Follow Us @soratemplates

27/07/18

Harry Potter The Exhibition

Buongiorno lettori, oggi nessuna recensione in programma, bensì un qualche chiacchiera e qualche consiglio, sulla mia esperienza alla Harry Potter Exhibition.

Nei giorni scorsi sono stata alla mostra di Harry Potter, appunto, che si tiene a Milano, alla Fabbrica del Vapore, aperta lo scorso 12 maggio e visitabile fino al 9 settembre (nel caso abitiate sulla luna e quindi non lo sappiate già).

I biglietti sono acquistabili sul circuito Ticketone, o direttamente sul posto, ma se volete andare sul sicuro vi consiglio di acquistarli in precedenza, in modo da avere anche la possibilità di scegliere l'orario di ingresso (ci sono ingressi ogni mezz'ora circa) e anche di evitare il week-end (mi hanno raccontato che è pienissimo e ad un certo punto c'è il rischio di venire letteralmente cacciati fuori).

Lo spazio dedicato alla mostra, non è grandissimo, ma ben fornito, certo, se siete già stati agli Studios di Londra, probabilmente avrete già visto tutto ciò che c'è, e molto di più, ma considerate che si trovano appunto a Londra, in uno spazio molto più grande e con un prezzo d'entrata molto più alto.

Per i bambini, forse non è il massimo, perchè poco “interattiva”, ma i fan della serie della Rowling come la sottoscritta, non rimarranno senza dubbio delusi.
  
Non voglio anticiparvi troppo (io mi ero spoilerata parte delle cose, spulciando tra le foto su Instagram!), ma avrete modo di vedere i vari costumi di scena utilizzati in un po' tutti i film, gli oggetti memorabili, come ad esempio la collana giratempo di Hermione, la mappa del Malandrino, la strillettera di Ron, il diario di Tom Riddle e le bacchette dei personaggi principali. Ma troverete anche oggetti più “particolari”, come la tazza con il Gramo, la chiave volante catturata da Harry nel primo film, il diadema di Cosetta Corvonero o la spada di Godric Grifondoro.

La mostra è divisa a zone, nel senso che troverete le varie “classi” dei professori come Piton, Lumacorno, la Cooman, Allock, la Umbridge...con i vari costumi e oggetti di scena dedicati. C'è poi l'angolo del Quidditch, con le varie divise, i costumi del Ballo del Ceppo o del matrimonio di Bill e Fleur, la zona “Foresta Proibita”, la Capanna di Hagrid, la parete con tutti i decreti della Umbridge o “l'angolo dolci” di Hogsmeade.

Alla fine della mostra, trovate ovviamente uno shop in cui poter acquistare il merchandise, che però, vi avverto, è piuttosto caro, anche se ben fornito. Se volete comprare, infatti, la bacchetta del vostro personaggio preferito, la tunica della vostra casata di Hogwarts, portachiavi, poster o i dolci di Mielandia, lì troverete varie cosine carine, che rischiano però, di svuotare ancora di più il vostro portafogli, vi avviso!
Quindi, per concludere, se siete dei Potterhead accaniti, e ne avete la possibilità, vi consiglio di non perdere l'occasione di curiosare da vicino tra gli oggetti di scena del mondo più magico che noi lettori abbiamo mai conosciuto. Non ve ne pentirete!
    

Nessun commento:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)