I sei volti dell'amore

Titolo: I sei volti dell’amore
Autore: Sarah Jio
Editore: Nord
Anno: 2015
Pagine: 303
Prezzo: 16,60

Trama:
Jane Williams non ha dubbi:  tanto i fiori sono semplici e diretti – le rose rosa servono per chiedere perdono, quelle rosse per mettersi in mostra, le golossinie per indicare l’amore a prima vista – quanto le persone sono complicate ed inaffidabili. Così, mentre il suo negozio è aperto a chiunque voglia mandare il messaggio giusto, il suo cuore è chiuso e impenetrabile. Troppi sbagli, troppo dolore, troppi rimpianti. In più, da qualche tempo, Jane è inquieta: di tanto in tanto la vista le si offusca e lei cade in preda a violente emicranie. Un mistero, dicono i medici, incapaci di individuare l’origine di quei malesseri…
Poi, nel giorno del suo ventinovesimo compleanno, una donna si presenta nel negozio di Jane; sostiene di conoscerla dal giorno in cui è nata e che quei disturbi non sono affatto sintomi di una malattia, bensì la manifestazione di un dono straordinario: la capacità di “vedere” l’amore, quello puro e sincero. Un dono che Jane rischia tuttavia di pagare a caro prezzo: prima che il sole tramonti sul suo trentesimo compleanno, infatti, lei dovrà individuare le sei diverse forme di amore che danno senso alla vita di tutti gli esseri umani. Altrimenti non vedrà mai il volto della sua anima gemella..

Recensione:
Dopo “Neve a primavera”, con questo secondo libro, ho avuto la conferma della bravura e del talento di Sarah Jio.
Il libro racconta la storia di Jane,  all’apparenza un po’ allergica all’amore, che scopre di avere un dono molto particolare, ma anche molto pericoloso, che ha condizionato in qualche modo la sua vita fin da piccola, ma che, ora, rischia di stravolgerla completamente.
Il suo dono, è quello di vedere e captare l’amore, in tutte le sue forme, e così com’è esperta della bellezza e del significato dei suoi amati fiori, così cercherà di utilizzare al meglio questo suo dono.
Insieme alla sua vita, quindi, viene raccontata quella delle persone che le stanno accanto, dal fratello minore sciupa femmine, alla collega di lavoro, dalla donna che lavora in panetteria, madre e moglie, all’amica ritrovata. Queste persone, proprio perché hanno a che fare con il dono di Jane, sono personaggi sviluppati abbondantemente, caratterizzati e di spessore. L’autrice non si limita a citarli, ma li rende veri e propri protagonisti della storia.
Il libro è parecchio coinvolgente, ben scritto e raccontato nel dettaglio, soprattutto il finale, l’ho trovato molto soddisfacente, perché ogni cosa viene messa a posto alla perfezione. Come il primo libro che avevo letto di questa autrice, anche qui, lo stile utilizzato, fa la differenza: scorrevole ed essenziale, ma anche poetico e capace di coinvolgere ed emozionare il lettore. E’ un romanzo sentimentale, ricco di storie, speranze, sogni e insegnamenti. Un romanzo che mostra tutte le sfaccettature dell’amore, con pregi e difetti, gioie e dolori, ma anche ricchezza di spirito, e pura vita.
Uno di quei libri che, una volta terminati, ti lasciano un senso di soddisfazione e pienezza, insegnamenti e ore piacevolissime, in compagnia di personaggi così realistici da avere la sensazione di potersi conoscere sul serio.
Sono certa che sentiremo parecchio parlare di quest’autrice, io nel frattempo, corro a recuperare i suoi romanzi!


Valutazione: ♥♥♥♥

3 commenti:

  1. Ho notato la cover ma ero scettica...forse ci ripenso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato molto carino :)

      Elimina
  2. Bellissima copertina :)
    Non conoscevo affatto quest'autrice, ma alcuni dei suoi titoli li avevo visti su diversi blog.
    Devo dire che tutti ne parlano benissimo, in più la trama di questo libro è molto interessante, e incuriosisce moltissimo...
    Lo metto in lista, ma volevo chiederti una cosa, posso leggerlo tranquillamente? oppure è collegato e " Neve a primavera " ?

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)