Follow Us @soratemplates

22/05/18

Riverdale (seconda stagione)

22.5.18 1 Comments
Titolo: Riverdale
Stagioni: 2 - in corso
Anno: 2017 - in produzione
Cast: KJ Apa, Lili Reinhart, Cole Sprouse, Camila Mendes, Luke Perry, Madelaine Petsch, Skeet Ulrich, Marisol Nichols

Recensione:
Vi avviso, questa recensione è ad alto contenuto di spoiler, quindi se non avete ancora visto la seconda stagione non vi siete persi niente fermatevi qui. Ci ho pensato e ripensato, ma mi sono resa conto che era impossibile commentare questi ultimi episodi senza parlare chiaramente di quello che è successo nel mentre, quindi si, eccovi i miei commenti totalmente a caso su questa seconda stagione di Riverdale, a quanto pare creata ugualmente a caso:
I primissimi episodi (e per primissimi, intendo i 2/3 iniziali), le cose procedevano bene, anzi, così bene che ho pensato questa seconda stagione fosse nettamente migliore della prima, che sì, non era certo un capolavoro, ma mi aveva divertito. Poi, non so cosa sia successo, non so nemmeno quando sia successo, le cose hanno iniziato a prendere una piega sempre più trash, per cui la storia ha iniziato ad andare in declino.
La parte iniziale, quella riguardante il "boia" ed il mistero attorno ad esso, era intrigante dopo il sorprendente colpo di scena finale della prima stagione, ma archiviata (in parte) la figura del boia, il resto della trama è stata un nosense continuo.
- Partiamo da Archie, che, per quanto sia un personaggio stereotipato, nella prima stagione non mi era dispiaciuto, ma qui.....da una puntata all'altra, cambia radicalmente, finendo per diventare il burattino nella mani di Hiram Lodge, andando contro tutti i valori e quei principi che ce l'avevano fatto apprezzare così tanto prima. Perchè? Insomma, okay, vederlo a petto nudo non è affatto male, ma dare al suo personaggio una storyline più definita ed in linea con quella che era la sua personalità, mi sembra il minimo, invece l'hanno fatto diventare un completo idiota, secondo me. Anche perchè, di nuovo, da un episodio all'altro, rinsavisce e cerca, in un paio di episodi di riscattarsi e darsi un po' di contegno, ma la cosa risulta ben poco credibile, ormai.
- Cheryl: non riesco a capire se mi piaccia o meno come personaggio. E' così superficialmente assurda, che potrebbe essere interessante, però....passa dall'essere una povera indifesa, da finire rinchiusa in un ospedale psichiatrico, a diventare lei stessa l'aguzzina di madre e zio, tanto da tenerli "rinchiusi" in uno dei fienili della sua enorme villa. WHAT?!
- Vogliamo poi parlare di Betty e dell'improvviso arrivo del fratello sconosciuto? Oltre al fatto che, la pazzia è di famiglia, si è capito ormai, qual è stato il senso di tutta la vicenda di questo fantomatico fratello? Insomma, tanto rumore per nulla, visto che in nulla si è rivelato essere questo grande mistero.
- Jughead. Diciamocelo, Jughead è l'unica cosa che si salva in questa stagione, ma pur essendo senza ombra di dubbio il personaggio più interessante e meglio costruito, che ancora una volta sembra essere l'unico sano di mente, che fa quello che va fatto a dispetto di tutto, anche lui in questi episodi, ha perso parte del suo carisma, purtroppo!
- L'episodio musical: non vado pazza per i musical, ma tutto sommato, questi episodi "speciali", nelle serie tv li apprezzo. 
Di solito, almeno. 
In questo caso, assolutamente no! 
Ho trovato la puntata costruita male e poco sensata, a partire dal fatto che i ragazzi portano sul palco della scuola, un musical di "Carrie- Lo sguardo di Satana". 
No, ma siamo seri?
- Veronica, che nella prima stagione non era una gran simpaticona, ma era pur sempre apprezzabile, in questi episodi pare che gli autori abbiano fatto di tutto per farcela odiare in ogni modo. Passa dall'essere carina e gentile, a diventare la perfetta figlia di papà, etichetta che lei stessa ha cercato nella prima stagione di scrollarsi di dosso più volte. Nell'ultimo episodio, cerca poi di riscattarsi un po', però... 

- Parliamo poi, dell'assurdità delle famiglie di Riverdale? In particolare dei Lodge, ovvio, ma di un po' tutti in generale: complottano tra loro, creano sotterfugi, si distruggono senza remore pur di arrivare dove vogliono, e poi che fanno? Si siedono a tavola e discutono come se nulla fosse successo. Ma quanto può essere assurdo tutto questo? 
- Il ritorno di Polly, la sorella di Betty, persa nel tempo e nello spazio con i suoi due gemelli, che non ne vuole assolutamente sapere di tornare a casa, perchè trova che la sua famiglia abbia un'influenza assolutamente negativa, cosa fa? Torna per due scene, nel finale, nel momento in cui la sua famiglia si rivela essere più pazza e squilibrata che mai, per cosa? Per cercare di convincere Betty e la madre dell'importanza del perdono (che lei non ha mai concesso).

Per concludere, questa seconda stagione di Riverdale è stata senza dubbio RIDICOLA, piena di cose inutili,  e banalità senza senso, un miscuglio di generi diversi che anzichè rendere le cose interessanti, le hanno solo rese confusionarie e mal costruite. 
Nonostante tutto, però, il finale di stagione mi fa ben sperare in qualcosa di più interessante per la terza stagione e poi sì, finchè c'è il Danicommento di Riverdale, c'è speranza!  

