La terra delle storie #3 e #4

Titolo: La Terra delle Storie - L'avvertimento dei Grimm
Autore: Chris Colfer
Editore: Rizzoli
Serie: La terra delle storie #3
Anno: 2015
Pagine: 596
Prezzo: 15,00

Trama:
Conner Bailey crede che le sue avventure nel Mondo delle Fiabe siano terminate, finché non scopre un indizio misterioso lasciato dai fratelli Grimm. Con l'aiuto della sua amica Bree e della stravagante Mamma Oca, parte in missione attraverso l'Europa per decifrare un avvertimento che risale a duecento anni fa. Frattanto sua sorella Alex si sta allenando per diventare Fata Madrina, ma esaudire i desideri altrui non è affatto semplice. Quando la minaccia incombe di nuovo sulla Terra delle Storie, Conner e Alex devono unirsi a tutti i re e le regine per salvare il Mondo delle Fiabe. Ma non c'è niente che possa preparare davvero i gemelli alla battaglia in arrivo... né al segreto che cambierà per sempre la loro vita. 

Titolo: La terra delle storie - Oltre i regni
Autore: Chris Colfer
Editore: Rizzoli
Serie: La Terra delle Storie #4
Anno: 2016
Pagine: 479
Prezzo: 15,00

Trama:
L'Uomo Mascherato minaccia la Terra delle Storie. Sta ad Alex e Conner fermarlo... 

Con il solo aiuto di Riccioli d'Oro, Jack, Cappuccetto e Mamma Oca, i gemelli Bailey scoprono le trame segrete del nemico: possiede una potente pozione magica che può trasformare ogni libro in un portale, e sta formando un esercito fatto di tutti i peggiori cattivi della letteratura. Inizia così una corsa all'ultimo respiro che passa per i paesi delle storie classiche, dal regno di Oz all'Isola che non c'è, per rincorrere l'Uomo Mascherato e fermare i suoi piani distruttivi.



Ho deciso di fare una recensione sommaria, di entrambi i volumi della serie, così da risparmiare tempo,  anche perchè, come al solito, sono sempre, sempre in arretrato con le recensioni ç_ç
Con i primi due volumi della serie ho avuto alcuni alti e bassi, nel senso che mi sono piaciuti entrambi, ma ci sono stati anche alcuni momenti in cui la storia non mi ha coinvolto pienamente.
La stessa cosa, è stata per questi due libri. Il terzo volume della serie, infatti, nel complesso mi è piaciuto, la storia è stata ben architettata, e dopo il finale sconvolgente del secondo volume, ero a dir poco curiosa di scoprire cosa sarebbe successo ad Alex e Bailey. Però, devo dire che, ci sono state alcune parti in cui la storia si bolccava, alcuni pezzi che ho trovato un po' noiosetti, e di conseguenza, questo mi ha un po' bloccata nella lettura, che è durata più del previsto.
In ogni caso, anche lì, tanti nuovi personaggi, questa volta anche del mondo umano, con uno stile immutato rispetto agli altri due volumi, sempre semplice e scorrevole, adatto ai ragazzi e con due protagonisti, che ormai abbiamo ben imparato a conoscere e ad amare, con pregi e difetti compresi.
Il quarto volume, invece, è stato tutta un'altra storia, perchè mi è piaciuto davvero moltissimo, e infatti in un paio di giorni l'avevo terminato.
Sarà forse perchè, oltre a tanti nuovi personaggi, Alex e Bailey ci portano a visitare anche nuovi mondi? Peter Pan, Il Mago di Oz, Alice nel paese delle meraviglie...il bello della serie di Colfer, è proprio il fatto che conosciamo una marea di personaggi, dalle favole più disparate. E si, hanno ben poco in comune con i personaggi che ci siamo abituati a vedere nei cartoni della Disney, ormai l'abbiamo capito!
Non so come mai, ero convinta che il quarto volume fosse l'ultimo della serie, invece, per come si è interrotto La terra delle storie - Oltre i regni, presumo che arriverà un seguito. E la cosa non mi dispiace affatto, perchè, come ho detto sopra, questo quarto volume mi è proprio piaciuto, forse è quello che ho preferito tra tutti e quattro, e la "grande verità" sull'Incappucciato, l'approfondimento sulla Fata Madrina, e l'esplorazione di questi nuovi mondi delle fiabe, mi fanno ben sperare per un nuovo libro ancora più entusiasmante.
Colfer ha preso i personaggi più conosciuti e li ha stravolti totalmente, riuscendo però, a farceli piacere ugualmente, come per esempio Cappuccetto Rosso, che con le sue caratteristiche poco comuni (e poco amichevoli), riesce comunque a farsi apprezzare dai lettori!


0 commenti:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)