The Carrie Diaries (stagione 2)


Finalmente, sono riuscita a terminare la seconda stagione di The Carrie Diaries. Mi mancavano solo due puntate, e non riuscivo mai a trovare il tempo di guardarle. Devo dire che se da una parte sono felice di averlo concluso, dall'altro sono anche ansiosa di sapere se la serie avrà una terza stagione o meno. Credo che, a causa degli ascolti forse troppo bassi, non siano sicuri se questo telefilm verrà rinnovato nuovamente, così gli autori hanno cercato da dare un finale che potesse essere un addio, incerti se le vicende della giovane Carrie avranno un seguito.


Titolo: The Carrie Diaries
Regia: Amy B. Harris
Paese: Stati Uniti
Anno: 2013 - in produzione
Genere: period drama, teen drama
Soggetto: Candace Bushnell (romanzo)
Cast: AnnaSophia Robb, Austin Butler, Ellen Wong, Katie Findlay, Stefania Owen, Brendan Dooling, Chloe Bridges, Matt Letscher, Freema Agyeman

Trama: (della prima stagione)
E’ il 1984 e Carrie Bradshaw, appena 16enne, ha già assaporato il gusto amaro della vita. Da poco orfana di madre, Carrie vive con una sorella minore ingestibile e un padre sopraffatto dalle responsabilità. La vera famiglia di Carrie sono i suoi amici di scuola, ma vivere in periferia nel Connecticut non la entusiasma, nonostante l’arrivo di un nuovo e affascinante studente di nome Sebastian. Quando però Tom offre alla figlia l’opportunità di trasferirsi a Manhattan, Carrie realizza che la sua intera esistenza sta per essere sconvolta.

Recensione:
In questa seconda stagione, troviamo Carrie e Walt a convivere a Manhattan, nell'appartamento di Larissa. E' lì che hanno deciso di passare l'estate, per godere appieno del ritmo frenetico e dinamico della grande città, e per accantonare i loro problemi per un po'. Sebastian, però, non sembra voler dimenticare Carrie, e quando l'estate finisce inevitabilmente, tornare a scuola è ancora più dura, considerato che è l'ultimo anno e che Carrie è sempre più impegnata con il suo lavoro al giornale.

Carrie affronta numerose problematiche in questa nuova stagione che, anche se breve, è ricca di eventi. L'incertezza sul suo futuro, un nuovo amore (anche se Sebastian non se lo leva proprio dalla testa), problemi con il padre, problemi con le amiche, problemi anche con la sua amata scrittura...insomma, le accade davvero di tutto.
Mi piace molto come personaggio (L'attrice d'altra parte, è proprio adorabile), dolce, gentile, premurosa e comprensiva, l'ho trovata però, in alcuni casi, troppo concentrata su se stessa.  Voglio dire, è senza dubbio un'ottima amica e figlia, però il suo voler a tutti i costi raggiungere gli obiettivi prefissati nel modo più perfetto possibile, rischiano di farle perdere di vista gli altri. E' un po' troppo pignola e perfettina, per il resto, mi piace.
Donna LaDonna, l'ho apprezzata molto di più in questa stagione. Come avevo già accennato nella recensione della prima stagione, non è la classica ragazza popolare della scuola (intendiamoci, vanitosa e vistosa lo è, altrochè,) ma non è così perfida come si potrebbe pensare. Anzi, riesce quasi a stringere un legame di amicizia con Mouse, cosa che la renderà più partecipe nel gruppo di amici di Carrie. Si, perchè il loro affiatato gruppo, sembra aver perso un membro importante ad inizio stagione. Il rapporto tra Carrie e Maggie è profondamente in crisi, e le due si rifiutano di parlarsi. Per fortuna c'è Mouse, che cercherà di fare da tramite, come può, tra le due ragazze.


La nuova entrata di questa stagione, è Samantha, un personaggio senza dubbio importantissimo nella vita di Carrie. Avevo dei seri pregiudizi nei confronti di questo personaggio, prima di vederlo all'opera, perchè dalle foto trovate sul web trovavo l'attrice che vestiva i suoi panni, mi pareva poco adatta, troppo adulta rispetto a Carrie e anche un “pericolo” nei confronti delle altre amicizie di Carrie. Al contrario di quanto pensavo invece, l'entrata in scena di Samantha non solo non ha portato all'uscita di scena delle altre amiche di Carrie (ormai mi ero affezionata a Mouse e Maggie), ma è risultata anche simpaticissima e davvero carina. Molto leggera e anche superficiale (almeno così sembra all'inizio), si rivela però una grande amica per la giovane Bradshaw.

La storia con Sebastian, è sempre più incerta e travagliata, quando pare che lui e Carrie abbiano finalmente trovato un po' di pace e stabilità, sorge qualche cosa di nuovo che crea ulteriori problemi. Ed eco ancora una volta Carrie, un po' troppo rigida nei suoi confronti, molto concentrata sulle proprie ispirazioni e sui propri sogni (come è giusto che sia), ma poco disposta ad accettare i desideri di Sebastian.
Oltre a Maggie che dovrà affrontare un periodo particolarmente duro, anche Walt non avrà un attimo di pace. La sua omosessualità infatti, causerà dei problemi in famiglia, ma anche con sè stesso, vivrà un periodo delicato e fragile della propria adolescenza, incapace di capire se sia meglio intraprendere la strada più facile, o quella più adatta a lui.
Il finale della serie è incerto, proprio per il dubbio se la serie verrà rinnovata o meno. È un finale aperto e libero, ognuno può immaginarsi la vita di Carrie come meglio crede, dopo le vicende che l'hanno coinvolta, ma allo stesso modo, mi ha lasciato un po' con l'amaro in bocca, non sapere concretamente come finisca tra lei e Sebastian... Spero davvero che ne facciano una terza stagione, è un telefilm carino, leggero e simpatico.

Valutazione:
 / e mezzo

2 commenti:

  1. Ho adorato questa seconda stagione di The Carrie Diares!E' una serie davvero troppo carina!Spero proprio che la rinnovino anche per una terza stagione :)

    RispondiElimina
  2. Si, speriamo davvero che la rinnovino!! :)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)