Mini recensione "Il libro di Julian"

Titolo: Il libro di Julian
Autore: R.J. Palacio
Editore: Giunti
Collana: Junior
Serie: A Wonder Story  #2
Anno: 2015
Pagine: 128
Prezzo: 7,90€

Trama:
Julian non si capacita di come siano andate le cose nell'ultimo anno scolastico. Era il ragazzo più popolare della classe e si ritrova ad essere escluso dai compagni e costretto a cambiare scuola. Solo per aver fatto delle battute! Ma lui ha sempre fatto dell'ironia, e tutti ridevano, prima! Appena arrivato in classe, Auggie, il nuovo compagno di scuola affetto dalla sindrome di Treacher-Collins, lo aveva veramente turbato. Fin da piccolissimo, infatti, Julian aveva il terrore degli zombi e la faccia deforme di Auggie gli aveva fatto tornare gli incubi infantili. Era questo il vero motivo del suo accanimento. Era stato sospeso da scuola quando il preside aveva scoperto i bigliettini che Julian faceva trovare ad Auggie e al suo ex amico Jack e così non aveva potuto partecipare alla gita scolastica. Un provvedimento che i genitori non avevano mai accettato, accusando la scuola di aver sottovalutato la difficoltà della situazione che l'inserimento di Auggie in classe avrebbe comportato. Durante l'estate, però, Julian scopre una verità sconvolgente sulla sua nonna francese. Lei, ebrea, gli confessa che durante la guerra era stata salvata dallo "storpio" della classe, il "Tartaruga", come lo chiamavano tutti deridendolo. Solo pochi giorni prima di essere deportato egli stesso, perché non "perfetto", le aveva dato il suo primo bacio. Il suo nome era Julian..

Recensione:
Dopo aver amato follemente Wonder, non potevo certo lasciarmi scappare questo secondo libro, che in realtà non è un seguito, ma un novella. Come si intuisce dal titolo, infatti, è proprio Julian, dal suo punto di vista, a ripercorrere velocemente ciò che accade nel libro "Wonder". 
Lo fa, senza soffermarsi troppo sui dettagli, o su August, ma racconta nella sua totalità, la storia del "bullo", che in realtà, così cattivo come pensiamo, non è.
Il libro è breve, scorrevole e si legge molto in fretta e ci aiuta soprattutto a capire cosa porta Julian, a comportarsi in modo così crudele con August.
Si, perchè un motivo, sotto sotto c'è, ed è la paura, e forse anche un pizzico di gelosia, perchè in fondo Julian non è cattivo come appare, anche se un po' insensibile lo è di certo (almeno all'inizio).
La storia delle nonna, è probabilmente la parte che mi è piaciuta maggiormente, e che mi ha ache commosso molto. anche se effettivamente, il personaggio della nonna non ha tantissimo spazio nel libro, si dimostra fin da subito una personalità marcata, ma soprattutto essenziale nella vita del bambino, visto il tipo di genitori che Julian si ritrova, che non sono certo un modello da seguire.
Il libro, utilizza lo stesso tono strettamente personale e confidenziale del primo libro, ed è stato voluto a gran voce dai fan. Ho infatti scoperto, che usciranno altre due novelle, della Wonder story, e io non vedo l'ora di leggerle!

Valutazione:
♥♥♥♥

1 commenti:

  1. Anche io ho amato tanto il piccolo August, sua sorella e tutti quelli che gli hanno voluto bene, quel libro è un vero gioiellino!!
    La versione di Julian ancora non l'ho letta, ma spero di poterlo fare presto, anche lui ha diritto di dire la sua, e soprattutto voglio fare la conoscenza di sua nonna! ;-)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)