Valutazione:
♥♥/ e mezzo 

20/05/18

Buona vita a tutti

20.5.18 2 Comments
Titolo: Buona vita a tutti
Autore: J.K. Rowling
Editore: Salani
Anno: 2017
Pagine: 69
Prezzo: 10,00

Trama:
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità della vita. 

Recensione:
 Non occorre la magia per trasformare il mondo. Dentro di noi abbiamo già tutto il potere che ci serve: il potere di immaginarlo migliore.
Non è questa una vera e propria recensione, perchè d'altra parte "Buona vita a tutti" non è un vero e proprio libro. Si tratta infatti, di un libricino contenente il discorso che la Rowling ha tenuto  per una cerimonia di laurea ad Harvard nel 2008.
In questa settantina di pagine, arricchite delle illustrazioni di Joel Holland, la famosissima zia Row ci spiega l'importanza del fallire, del cadere e rialzarsi, nel rendersi conto che non si è infallibili, ma che dalle proprie debolezze, si possono trarre numerosi insegnamenti.
Per la quantità di pagine proposte (molte delle quali contengono solo poche righe), il prezzo di copertina è forse troppo alto, tenendo conto che il discorso non viene integrato con altri scritti, ma appare così come l'autrice l'ha fatto: nella prima parte troviamo i ricordi della sua esperienza scolastica, nella seconda, la sua esperienza con Amnesty International.
Il tutto, corredato ovviamente dall'importanza fondamentale della fantasia e dell'immaginazione che, come ben sappiamo, ha giocato nella sua vita un ruolo da protagonista. 
Per concludere, pur essendo un libriccino piccolo, la Rowling non smette mai di stupire, con il suo stile inconfondibile, riesce ad infondere saggezza ricordando i suoi sacrifici e gli sbagli, che l'hanno portata a dar vita al maghetto più famoso di tutti i tempi.

18/05/18

English Books on my wishlist #46

18.5.18 1 Comments
Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.
Nuovo appuntamento con la rubrica "English Books on my wishlist", che manca da un po' sul blog.
Titolo: The Surface Breaks
Autore: Louise O'Neill
Trama:
Deep beneath the sea, off the cold Irish coast, Gaia is a young mermaid who dreams of freedom from her controlling father. On her first swim to the surface, she is drawn towards a human boy. She longs to join his carefree world, but how much will she have to sacrifice? What will it take for the little mermaid to find her voice? Hans Christian Andersen's original fairy tale is reimagined through a searing feminist lens, with the stunning, scalpel-sharp writing and world building that has won Louise her legions of devoted fans. A book with the darkest of undercurrents, full of rage and rallying cries: storytelling at its most spellbinding.
Titolo: To Kill a Kingdom
Autore: Alexandra Christo 
Trama:
Princess Lira is siren royalty and the most lethal of them all. With the hearts of seventeen princes in her collection, she is revered across the sea. Until a twist of fate forces her to kill one of her own. To punish her daughter, the Sea Queen transforms Lira into the one thing they loathe most—a human. Robbed of her song, Lira has until the winter solstice to deliver Prince Elian’s heart to the Sea Queen or remain a human forever.

