Flawed - Gli imperfetti

Titolo: Flawed - gli imperfetti
Autore Cecilia Ahern
Editore: De Agstini
Anno: 2016
Pagine: 377
Prezzo: 14,90

Trama:
In un futuro non molto lontano, in un mondo non molto diverso, il Giudice Crevan conduce una spietata guerra contro l'immoralità. È lui e lui solo a decidere chi sia un cittadino modello, e chi invece sia un Imperfetto, un essere Fallato da marchiare a fuoco con una F sul petto e da allontanare dalla società civile. Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art, figlio del Giudice Crevan. Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D'un tratto tutto ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più. Perché la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del Giudice Crevan. Celestine decide quindi di aiutare il pover'uomo e quella decisione cambia la sua vita in un attimo. Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in processo davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere incarcerata e marchiata a fuoco come Fallata. Sarà proprio in carcere però che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un Fallato misterioso e affascinante. E l'unico amico su cui d'ora in poi Celestine potrà contare.

Flawed, si è rivelata essere una lettura molto interessante. Diciamo che ultimamente il distopico è il genere che prediligo leggere, ma spesso le storie raccontate sono più o meno simili ad altri romanzi già letti, trovare qualcosa di originale e allo stesso tempo appassionante non è semplice.
Ho trovato Flawed, invece, davvero ben scritto e architettato, e per essere il primo distopico dell'autrice, abituata a scrivere altri generi, devo dire che funziona benissimo.
L'aspirazione a questa società perfetta e idilliaca, che vede come persone "fallate", tutti quegli individui che pensano e agiscono con la propri testa, che si rifiutano di sottostare a regole sbagliate, è già di per sè un'ottima base per questa storia.
Ciò che mi è piaciuto maggiormente del romanzo, però, è il fatto che la stessa protagonista, Celestine, aspiri ad essere perfetta, segua tutte le regole, e si aspetti che gli altri facciano altrettanto, mai uno sgarro, insomma, in lei non c'è nulla che faccia pensare neanche lontanamente che sarà dichiarata lei stessa una Fallata. E questo, ci permette di vedere il lento declino del suo personaggio, da ragazza perfetta, fino al raggiungere la consapevolezza di quanto la società in cui vive sia in realtà corrotta, malata e senza pietà.
Questo suo cambiamento, questa maturazione nel suo personaggio, è ciò che tiene incollati i lettori a questo libro, perchè noi, assieme a Celestine, veniamo alla scoperta di segreti  e congetture, di tradimenti e nuove alleanze.
Rispetto ad altri distopici, devo dire che qui, non c'è molta azione, la storia si basa più che altro sul processo mentale di Celestine, nel rendersi conto di tutto ciò che non va attorno a lei, e nell'abituarsi alla sua nuova condizione di fallata, che mette a rischio anche tutti gli altri componenti della sua famiglia, e la porta a farsi numerose domande.
Un primo romanzo alquanto interessante, per una serie che promette benissimo, scritto in modo coinvolgente e scorrevole, con uno stile asciutto, senza fronzoli, ma con una protagonista che conquista, proprio per la sua ingenuità iniziale, che matura e diventa consapevole, assieme al lettore.

♥♥♥/ e mezzo


6 commenti:

  1. "Flaweb" è in cima alla mia letterina per Babbo Natale, si ci sto già pensando xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con la d non la b, ora correggo prima che Babbo Natale sbagli xD

      Elimina
  2. Sembra davvero un bel libro. Devo ammettere che non amo particolarmente il genere fantasy e non ho mai letto un dispotico,ma come proposito per questo nuovo anno ho deciso di dare una possibilità anche a questo genere e di allargare i miei orizzonti e questo libro mi sembra proprio adatto per iniziare.

    RispondiElimina
  3. Molto bella la storia che viene trattata in questo libro, sicuramente un libro interessante, io non amo molto questo genere, ma l'autrice in altre occasioni si è dimostrata davvero molto brava... quindi ci faccio un pensierino aggiungendolo in lista :)

    RispondiElimina
  4. Amo i distopici ma questo non l'ho ancora letto! La trama mi piace un casino ma aspetto i continui perchè poi non voglio attendere troppo...

    RispondiElimina
  5. Lo ho in lista perché anche se prediligo il romance, i distopici mi piacciono tantissimo e sono proprio alla ricerca di qualcosa che mi coinvolga come ha fatto Divergent! Chissà se sarà questa serie ☺☺

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)