she confronts the demons in her own past.

In this beautifully twisted historical thriller, Mindy McGinnis, acclaimed author of Not a Drop to Drink and In a Handful of Dust, explores the fine line between sanity and insanity, good and evil—and the madness that exists in all of us.

THE CONSPIRACY OF US

A fast-paced international escapade, laced with adrenaline, glamour, and romance--perfect for fans of Ally Carter

Avery West's newfound family can shut down Prada when they want to shop in peace, and can just as easily order a bombing when they want to start a war. Part of a powerful and dangerous secret society called the Circle, they believe Avery is the key to an ancient prophecy. Some want to use her as a pawn. Some want her dead.

To unravel the mystery putting her life in danger, Avery must follow a trail of clues from the monuments of Paris to the back alleys of Istanbul with two boys who work for the Circle—beautiful, volatile Stellan and mysterious, magnetic Jack. But as the clues expose a stunning conspiracy that might plunge the world into World War 3, she discovers that both boys are hiding secrets of their own. Now she will have to choose not only between freedom and family--but between the boy who might help her save the world, and the one she's falling in love with.

REIGN OF SHADOWS

Seventeen years ago, an eclipse cloaked the kingdom of Relhok in perpetual darkness. In the chaos, an evil chancellor murdered the king and queen and seized their throne. Luna, Relhok’s lost princess, has been hiding in a tower ever since. Luna’s survival depends on the world believing she is dead.

But that doesn’t stop Luna from wanting more. When she meets Fowler, a mysterious archer braving the woods outside her tower, Luna is drawn to him despite the risk. When the tower is attacked, Luna and Fowler escape together. But this world of darkness is more treacherous than Luna ever realized.

With every threat stacked against them, Luna and Fowler find solace in each other. But with secrets still unspoken between them, falling in love might be their most dangerous journey yet.

With lush writing and a star–crossed romance, Reign of Shadowsis Sophie Jordan at her best.
 

Quali sono le cover che vi fanno venire gli occhi a cuoricino?

Marina

Titolo Marina
Autore: Carlos Ruiz Zafon
Editore: Mondadori
Collana: Oscar bestseller
Pagine: 322
Prezzo: 12,00

Trama:
Barcellona, fine anni Settanta. Óscar Drai è un giovane studente che trascorre gli anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell'età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Óscar ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno, un antico grammofono suona un'ammaliante canzone per voce e pianoforte. Nel momento in cui sottrae l'oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Óscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. E niente per lui sarà più come prima. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più amata: segreti che lo spingeranno non solo alla più lunga fuga mai tentata dal detestato collegio, ma anche verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza. Scritto prima de "L'ombra del vento" e "Il gioco dell'angelo" questo romanzo ne anticipa i grandi temi: gli enigmi del passato, l'amore per la conoscenza, la bellezza gotica e senza tempo di Barcellona.


Recensione:
Dopo essermi innamorata della serie di Zafon, iniziata con L'Ombra del vento, ho deciso di immergermi nuovamente in un'avventura creata da questo autore di cui, ho capito, leggerei qualsiasi cosa.

Anche nel caso di questo romanzo autoconclusivo, Marina, uscito prima della serie del cimitero dei libri dimenticati, l'autore non lascia nulla al caso, non lesinando con i dettagli, per una storia, ancora una volta, strutturata alla perfezione, studiata fin nei minimi dettagli, ma intricata come solo lui sa fare.

Oscar, è il giovane protagonista di questo libro, un ragazzo cresciuto in collegio che, quasi per caso, scova una casa misteriosa, da cui viene subito attratto. Nonostante l'atmosfera lugubre, decide di avventurarsi all'interno dell'abitazione e da lì, finirà per scoprire  una Barcellona oscura, fatta di segreti ben celati, di luoghi pieni di ombre, e di persone piene di dolore e dall'esistenza maledetta.