The ocean is the only place Prince Elian calls home, even though he is heir to the most powerful kingdom in the world. Hunting sirens is more than an unsavory hobby—it’s his calling. When he rescues a drowning woman in the ocean, she’s more than what she appears. She promises to help him find the key to destroying all of sirenkind for good—But can he trust her? And just how many deals will Elian have to barter to eliminate mankind’s greatest enemy? 
Titolo: Sea Witch
Autore: Sarah Henning
Trama:
Everyone knows what happens in the end.
A mermaid, a prince, a true love’s kiss.
But before that young siren’s tale, there were three friends.
One feared, one royal, and one already dead.
~~~~~~~~~~
Ever since her best friend, Anna, drowned, Evie has been an outcast in her small fishing town. A freak. A curse. A witch. 

A girl with an uncanny resemblance to Anna appears offshore and, though the girl denies it, Evie is convinced that her best friend actually survived. That her own magic wasn’t so powerless after all. And, as the two girls catch the eyes—and hearts—of two charming princes, Evie believes that she might finally have a chance at her own happily ever after.

But her new friend has secrets of her own. She can’t stay in Havnestad, or on two legs, unless Evie finds a way to help her. Now Evie will do anything to save her friend’s humanity, along with her prince’s heart—harnessing the power of her magic, her ocean, and her love until she discovers, too late, the truth of her bargain. 

The rise of Hans Christian Andersen’s iconic villainess is a heart-wrenching story of friendship, betrayal, and a girl pushed beyond her limits—to become a monster.

14/05/18

Anteprime di maggio - parte seconda

14.5.18 0 Comments
Seconda parte delle novità in uscita questo mese, come vi avevo promesso qualche giorno fa.
Le novità interessanti di questo maggio 2018 sono davvero tante (TROPPE), a me ispira soprattutto "Eleanor Oliphant sta benissimo", di cui ho letto le prime pagine in anteprima e niente, adesso voglio assolutamente sapere come va avanti!

Titolo:  Le formule del cuore e del destino
Autore: Yoav Blum
Editore: Tre60
Data di uscita: 17 maggio 2018
Trama:
Guy, Emily e Eric lavorano per un’organizzazione con uno scopo molto particolare: creare e far accadere le cosiddette «coincidenze». In realtà, infatti, non esistono eventi casuali o scherzi del destino; al contrario, tutti gli avvenimenti della vita di ognuno di noi sono minuziosamente pianificati. Solo così si possono innescare i veri cambiamenti, quelli che danno senso all’esistenza: uno scienziato che fa una scoperta rivoluzionaria, un artista che incontra la sua musa; due persone che si ritrovano su una panchina e s’innamorano…
Toccherà all’abile, rigoroso Guy assumersi un compito di enorme responsabilità: la coincidenza più difficile e pericolosa che gli sia mai capitato di creare. Ma talvolta la strada del destino conduce lontano dalla felicità. E quando Guy capirà la profonda trasformazione che sta per subire la sua vita e quella di Eric ed Emily, sarà costretto a fermarsi e a riflettere sulla vera natura del destino, del libero arbitrio e dell’amore. E poi agire di conseguenza. Ma a quale prezzo?
Titolo: La leggenda del ragazzo che credeva nel mare
Autore: Salvatore Basile
Editore: Garzanti
Data di uscita: 24 maggio 2018
Trama:
Ci sono onde che portano molto più lontano dell’orizzonte.
Quando si tuffa Marco si sente libero. Solo allora riesce a dimenticare gli anni trascorsi tra una famiglia affidataria e l’altra. Solo allora riesce a non pensare ai suoi genitori di cui non sa nulla, non fosse che per quella voglia a forma di stella marina che forse ha ereditato da loro.
Ma ora Marco ha paura del mare. Dopo un tuffo da una scogliera si è ferito a una spalla e vede il suo sogno svanire. Perché ora non riesce più a fidarsi di quella distesa azzurra. Perché anche il mare lo ha tradito, come hanno sempre fatto tutti nella sua vita. Eppure c’è qualcuno pronto a dimostrargli che la rabbia e la rassegnazione non sono sentimenti giusti per un ragazzo. È Lara, la sua fisioterapista, che si affeziona a lui come nessuno ha mai fatto. Lara è la prima che lo ascolta senza giudicarlo. Per questo Marco accetta di andare con lei nel paesino dove è nata per guarire grazie al calore della sabbia e alla luce del sole. Un piccolo paesino sdraiato sulla costa dove si vive ancora seguendo il ritmo dettato dalla pesca per le vie che profumano di salsedine. Quello che Marco non sa è il vero motivo per cui Lara lo ha portato proprio lì. Perché ci sono segreti che non possono più essere nascosti. Perché per non temere più il mare deve scoprire chi è veramente. Solo allora potrà sporgersi da uno scoglio senza tremare, perché forse a tremare sarà solo il suo cuore, pronto davvero a volare.
Titolo: La locanda dei ricordi d'estate
Autore: Marissa Stapley
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 22 Maggio 2018
Trama:
Ci sono luoghi che hanno il potere di curare ogni ferita. Per Mae, quel luogo si chiama Alexandria Bay, la cittadina a nord di New York dove è cresciuta insieme ai nonni, che da sessant'anni mandano avanti con passione Summers' Inn, la locanda sul fiume. Lì sono di casa le sue memorie più care: il primo amore, il calore della famiglia, i pochi ricordi della mamma - con quei suoi consigli su «cosa fare quando fuori piove», quasi perle di saggezza per affrontare le piccole delusioni della vita. Edè proprio lì, quindi, che Mae si rifugia il giorno in cui scopre che il suo futuro marito è sparito nel nulla, lasciando in bancarotta lei e tutti gli amici che avevano investito nella loro società. Ma le cose non sono più come prima. O forse è Mae a vederle sotto una luce diversa, adulta. Alla locanda, la nonna sta perdendo la lucidità di un tempo; sembra vivere in un passato di cui ricorda nitidamente ogni dettaglio e dal quale emerge all'improvviso, senza filtri, una rivelazione sconvolgente. In città, intanto, un incontro fortuito con Gabe, il suo primo grande amore, costringe Mae ad affrontare una volta per tutte la verità sulla fine della loro storia. Davanti a lei ci sono i segreti di una vita intera: un labirinto oscuro che dovrà attraversare se vorrà ritrovare la felicità per sé e la sua famiglia. Perché, se è vero che la casa è dove ti porta il cuore, a volte quel cuore ha bisogno di amore, perdono e buona volontà per rimettere insieme tutti i pezzi perduti per strada.
