Giovani carine e bugiarde #2 #3 #4

Titolo: Giovani carine e bugiarde - Deliziose - Divine - Perfette - Incredibili
Autore: Sra Shepard
Editore: Newton Compton
Anno: 2014
Pagine: 701
Prezzo: 9,90

Trama:
Le bugie hanno gambe bellissime. Nell'esclusivo quartiere di Rosewood, in Pennsylvania, Spencer, Aria, Emily e Hanna sembrano trascorrere un'esistenza tranquilla, tra manicure, pettegolezzi e problemi di cuore. Sono quattro ragazze bellissime, dall'aria ingenua e vulnerabile. Ma il loro candore è solo una fragile apparenza, dietro cui si cela un passato di segreti pericolosi. Segreti che qualcun altro sembra conoscere: una persona enigmatica che si firma con la sola lettera A e minaccia di svelare tutta la verità. Le amiche sono così trascinate in un gioco inquietante, che le costringe a portare alla luce terribili ricordi. E chiunque si nasconda dietro A, è di certo intenzionato a rovinare le loro vite per sempre... Da questo romanzo la serie TV "Pretty little liars".
Ho comprato questa edizione 4 in 1 qualche anno fa, e la scorsa estate avevo letto (e recensito) il primo romanzo, e lì mi ero interrotta. Complice il fatto che appunto, è un 4 in 1, me lo sono portato dietro in montagna, questa estate, l’ho letto tutto, e ho deciso di fare una recensione unica.

Sulla trama, essendo tre romanzi (la recensione del primo la trovate qui), non mi soffermo più di tanto, sostanzialmente se il primo volume corrispondeva alla prima puntata della serie tv, questi tre sono il resto della prima stagione, più qualcosina vista nella seconda.
Ci sono delle differenze, a parte quelle fisiche, per cui quasi nessun personaggio rispetta colore di capelli/occhi rispetto gli attori che sono stati poi scelti, ci sono anche alcune differenze nella storia, differenze che io avevo già beccato come spoiler tempo fa, ma vabbè!
Sostanzialmente, i personaggi della Shepard, non hanno spessore, li ho trovati tutti uguali, perché a parte qualche descrizione fisica, buttata lì con proprio tre parole, sia dal punto di vista caratteriale che emotivo, io in questi personaggi non ho visto il nulla. Non tralascia una marca di vestiti, accessori, profumi eccetera, perché siamo in una città piena di ricconi, tutti occupati dal loro aspetto, dalle cose superficiali, okay, si è capito, ma spendere qualche riga in più, per caratterizzare e identificare meglio questi personaggi, non avrebbe guastato, anzi.


A parte la storia di base, che è interessante, intrigante e misteriosa, per il resto, in questi libri, io non ho trovato nulla di così eclatante, da decidere di farci una serie tv, devo essere sincera. E benchè al momento, il telefilm sia calato parecchio, all’inizio, le prime stagioni secondo me erano state meravigliose e ricche di colpi di scena, per quanto se ne possa dire di Marlene, la ringrazio per i cambiamenti fatti rispetto a libri, dal punto di vista di personaggi e suspance (ripeto, almeno per quanto riguarda le prime 3-4 stagioni).


Descrizioni banali, poco dettagliate, è uno di qui libri per cui, basterebbe leggere le frasi di dialogo per capirne l’essenza, perché il resto è solo un contorno  non essenziale e mal fatto.
Per quanto riguarda i dialoghi, anche questi, li ho trovati spesso senza senso, irrealistici, soprattutto se pronunciati da adolescenti, e anche nella storia, alcuni dettagli mi hanno lasciata basita: per esempio, sapete che ai balli liceali di Rosewood si mangia il piccione? Ecco, io l’ho scoperto leggendo questo libro.
O che Meredith (se avete visto la serie, sapete che è la tizia odiosa che mette i bastoni tra le ruote alla famiglia di Aria xD), tiene in casa una poltrona da dentista perché “fa arredamento”? O che, sempre parlando di arredamento come dire “artistico”, si diverte a pitturare insetti sulle sue pareti di casa? O ancora, che Hanna, per quanto possa essere superficiale o capricciosa, dopo essere stata investita, col serio rischio di morire, si comporta come una bambina in ospedale, facendo richieste a dir poco ridicole? Oppure ancora, che il profumo alla gomma di banana (??) di Maya è sexy, e che Spencer con un’annusata riesce a capire il tipo e la marca di scrub usato da un ragazzo? Boh, va bene tutto, ma cose del genere mi sembrano davvero troppo!

Ci sono poi tanti flashback, è un continuo passaggio tra loro nel presente, e i ricordi delle medie, di quando hanno fatto amicizia con Allison, prima della sua scomparsa.
Ma all’inizio, quando le cinque ragazze fanno amicizia, sono ancora in prima-seconda media, delle ragazzine, ed è impossibile che ragazzine di 11-12 anni siano interessante solo alle feste con ragazzi più grandi, a sessioni di shopping super lussuose, a farsi notare da tutti, a vestirsi con le minigonne, tutte scollate, con le zeppe…. Alcune cose che fanno, o dicono nei flashback di loro alle medie, per quanto possano essere state delle ragazzine precoci, sono impossibili. Anche perché i loro genitori, seppure siano dei genitori alquanto irresponsabili o poco presenti, non permetterebbero mai alle loro figlie di comportarsi in determinati modi, nemmeno se abitano a Rosewood, dove tutti sono ricchi, attirati dal potere, dalle cose lussuose, superficiali allo stato puro eccetera.


La cosa più interessante di questi libri, sono i titoli dei capitoli, e gli epiloghi finali in cui –A, fa in qualche modo incuriosire sul libro successivo… c’è da dire che, personalmente, continuerò a leggere gli altri libri pubblicati, per vederne le differenze con la serie tv (e per farmi quattro risate), altrimenti, se non fossi stata spettatrice di Pll, non sarei andata oltre il primo romanzo.

Avendo fatto una recensione sommaria di tre libri, evito la valutazione, ma sappiate che, se non si fosse capito dalla recensione, la mia valutazione sarebbe moooolto bassa!


3 commenti:

  1. Oddio, non mi sarei mai aspettata che la storia originale fosse così.. anche a me sembra davvero strano che con una base del genere abbiano ideato la serie tv però per fortuna la storia è stata diversa e più interessante. Sicuramente non leggerò i libri ;D

    RispondiElimina
  2. Non sai che piacere mi faccia leggere la tua recensione...
    Ne avevo sentito parlare abbastanza bene, tanto da convincermi ad andare a comprarlo proprio domani O_O
    Mi sa che questa volta passo, comprerò qualche libro più interessante :)

    RispondiElimina
  3. Ho seguito saltuariamente la serie tv e ci ho capito davvero poco con tutti questi misteri,infatti avevo pensato anch'io di prendere i libri,ma sinceramente dopo la tua recensione preferisco spendere i soldi per qualche libro più interessante.

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)