I personaggi di Carlos Ruiz Zafon, lasciano sempre il segno, stupiscono per quanto sono ben descritti, ricchi di sfumature, umani, reali, e perciò pieni anche di lati nascosti, più oscuri e meno benevoli.
Oltre ad Oscar, il protagonista, accanto a lui abbiamo Marina, altro personaggio di spessore, definito molto bene, che proprio assieme al protagonista, partirà alla scoperta di una storia terribile e raccapricciante.
Altri sono i personaggi che girano attorno ai due ragazzi, e specialmente quelli che sono i protagonisti del segreto su cui Oscar e Marini finiscono per  indagare, sono ricchi di sfaccettature, personaggi maledetti, come ne abbiamo trovati nella quadrilogia del Cimitero dei libri dimenticati, ma al contempo fragili e spezzati da una vita crudele.

La scrittura dell'autore è scorrevole, coinvolgente, porta il lettore nel profondo della sua storia, ne svela ogni meandro più nascosto, e lo fa in modo assolutamente sublime.

Barcellona, è ancora una volta lo sfondo di questa storia, sebbene sia meno protagonista rispetto gli altri libri dell'autore, è comunque ben descritta e un ottima base per una storia così ricca di mistero.

Sorprendente ed emozionante, l'autore è riuscito, ancora una volta a lasciarmi con il fiato sospeso, dall'inizio alla fine del libro, perchè oltre ad essere intrigante la storia in sè, è proprio la bellezza dei personaggi, così sfaccettati e vivi, così tormentati e soli a far innamorare il lettore, di questo romanzo.


Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo

Schegge d'autore #27


Schegge d'autore, è la rubrica in cui presenterò autori esordienti e le loro opere.
Titolo: Gli Orari del Cuore
Autore: Stefano Labbia  
Editore: Leonida 
Anno: 2016 
Genere: Raccolta poetica / Tematica Amore, satira politica, vita

Trama:     
 Bella sin dal titolo, la raccolta poetica di Stefano Labbia riesce ad evitare quei trabocchetti che, numerosi, sono disseminati sul percorso di chi vuole fare poesia al giorno d'oggi. Ecco dunque che i versi de Gli orari del cuore arrivano dritti allo stomaco e al cuore del lettore, senza l'ansia di dover pagare per forza debito alla poesia classica; ecco che sensazioni ed emozioni fluttuano sulle pagine scritte come fossero fragranze o giochi di luce; ecco che lo stile di scrittura elegante e immediato al contempo accompagna gli occhi del lettore in viaggi interiori di sicuro effetto. Alcune parole chiave, che emergono dal testo e che conducono ad una lettura profonda e analitica, parallela a quella di puro intrattenimento, sono sentimento, esistenza, passione, natura, volontà, equilibrio, legame, (in)consapevolezza, tempo, sogno, speranza. Ergo: un'opera apprezzabile che incanterà il lettore facendo lui vivere sensazioni ed emozioni vivide e mai banali.

L'autore     
Stefano Labbia, classe 1984, è un giovane autore italiano di origine brasiliana. 
Nato nella Capitale, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, “Gli Orari del Cuore” nel 2016 per Casa Editrice Leonida. Nel 2017 ha dato alle stampe la sua seconda silloge poetica dal titolo "I Giardini Incantati" (Talos Edizioni) ed una raccolta di racconti, "Bingo Bongo & altre storie" (Il Faggio Edizioni). 
Ha pubblicato / è inoltre presente in: "Un penny dall'inferno" (Senso Inverso Edizioni - 2017 - Raccolta di racconti horror di Autori Vari vincitori del Concorso Letterario "Luce Nera" III edizione); Antologia poetica "Versus Sulmona 2016 - 2017" - Lupi Editore (AAVV - selezionato in occasione del Preio Letterario "Versus Sulmona 2016 - 2017); 
Antologia di racconti "Preghiera di un uomo che cade dalle nuvole" - vincitore del concorso letterario "Oceano di Carta 2017" (Senso Inverso Edizioni - 2017); Antologia racconti e poesie "Una città che scrive. Una città che rinasce." 2017 (Associazione "Una città che...") selezionato per il Premio Letterario Internazionale "Una città che scrive 2017"; Raccolta poetica "Versi in volo" selezionato per il concorso letterario "Versi in Volo" (Sensoinverso Edizioni - 2017). 
Autore di una graphic novel seriale dal titolo "Killer Loop'S" (LFA Publishing - 2018). Collabora dal 2016 con i portali MyReviews.it (cinema ed editoria) e The Freak (autore - poeta). 
Dal 2017 collabora anche con i portaliOkay News e ItLondra. Scrive per "Il Nostro", free press magazine mensile (2017). Ha scritto per 2duerighe.com (cinema e teatro - 2016 / 2017) e Oubliette Magazine (cinema, arte, musica e teatro - 2016 / 2017). 
Ha condotto e curato un programma radio dedicato a cultura, poesia, teatro e musica sulla radio indipendente Deliradio.it (2017). 
Ha inoltre collaborato alla stesura e all'ideazione di “Rivka” (Serie Italiana - 2016), “Boh” (Sitcom – Distribuita da Extra Tv – Idea, regia e sceneggiatura - 2016), “Butterfly Lies” (2015 / 2016 - UK – idea, soggetto e sceneggiatura), “Safe” (Idea, soggetto e sceneggiatura – Tv Show - USA – 2015), “Life Goes On” (Idea, soggetto e sceneggiatura – Film – 2015), 
"American Inn" (Idea, soggetto e sceneggiatura - Sitcom - USA - 2015), “(R)Evolution” (Idea, soggetto e sceneggiatura – 2015), “Police Assault” (Idea, soggetto e sceneggiatura - Tv Show – USA - 2014), "WMW – What Men Wants" (dramedy – UK – 2015 / 2016 – Idea, soggetto e sceneggiatura), “Fear” (fantastico - UK - idea, soggetto e sceneggiatura - 2015 - 2016) e "Strings" (co-autore con Agnese Pagliarani – Sitcom - 2016). 