Titolo: La lista delle cose che non dimenticherò mai
Autore: Val Emmich
Editore: Piemme
Data di uscita: 22 maggio 2018
Trama:
La storia luminosa di un'amicizia improbabile tra un uomo spezzato e una bambina impossibile da spezzare.
La piccola Joan ricorda tutto, ma proprio tutto. Non lo fa apposta. Ha un "disturbo della memoria autobiografica". Si ricorda qualunque giorno della sua vita... in ogni minimo dettaglio. Per esempio, quante volte sua madre ha pronunciato la frase «Non sbaglia un colpo» negli ultimi sei mesi (ventisette) o che cosa indossava quel giorno di sei anni fa in cui il nonno la portò a pescare (degli orrendi calzettoni). Ma Joan non vuole essere la bambina che ricorda tutto. Vuole essere la bambina che nessuno può dimenticare. E forse l'occasione per farsi ricordare arriva quando viene a stare a casa sua Gavin, un amico di gioventù del papà e come lui cantante e musicista. Joan lo conosce da sempre, e decide di farsi aiutare da lui nell'impresa che la renderà famosa: vincere il Concorso per nuovi cantautori indetto dalla sua scuola. Ma Gavin, purtroppo, non può aiutare nessuno: ha appena perso il suo compagno, Sydney, e con lui anche la gioia di vivere. Così, sarà Joan ad aiutare Gavin. A ricordare. I momenti che lui e Sydney hanno vissuto insieme, le piccole cose, ogni dettaglio che la bambina, negli anni, ha immagazzinato nella sua portentosa memoria. E, in cambio, forse, Gavin la aiuterà a scrivere la sua canzone... 
Titolo: Il segreto perfetto
Autore: Sam Hepburn
Editore: Piemme
Data di uscita: 15 maggio 2018
Trama:
Nessun segreto dura per sempre.
Quando hai una vita perfetta come quella di Gracie Dwyer, non hai neanche il tempo di chiederti: come ho fatto a ottenerla? Tra l'adorabile bimba e il marito ideale che si ritrova, con una carriera di chef decollata grazie a un libro diventato subito bestseller, in procinto di aprire il proprio ristorante, Gracie ha tutto ciò che desidera. Eppure... Eppure nella sua vita c'è spazio per l'imperfezione. Quando conosce Juliet è per caso, ma ben presto sembra che qualcosa di molto potente leghi le due donne, le cui figlie frequentano la stessa scuola. Nonostante mille differenze, Gracie e Juliet diventano amiche. L'imperfezione di Juliet è evidente: mamma single priva di mezzi, un ex marito pericoloso, un passato non limpido. Eppure Gracie sembra non poter fare a meno di lei. Ma quando a Juliet succede qualcosa di irreparabile, anche nella vita di Gracie cominciano ad apparire le prime crepe.
 Qual è il segreto che sta dietro quest'amicizia? E come è stato possibile immaginare di mantenerlo per sempre? Nessun segreto è perfetto. E Gracie se ne accorgerà molto presto. Il debutto di Samira Hepburn è un thriller in cui la verità si svela a poco a poco, come le crepe di un edificio costruito sul nulla.
Titolo: Ascolta i fiori dimenticati
Autore: Holly Ringland
Editore: Garzanti
Genere: Fiction
Data di uscita: 31 maggio 2018
Trama:
Una bambina che si fida solo dei fiori.
Il giardino è il suo rifugio.
Perché lì sono custoditi i suoi segreti.
Alice ha appena nove anni quando la sua vita cambia per sempre: tutto quello che conosce sparisce in una manciata di istanti, lasciandola sola. Senza nessuno su cui poter contare. È per questo che sceglie di non parlare più e di fare del silenzio il suo unico confidente, incapace di tradirla. D’ora in poi a prendersi cura di lei ci sarà nonna June, di cui nemmeno sospettava l’esistenza. Con entusiasmo la donna insegna ad Alice ad ascoltare i fiori e a impararne i significati nascosti. Quei fiori, col tempo, diventano le parole, delicate come petali ma forti come radici, con cui dà voce ai sentimenti che nessun altro linguaggio saprebbe comunicare con altrettanta intensità. Il giglio per l’amore che accoglie e protegge. Le campanule gialle per lo stupore che accompagna le novità. L’orchidea nera per i desideri che bruciano in fondo al cuore. Perché solo qui, nel giardino della nonna, Alice si sente davvero al riparo dai ricordi dolorosi del passato, cullata dalla voce dei fiori, con i quali intreccia meravigliose ghirlande che diventano doni per parlare all’anima e curarne le ferite. Ma quelle che macchiano il cuore di Alice sono ancora lì, nonostante tutto: chiedono a gran voce di essere ricucite, ma finora nessun fiore è stato in grado di lenirle. Quando il passato ritorna più impetuoso di prima e le parla di segreti che devono essere svelati, Alice sa che non può più far finta di niente. Deve tornare dove tutto è cominciato per portare alla luce la verità. E scoprire che non è sola come ha sempre creduto. Che c’è qualcuno ad aspettarla. Solo così potrà decidere dove mettere le radici, come un fiore che cresce vigoroso dopo la tempesta.
Titolo: L’aroma nascosto del tè
Autore: Jamie Ford
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 31 maggio 2018

Due giovani separati dal destino.
Un amore che non conosce ostacoli.
Solo il tempo potrà farli incontrare di nuovo.
