The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro

Titolo: The Amazing Spider-Man 2 - il potere di Electro
Regia:Marc Webb
Paese: Usa
Anno: 2014
Durata: 152 min.
Cast: Andrew Garfield, Emma Stone, Jamie Foxx, Sally Field, Dane DeHaan

Trama (presa da Coming Soon):
Da sempre la battaglia più importante per Spider-Man (Andrew Garfield) è quella interiore: il conflitto tra l’ordinaria vita di Peter Parker e le enormi responsabilità di Spider-Man. Ma in "The Amazing Spider-Man 2: Il potere di Electro" una minaccia più grande è in agguato. Per Peter non esiste nulla di più emozionante che lanciarsi tra i grattacieli di New York, essere un eroe e trascorrere il tempo con Gwen (Emma Stone). Ma essere Spider-Man ha un prezzo: solo lui può proteggere i suoi concittadini da nemici pericolosi che assediano la città. Con la comparsa di Electro (Jamie Foxx), Peter Parker deve affrontare un nemico molto più potente di lui. E quando il suo vecchio amico Harry Osborn (Dane DeHaan) ritorna, Peter si rende conto che tutti i suoi nemici hanno una cosa in comune: la OsCorp.

Recensione:
Non ho idea di quando pubblicherò questa recensione, ma sappiate che nel momento in cui la sto scrivendo, sono appena tornata a casa dal cinema, quindi sto poco a pensarci e vi racconto le mie impressioni così di getto.
Non amo molto i supereroi, non sono un appassionata di fumetti e non conosco le storie originali dei supereroi più famosi, ma Spider-Man è l'unica eccezione. Spider-Man è l'unico eroe che mi è sempre piaciuto.
La trilogia di Sam Raimi con Tobey Maguire e Kirsten Dunst mi aveva appassionata moltissimo e The Amazing Spider-man mi era piaciuto mille volte di più, anche se non lo credevo possibile. Ero un po' scettica infatti, all'inizio, all'idea di questo nuovo rifacimento, ma se andate a leggere la recensione del primo film, probabilmente ci troverete solo toni entusiastici perchè Andrew Garfield ha saputo interpretare eccezionalmente il ruolo di Peter Parker.
Non stavo più nella pelle all'idea di vedere questo secondo capitolo, sicura che sarebbe stato all'altezza del primo. E così è stato.
C'è molta carne al fuoco in questo film, c'è la fine della scuola e i progetti per il futuro, le insicurezze di Peter riguardo il suo rapporto con Gwen che, seppure innamoratissimo, non riesce a dimenticare la promessa fatta al padre di lei, e il mistero sui suoi genitori che ancora lo assilla. Ma soprattutto ci sono i cattivi. Electro, interpretato a meraviglia da Jamie Foxx che, da uomo imbranato, invisibile e maltrattato, diventa una forza della natura che cova risentimento verso gli altri, indirizzando la sua rabbia poi verso l'uomo ragno, che gli ruba ancora una volta la scena. E poi abbiamo Harry Osborn che, se nella trilogia di Raimi era interpretato da James Franco, qui a dargli il volto è  Dane DeHaan già visto in Giovani Ribelli - Kill your Darlings. E' un Harry spaventato, arrabbiato e frustrato per il modo in cui ha dovuto trascorrere l'infanzia, e disposto a tutto pur di ottenere ciò che vuole.

Che dire, il film ha ottima musica e ottima azione, io ho evitato il 3D perchè lo reputo abbastanza inutile, ed è stato comunque un intreccio incredibile di effetti speciali, un ritmo velocissimo, una New York più scintillante del solito, messa a dura, durissima prova. E mentre la gente ancora cerca di capire se Spider-Man sia un bene o un male per la città  (ad avercelo uno Spider-Man qui da noi, cavolo!), Peter è tormentato dal ricordo della promessa di tenere Gwen al sicuro, lontano dai pericoli che lo circondano e che il suo ruolo di eroe comportano. Eppure, nonostante tutto, nonostante le paure, i timori e le insicurezze, proprio non ce la fa. 
Non ce la fa ad appendere tuta e maschera al chiodo perchè oramai è nella sua natura, è una chiamata a cui non può non rispondere, perchè chi crede in lui, in ciò che fa e gli è grato per le vite salvate, bastano a convincerlo a continuare ad aiutare gli altri, ad essere colui che loro incitano e imitano (la scena del bambino che si traveste da Spider-man è commoventissima). E allo stesso modo, non ce la fa a stare lontano da Gwen. Ci prova, ci provano entrambi sul serio, ma stare lontani è un impresa quasi impossibile, e d'altronde, come potrebbe resistere alla Gwen Stacy interpretata dall'adorabile Emma Stone? La trovo super, super carina, penso che potrebbe entrare dritta dritta a far parte delle mie attrici preferite, ha un talento eccezionale, una dolcezza e una tenerezza infinita, e mi piace moltissimo il suo look e il trucco spesso molto naturale con cui si presenta ai vari eventi. Sto divagando, lo so, ma apprezzo molto le star che puntano più sul naturale e sulla normalità piuttosto che sull'esagerazione.
Sono adorabili presi singolarmente, e ancora di più assieme come coppia, sia sul set che fuori dal film. Andrew Garfield interpreta Peter in modo molto sciolto, naturale, sembra proprio parte di lui, lo sguardo basso, i gesti da adolescente, l'ironia di quando indossa la maschera e si trasforma completamente, molto più sicuro di sè.
Il regista sa perfettamente quali corde toccare, su cosa puntare per stupire, commuovere e far esultare il pubblico in sala. 
Non dico nulla sul finale, per evitare spoiler, e anche volendo, sinceramente, non saprei proprio cosa dire.
Solo un ultima cosa, qualche fazzoletto a portata di mano è meglio tenerlo.

Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo

Trailer:

1 commenti:

  1. sono contenta stia piacendo a tutti questo film! :D Penso Spiderman sia il supereroe che più preferisco, perchè è il più "normale".. spero di vedere presto questo film! :')

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)