Il segreto della bambina sulla scogliera

Titolo: Il segreto della bambina sulla scogliera
Autore:  Lucinda Riley
Editore: Giunti
Collana: Tascabile
Anno: 2015
Pagine: 480
Prezzo: 6,90

Trama:
Dopo un aborto che le ha spezzato il cuore, Grania Ryan lascia New York e la sua carriera di scultrice per tornare nel villaggio irlandese in cui è cresciuta. Un giorno, in mezzo alla tempesta, sulla scogliera a picco sul mare dove è solita fare lunghe passeggiate, scorge Aurora, una bimba orfana di madre da cui è subito attratta in modo misterioso. Ma quando la madre di Grania, nonostante i suoi numerosi ammonimenti, si accorge che la figlia si sta affezionando ad Aurora e al padre di lei, le consegna un plico di lettere gelosamente custodite negli anni. In quelle lettere è contenuta la storia dei Ryan e dei Lisle, due famiglie legate fin dai tempi della guerra e sui cui destini si stendono ombre oscure. Sarà proprio la piccola Aurora e la devozione che Grania prova per lei a spezzare le catene del passato.


Recensione:
E' il primo di due libri, di Lucinda Riley, che erano a prender polvere nella mia libreria da tipo 3/4 anni.
Li avevo presi approfittando di uno sconto in libreria, mi pare, ma ogni volta che li prendevo in mano, rimandavo la lettura, non so perchè.
Almeno fino a qualche settimana fa, quando mi sono finalmente decisa a leggere Il segreto della bambina sulla scogliera, primo libro, appunto, che h letto della Riley.
La trama del libro, già di per sè interessante, si è rivelata ancora più intrigante e misteriosa di quanto mi immaginassi.

Come si legge dalla sinossi, il romanzo racconta la storia i questa bambina misteriosa, che la giovane Grania conosce, sul ciglio della scogliera, nel piccolo villaggio irlandese verdeggiate in cui risiede la sua famiglia.
Grania torna lì, nel villaggio in cui è nata, per superare alcune difficoltà nella sua vita privata, ma non immagina di certo che in breve tempo, la sua vita verrà completamente stravolta, e segreti e misteri di famiglia verranno pian piano alla luce.

Questo libro è una storia, nella storia, perchè attraverso flashback, ricordi e vecchie lettere, scopriamo le radici di Grania, il passato oscuro dei suoi antenati, ma anche della vita di Aurora, la bimba che ogni notte si aggira sulla scogliera, e che ha, alle spalle, una famiglia con altrettanti segreti e problemi.