Seattle, 1962. Per Ernest Young la storia sembra destinata a ripetersi. Sono passati più di cinquant’anni dall’ultima volta che ha visitato l’Esposizione universale, ma nulla è cambiato. Oggi come allora c’è il padiglione della lotteria, su cui svetta una bandiera gialla e viola. A Ernest basta vederla stagliarsi nel cielo azzurro per sentirsi di nuovo nel lontano 1909. Per lui, appena sbarcato in America dalla Cina a soli dodici anni, quella bandiera è un simbolo di speranza e libertà. Ma conquistarle non sarà facile. Venduto come premio della lotteria, finisce servitore nella casa di una stravagante signora. Fino a quando, proprio qui, nel più insospettabile dei luoghi, incrocia lo sguardo di una ragazzina pura e innocente: è Fehn e il suo viso dagli inconfondibili tratti giapponesi non gli è nuovo. L’ha incontrata sulla nave che l’ha condotto negli Stati Uniti e se n’è subito innamorato. Perché negli occhi smarriti di Fehn, Ernest legge il suo stesso dolore. Le stesse difficoltà, nate dall’essere diversi. Giorno dopo giorno, avvolti dall’aroma del tè che preparano per gli ospiti della casa, la loro amicizia si trasforma in qualcosa di più. Un amore profondo reso impossibile da quel sogno americano in cui entrambi credevano e che, invece, li ha delusi non mantenendo le promesse. Ernest e Fehn sono costretti a separarsi e a prendere strade diverse. Eppure sono sicuri che il loro sentimento, più forte di tutto, riuscirà a sopravvivere e li aiuterà a ritrovarsi. Ora, a più di cinquant’anni di distanza, Ernest torna là dove tutto è cominciato, nella speranza di ritrovare la sua Fehn, il primo amore che, a dispetto del tempo, sente così vicino da poterlo quasi toccare, e di riprendere la loro storia da dove l’avevano lasciata.
Titolo: Le donne di casa Blackwood 
Autore: Ellen Marie Wiseman
Editore: Newton Compton
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 17 Maggio 2018
Trama:
Una sera dell’estate del 1931 Lilly Blackwood intravede le luci abbaglianti del circo dalla finestra della sua camera da letto. Non ha il permesso di esplorare i dintorni della casa. Non è neanche mai uscita dalla sua stanza all’ultimo piano. Sua madre sostiene che è per il suo bene, che le persone si spaventerebbero se la vedessero. Ma quella notte calda e stellata è destinata a cambiare ogni cosa: Lilly esce dalla sua prigione e si dirige verso il tendone del circo.
Più di vent’anni dopo, la diciannovenne Julia Blackwood ha ereditato dai genitori la tenuta di famiglia e la casa adiacente. Per Julia, quello è un luogo di ricordi infelici, pieno di regole ferree e stanze proibite. Tornare lì dopo tanto tempo potrebbe aiutarla a liberarsi dai fantasmi del passato?
Scavare a fondo tra i segreti di casa Blackwood porterà Julia a scoprire verità scabrose e tradimenti di cui si è macchiata la sua famiglia, perché la sua storia è intrecciata a quella di Lilly, in fuga per trovare la sua strada nel mondo duro, a volte brutale del Circo dei fratelli Barlow.
Titolo: Eleanor Oliphant sta benissimo
Autore: Gail Honeyman 
Editore: Garzanti
Genere: Fiction
Data di uscita: 17 maggio 2018
Trama:
Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene. 
Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita.
E questo ha cambiato ogni cosa. D’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato.
Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.
Anzi: benissimo.

09/05/18

Anteprime di maggio - prima parte

9.5.18 0 Comments
Buon pomeriggio lettori, il post di oggi, è carico di novità letterarie, che troveremo in libreria questo mese.
Le uscite di maggio, sono talmente tante, che ho dovuto dividere il post in due parti, nei prossimi giorni, quindi,  troverete il secondo post delle novità del mese.

Titolo: Iron Flowers 
Autore: Tracy Banghart 
Editore: De Agostini
Data di uscita: 29 maggio 2018
Trama
In un mondo governato dagli uomini, in cui le donne non hanno alcun diritto, due sorelle non potrebbero essere più diverse l'una dall'altra. Nomi è testarda e ribelle. Serina è gentile e romantica e ha sempre desiderato diventare una delle Grazie, una delle mogli del principe. Ma il giorno in cui le due ragazze si recano a palazzo, Nomi come ancella, Serina come candidata Grazia, accade qualcosa di inaspettato che cambierà per sempre le loro vite. Perché contro ogni previsione è proprio Nomi a essere scelta dal principe come sua donna, non Serina... E mentre per Nomi inizia così una vita a palazzo, tra sfarzo e pericolosi intrighi di corte, Serina, accusata di tradimento per aver mostrato di saper leggere, viene confinata nell'isola di Monte Rovina, una prigione di donne ribelli in cui per sopravvivere occorre combattere e uccidere. Per entrambe, la fuga è impossibile e un solo errore potrebbe significare la morte.

Titolo: L'amica perfetta 
Autore: Emily Lockhart
Editore: De Agostini
Data di uscita: 8 maggio 2018
Trama:
È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. È per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuovi, ma anche sempre più pericolosi. Ed è proprio tra una vita e l’altra che incontra Imogen. Le due ragazze non hanno praticamente niente in comune. Immie è ricca, di buona famiglia, vive tra New York, Londra e Martha’s Vineyard. Ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Eppure tra loro c’è subito intesa. L’intesa diventa amicizia e poi ossessione: improvvisamente a Jule la vicinanza di Imogen non basta più. Lei vuole essere Imogen. In un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce. E da cui, una volta risucchiati, è impossibile uscire… vivi.

Titolo: Rolling Star - Come una stella che rotola 
Autore: Paola Zannoner 
Editore: De Agostini
Data di uscita: 8 maggio 2018
Trama:
Estate, 1968. 
