Gossip Girl sesta (e ultima) stagione


Tra Teen Wolf, Ravenswood e The Vampire Diaries, è stato bello passare dalle atmosfere scure e misteriose, a qualcosa di più frivolo e leggero come i temi affrontati da Gossip Girl!
Parlare di questa sesta e ultima serie, senza fare spoiler, è ardua impresa, ma cercherò di limitare al massimo ciò che vorrei spifferarvi, e lasciare per la fine un inevitabile commento spoileroso.

Titolo: Gossip Girl
Anno: 2007 - 2012
Serie Tv
Genere: teen drama
Stagioni: 6
Episodi: 121
Basata sugli omonimi romanzi di Cecily von Ziegesar
Cast: Blake Lively, Leighton Meester, Penn Badgley, Chace Crawford, Ed Westwick, Kelly Rutherford, Matthew Settle, Michelle Tracthenberg

Trama (generica):
Gossip Girl è una misteriosa ragazza che si occupa di scrivere sul suo blog le informazioni più scandalose riguardanti la vita dell'elite di Manhattan. L'ultimo gossip riguarda il ritorno in città (dopo una lunga e misteriosa assenza) di una delle ragazze più amate: Serena Van Der Wooden…
Ma chi è Gossip Girl? E come fa ad essere così ben informata tanto da far visualizzare sui sidekick degli iscritti le notizie in tempo reale?

Recensione:
Gossip Girl, è una serie abbastanza longeva, nel lontano 2009, quando Italia 1 aveva iniziato a trasmetterla, avevo cominciato a guardarlo, più che altro per avere anche io un commento al riguardo, da fare il giorno dopo a scuola. Si, perchè era la serie di cui tutti parlavano, e tutti erano entusiasti che cominciasse, perciò da patita di telefilm, non potevo certo farmelo mancare.
Nella recensione precedente che avevo fatto su Gossip Girl, una recensione sommaria del telefilm fino alla quinta stagione, avevo già accennato al fatto che la prima stagione non mi avesse fatto impazzire. La trovavo troppo superficiale per i miei gusti...e d'altronde, se non lo fosse stata, non ci sarebbe nemmeno stata una maturazione dei personaggi. Non era certo uno di quei telefilm del tipo non-me-ne-posso-perdere-nemmeno-una-puntata oppure non-importa-se-è-una-replica-non-mi-stancherò-mai-di-guardarlo.
Ho iniziato ad apprezzare maggiormente la serie, verso la terza-quarta stagione, nonostante la ripetitività che un pò caratterizza il telefilm: in ogni puntata una festa (giustamente, altrimenti che elitè di Manhattan è?), i soliti sbagli da cui non imparano mai, amori tragici, scandali, tradimenti ecc.
I personaggi son maturati parecchio, fino ad arrivare al culmine in questa sesta stagione. Alcuni sono cambiati al limite dell'incredibile (il signorino Chuck alla ricerca della giustizia), ma le loro caratteristiche principali rimangono (Blair e i suoi soliti piani malefici).
In questa sesta stagione, Serena, torna in città con un nuovo amore...non ci avrei mai scommesso! Un certo Steven che non solo è padre, ma è padre di un adolescente che ha press'a poco la stessa età di Serena. Se Serena non avesse il meraviglioso sorriso contagioso di Blake Lively, probabilmente la odierei. Lei è quella che ho trovato meno cambiata dalla prima stagione, sempre pronta a tirarsi indietro e scappare quando le cose si fanno difficili, sempre pronta a cadere in sbagli già fatti in passato, ma che non riesce proprio ad evitare. Blair invece, è alle prese con la casa di moda della madre che le è stata affidata, ma capisce subito che le cose non sono così facili come credeva, mentre il rapporto con Chuck è ad un punto morto, dato che lui insegue il padre, per cercare di capire cosa l'ha spinto a farsi credere morto in passato, e soprattutto in che loschi affari è coinvolto (si, proprio Chuck che nell'illegalità prima ci sguazzava!).
Dan, dopo il suo romanzo d'esordio, inizia (con l'aiuto della malefica Giorgina) a pubblicare con un importante rivista, I capitoli della sua seconda opera, dove parla dell'Upper Est Side senza peli sulla lingua, anche se questo potrebbe causargli parecchi problemi. Nate, che tra le due coppie che si uniscono e si sciolgono in continuazione (Chuck e Blair – Serena e Dan, per cui ho sempre tifato), ha ormai perso del tutto la fama da belloccio delle prime stagioni, ed ora è un uomo d'affari alle prese con la gestione dello Spectator, si ritrova però, in mezzo a problemi finanziari non da poco.
C'è poi Ivy, marionetta nelle mani di tutti e Lily e Rufus, con i soliti problemi. Sentimenti insicuri, scandali (anche se Gossip Girl è meno pressante in questa stagione), vestiti all'ultimo grido e le solite rivalità che non passano mai...
Per essere formata da solo dieci episodi, questa ultima stagione è bella ricca di avvenimenti, che portano dritti dritti all'ultimissima puntata dove viene rivelata l'identità di Gossip Girl. Rivelazione che, inizialmente per me ha avuto poco senso, ma per come decidono di spiegarla gli autori della serie, inizia a prendere forma e a diventare logica. Anche perchè, se inizialmente Gossip Girl era solo un sito creato da qualcuno in cerca di scandali, col passare del tempo era diventata una risorsa per tutti, e a cui tutti, inviavano materiale.

Per una volta tanto, devo dire che ho preferito il doppiaggio italiano rispetto alle voci originali degli attori. Sarà che sono stata abituata a guardarlo in italiano fin dall'inizio, ma guardando una puntata in lingua, ho notato che la voce dell'attore che interpreta Chuck, era così bassa e monocorde da farmi venire il latte alle ginocchia (!), meglio quella italiana. Stessa cosa per Blair, quella italiana riesce ad essere adatta per il personaggio energico, sicuro di sè e pieno di risorse, mentre quella dell'attrice sembrava meno adatta ai piani malefici della Waldorf!

Commento spoileroso: Ma Lily è seriamente tornata con l'ex-ex marito? Cioè il padre di Serena? Nonostante tutto ciò che ha fatto?
E ovviamente, nonostante siano passati cinque anni, loro non sono cambiati di una virgola, nemmeno un taglio di capelli diverso!
Comunque, evviva il ragazzo solitario! Io ho sempre tifato per lui! :)

Valutazione:
/ e mezzo



Da notare le "scarpe comode" e i pantaloni della tuta...
evidentemente le riprese comprendevano solo
primi piani per Blair!

1 commenti:

  1. Seguo anche io questo telefilm e sono proprio curiosa di vedere come finirà :D

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)