Ci troviamo di fronte ad una storia davvero ben strutturata, intricata, in cui l'autrice ha studiato approfonditamente i legami tra i personaggi, per creare un romanzo davvero sorprendente.

Sono parecchi i personaggi che abitano questa storia, perchè come ho detto sopra, si tratta di una doppia, o addirittura tripla storia di famiglia!
I personaggi principali, sono caratterizzati molto bene, l'autrice scava nel profondo, creando così una storia ricca di fascino, ma anche emozionante, vivida e sentimentale. 

L'ambientazione di questo romanzo, è molto suggestiva, vivida e ben descritta, e lo stile utilizzato dall'autrice è semplice e scorrevole, ma molto coinvolgente, soprattutto per quanto riguarda i misteri del passato della famiglia di Grania. Interessantissimi, infatti, sono stati i salti temporali, e l'idea della narrazione in prima persona di Aurora.

Non so per quale motivo abbia atteso così tanto a leggere questo romanzo, vi assicuro, però, che non tarderò a leggere un altro libro di questa autrice!

Valutazione:
♥♥♥♥

5 cose che #30: 5 rubriche che amo leggere negli altri blog + 5 libri che mi attirano dal titolo

Rubrica ideata da Twin Books Lovers (a cui potete aderire qui) in cui, ogni settimana, in base ad un tema prescelto, si stila una lista di cinque cose.
Buondì lettori, oggi oppio appuntamento con la rubrica "5 cose che". Vi propongo, infatti, sia il tema di oggi, che quello di qualche settimana fa, che avevo saltato, e che ho quindi deciso di recuperare.

5 RUBRICHE CHE AMO LEGGERE NEGLI ALTRI BLOG

- Dreamcast, è una rubrica che adoro leggere, ma non trovo troppo spesso in giro sulla blogsfera (nè io pubblico frequentemente in realtà), però mi piace moltissimo scoprire quali attori, secondo i lettori potrebbero essere i volti perfetti per i protagonisti delle loro storie preferite, a io stessa, adoro fantasticare su improbabili film tratti da tutti i libri che mi sono piaciuti particolarmente!

- Un'altro tipo di rubrica che adoro leggere, è quella dedicata alle novità letterarie, agli adattamenti cinematografici, insomma, alle notizie più succosa in circolazione, ed in anteprima, perciò, ogni settimana aspetto con ansia i nuovi appuntamenti con "Friday News" su La tana di una booklover, e "La gazzetta di Wonderland", sul blog We Found Wonderland in Books.

- 5 Cose che: ebbene si, questa è una delle mie rubriche preferite, visto che unisce così tanti blogger in un appuntamento settimanale in cui, ogni volta, i temi sono sempre molto interessanti. E si, spesso contribuiscono ad allungare le nostre wishlist!


- Altra rubrica, o meglio, tipologia di post che mi piace leggere, è quello "chiacchiericcio". Sì, perchè ogni tanto, anche a me piace scrivere, e dialogare un po' con chi mi segue, parlando magari delle mie vacanze, di quello che mi sta succedendo nella vita, o semplicemente postando qualche foto o chiacchierando di libri o serie tv in modo generico.


5 LIBRI CHE MI ATTIRANO DAL TITOLO
Si sa, la wishlist di un lettore accanito, aumenta a dismisura giorno dopo giorno. Ci finiscono dritti dritti, libri dei nostri autori preferiti, quelli su cui facciamo sempre affidamento, ci finiscono i libri consigliati da qualcun altro, o scoperti per caso. Ma ci finiscono anche romanzi che abbiamo adocchiato per le loro copertine belle e scintillanti, o, come in questo caso, per i titoli curiosi, che colpiscono subito:



L'ultima notte al mondo

Titolo L'ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton
Collana: Gli Insuperabili
Anno: 2017
Pagine: 448
Prezzo: 5,90

Trama:
Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?
Bugie, tradimenti e gelosie: un romanzo sull'amore romantico, divertente e profondo, che sa arrivare al cuore dei lettori


Marco Bertani ha ventitré anni e lavora in una rete televisiva. Un giorno inaspettatamente si scontra con Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. Tra i due non c'è mai stata vera amicizia, ma quando a Marianna si prospetta l'occasione per condurre un programma televisivo ideato proprio da Marco, si ritrova ad accettare la sfida, convinta che sarà l'occasione che le mancava per far vedere a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere così diversi come credevano.