Max ha diciassette anni e il desiderio inguaribile di viaggiare. Per lui la vita ha il sapore della libertà, della leggerezza e dell’amore per Bea. Bea bellissima, bionda e luminosa come la Primavera di Botticelli. Adesso che la scuola è finita – che si sono chiusi i battenti di quella prigione immobile – è arrivato il momento di partire per il sud della Francia: zaini in spalla, vestiti a fiori impalpabili, la musica di Bob Dylan nel cuore e la voglia di lasciarsi indietro un mondo vecchio, stantio. La loro avventura è costellata di artisti, personaggi ambigui e una compagnia teatrale di hippie. E poi c’è David il rivoluzionario, uno che le cose le vuole cambiare per davvero, pronto a mettere in gioco tutto, anche se stesso. David, che tira Max fuori dai guai e diventa un prezioso alleato per Bea. Ma il sottile equilibrio su cui si regge il rapporto tra i tre amici è destinato presto a spezzarsi, e nella magica, calda estate del ’68, tra feste, corse in moto e colonne sonore indimenticabili, Max imparerà che il suo ideale di libertà ha un prezzo. Un prezzo caro da pagare.

Titolo: Bellezza selvaggia 
Autore: Anna-Marie McLemore 
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 10 maggio 2018
Trama: 
Per quasi due secoli le Nomeolvides sono state legate al giardino di La Pradera, la splendida tenuta che incanta i visitatori di tutto il mondo, giunti appositamente per ammirare le sue piante rigogliose. La bellezza del giardino, infatti, dipende direttamente dai poteri delle donne che lo custodiscono e che sono in grado di far sbocciare i fiori più belli al loro tocco. Ma il loro legame con la terra è connesso a una maledizione: se si innamorano, i loro amanti svaniscono nel nulla. Dopo generazioni di misteriose scomparse, all’improvviso nel giardino viene ritrovato uno strano ragazzo. È Estrella, una delle più giovani, a prendersi cura di lui, mentre le Nomeolvides si interrogano sul misterioso nuovo arrivato, che ricorda a malapena il proprio nome: Fel. La ricerca della verità nel passato di La Pradera e di Fel porterà Estrella a scoprire segreti tanto magici quanto pericolosi, che affondano le radici in eventi accaduti secoli prima.

Titolo: Quella piccola libreria in fondo alla strada 
Autore: Camilla D'Amore
Editore:  Newton Compton
Data di uscita: 10 maggio 2018
Trama:
Elise vive a Mills, una cittadina inglese non particolarmente eccitante. Sfugge alla noia e alla solitudine curando con passione i fiori del suo giardino e lavorando in una libreria. La sua vita cambia all’improvviso quando incrocia Sefron Wyler, il nuovo vicino, schivo e taciturno. Basta uno sguardo, infatti, perché Elise e Sefron si riconoscano come simili. Avvicinarsi non sarà facile, ma ad aiutarli ci penserà un vecchio diario che Elise ha trovato per caso nella sua stanza: leggendo quelle pagine i due ragazzi rivivranno le vicende di un amore bellissimo, sbocciato cinquant’anni prima all’ombra degli stessi alberi che ora separano le loro case. Un amore non fortunato, segnato da un destino infelice. È possibile che la storia di quei due amanti si ripeta? Nonostante il sentimento che sta nascendo tra Elise e Sefron, su di loro aleggia infatti lo spettro di un segreto. Un segreto che Sefron custodisce e che lo tormenta, che ha interrotto la sua brillante carriera di violinista. L’amore inaspettato che è sbocciato fra loro riuscirà a liberare Elise e Sefron da un passato scomodo e doloroso?

Titolo: Ricordati di me
Autore: Christopher Pike
Editore: Mondadori
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 15 maggio 2018
Trama:
Quando Shari si sveglia la mattina dopo aver partecipato a una festa di compleanno, non si rende immediatamente conto che qualcosa non va. Ma una telefonata e poi la corsa dei suoi genitori in ospedale le aprono finalmente gli occhi: Shari è morta ed è diventata un fantasma. Tutti sono convinti che si sia suicidata buttandosi dal balcone, ma lei sa bene che non è così. È stata uccisa, ed è stato uno dei suoi amici a spingerla nel vuoto. Shari sa che tocca a lei scoprire chi è l'assassino. E, quando l'avrà trovato, farlo sapere a tutti. Non sarà sola nelle sue indagini, ma dovrà riuscire a sfuggire all'Ombra, una creatura che la perseguita e che si frappone tra lei e la scoperta della verità.

Titolo: Il piccolo atelier sulla Senna
Autore: Maxim Huerta
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa
Data di uscita: 15 Maggio 2018
Trama:
Teresa è una giovane donna che vorrebbe colorare la sua vita. Il suo cuore è cucito di grigio da quando, bambina, ha perso la madre ed è passata sotto la tutela inflessibile di una zia gelida e severa. Sarà per questo che frequenta le lezioni private di un anziano pittore che è anche un po' filosofo: è lui a insegnarle che, prima del colore, deve imparare a dominare l'oscurità e, anziché continuare a sfumare gli sbagli, spesso è meglio strappare il foglio e ricominciare da capo. Teresa non ha mai avuto il coraggio di prendere in mano la sua vita. Ma un giorno, passando davanti al negozio di un antiquario a Madrid, avverte un brivido che la spinge a entrare e a soffermarsi davanti a una vecchia insegna parigina: «Aux tissus des Vosges, Alice HUMBERT, nouveautés». Quella scritta colorata le parla di un tempo lontano, di una città affascinante e di una donna sconosciuta cui sente legato inspiegabilmente il suo destino. E così, in un istante, è presa dal desiderio di conoscere il mistero che si cela dietro quel nome, e lascia Madrid per la città delle luci. A Parigi, Teresa trova il negozio di stoffe abbandonato nei pressi della Senna, e proprio lì scopre vecchie fotografie di inizio Novecento che ritraggono una bellissima ragazza: Alice. Un frammento dopo l'altro, Teresa ricomporrà il quadro di una vita di cui avrebbe voluto essere protagonista: dalle umili origini all'ascesa nel bel mondo, dagli atelier dei pittori maledetti di Montparnasse a quello scintillante di Coco Chanel. S'immergerà nella storia di una donna che cercò la felicità a ogni costo, senza paura di attraversare le mille zone d'ombra dell'esistenza. E, grazie a quella storia, Teresa imparerà a riconoscere la luce che si nasconde anche dentro il bianco e nero, trovando finalmente la spinta per una nuova vita e un nuovo inizio tutto suo.

Titolo: Una capra sul tetto
Autore: Anne Fleming
Editore: Mondadori
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 15 maggio 2018
Trama:
Kid si è trasferita con i genitori a New York per prendersi cura dell'appartamento di un ricco parente (e del suo cane col nome da gatto, Cat). Il palazzo si rivela bizzarro sin da subito: si mormora che sul tetto viva una misteriosa capra e che porti sette anni di fortuna a chiunque la veda! Kid è così timida da non riuscire a rivolgere la parola a nessuno, ma per scoprire la verità sulla capra dovrà conoscere i nuovi e stravaganti vicini di casa: Jonathan, il pensionato che ha subito un ictus e cerca un modo diverso per comunicare; Kenneth P. Gill, appassionato di opera lirica e criceti; e Joff Vanderlinden, scrittore di fantascienza cieco che ama andare in skateboard. Per fortuna Kid incontra un nuovo amico, Will, che ha paura delle altezze e ha una nonna iperprotettiva, ma è pronto a indagare insieme a lei sulla leggendaria capra sul tetto. Un romanzo sulle piccole e grandi paure, pieno di personaggi imperfetti e umani che tutti vorremmo avere come vicini di casa.

Titolo: Frammenti di felicità
Autore: Anne Ostby
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 17 maggio 2018
Trama:
Una fabbrica di cioccolato su un’isola esotica.
Cinque amiche pronte a rimettersi in gioco.

Nel bel mezzo dell’oceano Pacifico c’è una piccola isola dove la terra incontra il cielo e il mare è così cristallino da riempire gli occhi di meraviglia. È qui che Kat ha scelto di vivere trovando nelle onde calde di sole e nelle distese di sabbia bianchissima frammenti di una felicità più grande. Una felicità costruita con pazienza, pezzo dopo pezzo, e che ora è pronta a condividere con le amiche di una vita. Per questo invia a ognuna di loro una lettera: per sfidarle a rischiare, a lasciarsi alle spalle tutto quello che non ha funzionato e ricominciare insieme all’ombra delle palme fijane. Nessuno saprebbe resistere a una proposta tanto allettante. Nemmeno Sina, madre single con un figlio egoista e arrogante. O Maya, a cui la vita sta scivolando tra le dita un poco ogni giorno. O ancora Ingrid, troppo abituata alla solitudine, e Lisbeth, prigioniera delle apparenze. Armate solo di intraprendenza ed entusiasmo, le quattro amiche trovano il coraggio di trasferirsi sull’isola e, sotto la guida sapiente di Kat, danno vita a una piccola fabbrica di cioccolato. Un luogo speciale, dove imparano a racchiudere in bocconi cremosi e vellutati tutto il loro amore per la vita. Un luogo dove, istante dopo istante, avvolte dall’aroma intenso del cacao, riscoprono una nuova forma di leggerezza e arrivano a gustare il sapore dolce della libertà. Ma anche in un paradiso come questo, dove il tempo sembra essersi fermato in un eterno presente, è impossibile non fare i conti con l’ombra lunga del passato. Sina, Maya, Ingrid, Lisbeth e la stessa Kat non tarderanno a confrontarsi con i segreti che ognuna di loro si porta dentro e che rischiano di mettere a dura prova il loro legame e tutto quello che hanno costruito insieme.

03/05/18

Recensioni: The end of the F***ing World | This is Us (stagione 2) | Stranger Things (stagione 2)

3.5.18 4 Comments
Titolo: The end of the F***ing World
Stagioni: 1- in corso
Paese: Gran Bretagna
Anno: 2017
Cast: Alex Lawther, Jessica Barden, Gemma Whelan, Wunmi Mosaku

Trama (presa da Coming Soon):
James è un 17enne abbastanza sicuro di essere uno psicopatico; uccide regolarmente animali per hobby ma sta iniziando ad annoiarsi. Dopo essere entrato in confidenza con Alyssa, una compagna di scuola dai modi scontrosi e ribelli, James decide di ucciderla, ma il suo piano si complica quando realizza di aver maturato un sentimento reale per lei mentre entrambi affrontano un viaggio nel tentativo di sfuggire all'imminente età adulta, un caos dopo l'altro. 

Recensione:
Ho sentito parlare parecchio di questa serie tv, ma ammetto di averla iniziata con poche aspettative e, soprattutto, poche informazioni. Sono andata a scatola chiusa, mi sono fidata, e questi otto episodi brevissimi (durano una ventina di minuti), sono volati in un paio di sere. The end of the f***ing world è talmente strambo, da risultare interessante, così fuori dagli schemi, su tutti i fronti, da sorprendere  non poco.
Basato su una graphic novel, possiamo definire questa serie qualcosa di più del semplice drama adolescenziale, perchè vira quasi al "black comedy", se così si può definire,  con tinte assurde e  inaspettate.
I due protagonisti, assolutamente pazzi, ma per certi versi adorabili, sono James e Alyssa. Se il primo è mentalmente disturbato e rancoroso verso un padre apatico, la ragazza ha invece un carattere sarcastico e rabbioso. I due si trovano attratti dalle negatività dell'altro, a tratti si detestano, ma sono due adolescenti soli, abbandonati da adulti incompetenti. Si sentono traditi e dei disadattati, affrontano nel corso di questi otto episodi, qualcosa di più di una semplice fuga/avventura. Si trovano convolti in veri e propri atti violenti e tragici, affrontati però in modo quasi comico e leggero, mentre qualcuno invece, porta avanti un indagine proprio su di loro (ma anche questa non viene presa molto sul serio). 
I personaggi secondari, sono forse ancora più matti dei protagonisti, e nel ruolo della poliziotta troviamo un volto familiare ai fan di Game of Thrones.
L'atmosfera on the road e la colonna sonora aiutano a reggere questa manciata di puntate, che terminano con un finale aperto, a cui dovrebbe seguire una seconda stagione.
Per concludere, serie consigliata, perchè brevissima e assurdamente particolare, e anche perchè per quanto matti siano i protagonisti, hanno parecchio da dire, a modo loro.
Valutazione:
♥♥♥

Titolo: This is us