Recensione:
Dopo "La prima cosa bella", sono tornata a leggere con enorme piacere, il nuovo lavoro di Bianca Marconero.
Innanzitutto, ringrazio l'autrice, che è stata così gentile, non solo da inviarmi una copia del suo romanzo, ma anche da inviarmela autografata, quindi sì, finalmente anche io possiedo un libro con dedica e autografo! 
Yeah!

Venendo al libro, ci troviamo di fronte a due protagonisti ben distinti, Marco e Marianna, due ragazzi completamente diversi, per ceto sociale, abitudini e cerchie di amici, che però hanno trascorso cinque anni, quelle delle superiori, nella stessa classe.
Marco ha ora ventitrè anni, ma Marianna non se l'è mai scordata, benchè lei non l'abbia mai considerato granchè, lui invece, da lei è rimasto folgorato fin da subito, e quando, assolutamente per caso, se la ritrova davanti, i ricordi e i sentimenti per lei provati, riaffiorano in un attimo.
Al contrario, Marianna, sta vivendo la vita che ha sempre sognato, o almeno così sembra, di ritorno a Bologna, dopo un periodo fortunato all'estero, insegue il suo sogno di diventare avvocato, presso uno studio affermatissimo, ma le cose con Luca, l'eterno fidanzato, sembrano incrinarsi.

Nonostante Marianna sia figlia di una famiglia molto agiata e affermata, e sia circondata da persone altrettanto ricche, appare subito come una ragazza semplice nel carattere, e genuina, nonostante abbia tutte le comodità che si possono desiderare, e sia circondata da persone superficiali. Buona e gentile, seppure un po' troppo ingenua, specialmente nei confronti di Luca, ma anche della sua stessa madre, algida e totalmente insensibile nei confronti della figlia.

Lui, Marco, invece, è l'emarginato per cui si fa il tifo dall'inizio alla fine, colpisce per la sua schiettezza, la sua realtà nuda e cruda e quelle radici e quel passato che, anche a distanza di anni, sembrano ancora perseguitarlo, dovunque vada.

Bianca Marconero, utilizza uno stile scorrevolissimo, che fila dritto, velocissimo, con capitoli abbastanza brevi, come piacciono a me, anche se poi con la questione "ancora un capitolo e basta", risulta parecchio difficile, perchè prima di interrompere la lettura, quel capitolo diventano altri 5, 6, 7...e infatti il libro l'ho terminato in men che non si dica!
Stile ricco di dettagli, incalzante, riflessivo, disarmante, a tratti poetico, che incanta e porta il lettore a riempire il libro di note a margine e sottolineature (no, io i libri non li sottolineo, non sia mai, ma parecchie citazioni, me le sono ricopiate sul mio prezioso quadernino delle citazioni xD!)
Anche le descrizioni dell'ambiente, sono ottime, l'autrice ci porta in una Bologna a me sconosciuta (non sono mai riuscita a visitarla, purtroppo!), tra locali, punti di ritrovo, vicoli e piazzette.

Tanti sono i personaggi che girano attorno a Marco e Marianna, che sono le due voci narranti, ben distinte, delineate benissimo, mettono in risalto i loro due mondi in modo vero, reale., tra differenze di pensiero e carattere. Anche dei personaggi secondari, abbiamo un quadro abbastanza chiaro delle loro personalità, dai conoscenti viziati e menefreghisti, ai colleghi sfruttatori, fino agli amici di sempre, più terra a terra, con i problemi comuni di tutti noi.

In coda al romanzo, troviamo poi il prequel della storia, "Ed ero contentissimo", che racconta di un Marco più giovane, riassumendo proprio i suoi anni delle superiori, in modo altrettanto diretto, disarmante e davvero interessante. Una chicca in più, che l'autrice ha voluto regalarci, impreziosendo così, un personaggio già di per sè formidabile. Un ragazzo d'ora, seppure sempre messo in ombra, per cui il lettore finisce inevitabilmente per tifare.

Consiglio questo libro? Assolutamente si!
L'ultima notte al mondo è una storia appassionante, che ha catturato il mio interessa fin dalle prima pagine, resa memorabile dallo stile inconfondibile di questa autrice.

Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo



Mistero a Villa del Lieto Tramonto

Titolo: Mistero a Villa del Lieto Tramonto
Autore: Minna Lindgren
Editore: Sonzogno
Anno: 2015
Pagine: 284
Prezzo: 16,50

Trama:
A Villa del Lieto Tramonto, ridente casa di riposo immersa nella foresta vicino a Helsinki, è l'ora del caffè e, come al solito, Irma e Siiri, due vivaci novantenni ospiti della residenza, amano trascorrere quel momento in perfetto relax. Dopo le partite a canasta, le lezioni di ginnastica dolce, il whiskino prescritto dal medico o le riunioni del gruppo per la memoria, un'oretta di svago ci vuole per scambiarsi ricordi di giovinezza o spettegolare sul funerale del giorno, che è pur sempre una festa e un avvenimento per curare il proprio look. Ma soprattutto, l'ora del caffè dà l'occasione per criticare il regolamento e l'incuria del personale specializzato, quello che figli e nipoti, per guarire i sensi di colpa, chiamano "servizi di eccellenza". Per fortuna dalla Villa si può anche uscire, andare in giro in tram per rifarsi l'occhio con le bellezze della capitale finlandese, e così a Siiri, Irma e alla loro terza compagna, Anna-Liisa, capita di osservare, con bonario sarcasmo, le stranezze del mondo moderno che le circonda. A turbare la routine delle tre amiche è però un fatto terribile: la morte, in circostanze misteriose, del giovane cuoco, sempre gentile e pieno di allegria, accompagnata da una serie di episodi inquietanti che rivelano il lato sinistro di quel rifugio, ora non più così accogliente. Provette Miss Marple, Siiri, Irma e Anna-Liisa si trasformano in intraprendenti investigatrici.

Recensione:
Ho iniziato questo libro, aspettandomi una storia alla Agatha Christie, con delle protagonisti simili alla più famosa Miss Marple, sia come fascia d’età, che come tipo personaggi, arzille e irriverenti, e invece, purtroppo, ho trovato il libro ben lontano dalle storie dettagliate e perfettamente architettate della famosa maestra dell’horror.
Le tre arzille vecchiette protagoniste della serie, sono sì, nonnine simpatiche, indipendenti e all’avanguardia, e le premesse che sono alla base della storia, sono anche buone, ma la parte “gialla” del libro, lascia alquanto a desiderare.
Non c’è suspance, sorpresa o semplicemente curiosità per questo presunto omicidio che è al centro della storia, o almeno, per me è stato così.
La storia si svolge quasi interamente in questa Villa del Lieto Tramonto appunto, una casa di riposo in cui, tra festicciole, e partite a carte, le protagoniste del libro si improvvisano detective, rivelandoci i veri volti di chi le circonda, di chi sta dietro alla casa di riposo, dei parenti che, crudelmente abbandonano i loro cari a sè stessi, troppo occupati tra vacanze e divertimenti, ma anche delle condizioni in cui questi vecchietti vivono.

L’autrice,  ha pensato ad una storia intrigante ed originale, ma non è riuscita a tenere alto il mio interesse in tutta la storia, ho trovato alcune parti di essa,infatti,  troppo piatte, lente e anche un po’ noiose. Mi aspettavo più pepe, più azione, e una storia architettata un po' meglio, invece ho trovato la vicenda un po' "abbandonata", poco curata.

Insomma, delle premesse molto buone che non sono state sfruttate al massimo, così come la stessa ambientazione, che poteva essere una parte fondamentale e interessantissima della storia, essendo ambientata nella fredda Helsinki, ma anche questa viene sfruttata pochissimo, con mio sommo dispiacere.
Sono alquanto indecisa sul continuare o meno questa serie, da una parte sono curiosa di scoprire se la storia possa migliorare, ma da alcune recensioni lette, ho intuito che il primo, rimane il libro più interessante, quindi non so se valga la pena continuare.

In compenso, mi è venuta voglia di tornare alle “origini”, leggendo qualcosa della Christie!

Valutazione:
♥♥/ e mezzo

Voi l'avete già letto?
Che ne pensate?