Stagioni: 2 - in corso
Paese: USA
Anno: 2016 - in corso
Cast: Milo Ventimiglia, Mandy Moore, Sterling K. Brown, Chrissy Metz, Justin Hartley, Susan Kelechi Watson, Chris Sullivan,

Trama (della prima stagione):
Come Jack, Rebecca, Kevin, Kate, Randall e Beth stanno per scoprire, la vita a volte può sorprenderti. Mentre le loro strade si incrociano e si intrecciano in modi "curiosi", questi uomini e queste donne appassionati, angosciati o danneggiati scoprono che molti di loro condividono il giorno del compleanno e molto più di quanto chiunque si aspetterebbe, mettendo alla prova le convinzioni quotidiane di ciascuno sulle persone attorno a loro che pensano di conoscere.

Recensione:
Pur parlando di tematiche normali, questa serie tv colpisce per la bellezza e la caratterizzazione dei suoi personaggi, a cui è impossibile non affezionarsi. I temi trattati, così familiari, sono talmente tanti che è facile ritrovarsi nelle situazioni vissute dai protagonisti.
Problemi di peso, adozioni, superamento del lutto, razzismo e dipendenze, sono solo alcune delle realtà affrontate in questa seconda stagione.
Se nella prima abbiamo fatto la conoscenza dei personaggi, qui approfondiamo ancora di più la famiglia Pearson, con flashback del passato, amalgamati alla loro vita presente e pur non seguendo la linea temporale, sono strutturati così bene che funzionano perfettamente. Non risulta quindi complicato seguire la storia dei Pearson, che anche in queste nuove puntate, ci regalano gioie e dolori.
Qualche nuovo personaggio e vecchie conoscenze, sbucano in questi episodi, fino alla puntata "fulcro" della stagione, quella che ci mostra ciò che già sapevamo, ma non per questo fa meno male, anzi!
Se nella prima stagione ci eravamo abituati ad avere il magone ad ogni fine episodio, qui la situazione non cambia. Per certe puntate, poi, le lacrime non si contano  proprio.  
La bravura degli attori, anche questa volta eccellenti, si nota soprattutto in certe puntate. Così ci ritroviamo con un Kevin distrutto e stremato, una Kate sempre più fragile e divorata dai sensi di colpa, e Randall che affronta una nuova e "problematica" situazione familiare.
Manzione d'onore -perchè sì-, va fatta ovviamente al mio adorato Milo Ventimiglia, che ancora una volta fa centro con la sua interpretazione di Jack, un personaggio adorabile, un padre, un marito e un uomo assolutamente amorevole, che così perfetto può esistere solo nella finzione.
Valutazione:
♥♥♥♥/e mezzo
 
Titolo: Stranger Things
Stagioni: 2 - in corso
Paese: USA
Anno: 2016 - in corso
Cast: Winona Ryder, David Harbour, Finn Wolfhard, Millie Bobby Brown, Gaten Matarazzo, Caleb McLaughling, Noah Schnapp, Sadie Sink, Sean Austin, Natalia Dyer, Charlie Heaton.

Trama (della prima stagione):
Nell'idillica cittadina di Hawkins, nell'Indiana del 1983, le vite ordinarie di un piccolo gruppo di giovani nerd, delle loro famiglie danneggiate e di una comunità sonnolenta sono stravolte in modi diversi dalla scomparsa di un dodicenne, Will. Mentre amici, familiari e una polizia a corto di risorse e spirito d'iniziativa portano avanti le ricerche, talvolta sconfinando l'uno nel territorio dell'altro, attorno al caso si muovono inquietanti forze misteriose che coinvolgono esperimenti governativi top-secret, presunte creature mostruose e una strana bambina con un nome e un appetito ancora più strani.

Recensione:
La bellezza e l'originalità della prima stagione di Stranger Things, non era facilmente replicabile, diciamocelo, e le aspettative verso questi nuovi episodi erano talmente alte, dato il successo delle puntate precedenti, che lavorare sulla continuazione della storia non deve essere stato affatto semplice.
Fatta questa premessa, e premesso anche che i giovani attori siano ovviamente cresciuti e quindi un salto temporale di un anno, era d'obbligo, la seconda stagione di Stranger Things non è per niente deludente, anzi.
I piccoli attori si dimostrano ancora una volta all'altezza dei loro ruoli, che sono poi uno dei motivi per cui la serie ha tanto successo: il gruppo di amici al centro della storia fa breccia nel cuore dello spettatore.
Nove episodi formano Stranger Things 2, nuovi episodi in cui, un anno dopo, ci ritroviamo sempre ad Hawkins, con gli strascichi di quello che il viaggio di Will nel "Sottosopra" ha lasciato nel nostro mondo.
Pur essendo passato un anno, infatti, gli incubi di Will vanno avanti, e devo dire che, per quanto sia piuttosto detestabile e per certi versi incomprensibile il suo comportamento, l'attore è stato davvero bravo nella sua interpretazione.
Per quanto ci provino a tornare alla normalità, per nessuno dei protagonisti è semplice, e se una nuova ragazzina arriva in città e rischia di separare la banda di amici, Mike è invece sempre più disperato nella sua ricerca di Eleven.
Ed è proprio la separazione tra lei e Mike a creare nuove dinamiche in questi episodi, perchè lei è lontana dai suoi amici, ma non così tanto come loro credono, ma questo fa si che la ragazzina viva nuove realtà, oltre che importanti flashback del suo passato.
Passato "l'effetto sorpresa" della prima stagione, Stranger Things 2 rimane comunque un prodotto di qualità, interessante, e innovativo. La vera storyline che coinvolge però, è appunto quella che segue il filo dei protagonisti più giovani, perchè per quanto tutti gli attori siano ottimi nelle loro interpretazioni, le vicende amorose di Nancy o l'entrata in scena di Sean Astin, passano comunque in secondo piano.
Non posso menzionare, ancora una volta, la mia adorazione nei confronti del personaggio di Dustin, che mi fa morire dal ridere, e in particolare ho apprezzato enormemente l'amicizia che va creandosi tra lui e Steve. Spero che la cosa venga portata avanti nelle terza stagione, perchè trovo che i due insieme siano davvero esilaranti.
Valutazione:
♥♥♥