Un ponte per Terabithia

Titolo: Un ponte per Terabithia
Regia: Gabor Csupo
Cast: Josh Hutcherson, AnnaSophia Robb, Zooey Deschanel, Robert Patrick, Bailee Madison
Genere: Avventura
Anno: 2007


Tratto dal libro scritto da Katherine Paterson, del 1976. Da esso è stato tratto anche un'altra versione del film, nel  1985 (con scarso successo).

Questa è la versione del 2007 con il mio amatissimo Josh Hutcherson. TRAMA:
Jess, un ragazzino di undici anni, vede la sua vita cambiare improvvisamente, quando fa amicizia con Leslie, una coetanea appena arrivata nella sua scuola. I due si inventano un mondo immaginario chiamato Terabithia, popolato da creature magiche, giganti e trolls. Mentre la vita in famiglia è ricca di contrasti, i due nel loro "mondo" sono il re e la regina...



RECENSIONE:

Ho visto questo film dopo averne sentito tanto parlare e posso dire che è davvero meritevole. E' un film commovente e fantastico dove i due ragazzini protagonisti, Jess e Leslie, sentendosi fuori posto, diversi rispetto i propri coetanei, si creano un mondo immaginario in cui rifugiarsi insieme. Lui ama disegnare, è ama disegnare e ha grandi doti, ma la famiglia numerosa ha problemi finanziari così lui si sente trascurato in special modo dal padre, con cui sente costantemente di deluderlo. Lei, è una ragazzina sveglia, una sognatrice che porta avanti con convinzione le proprie idee e che si trasferirà con la sua famiglia proprio accanto a Jess.
Così i due ragazzi, si creano un mondo unico, tutto loro, dove sono padroni e liberi di essere se stessi. Basta attraversare un magico “portale” per arrivare a Terabithia, dove i malvagi della vita reale, vengono sconfitti e loro non si sentono mai soli.
La vita reale, però subentra tristemente in questo loro magnifico mondo e in qualche modo ha il volto della bellissima Zooey Descanel, che nel film interpreta la maestra di musica ella scuola dei due protagonisti. Un dramma, colpisce Jess nel profondo, una spaccatura nella corazza rassicurante che si era creato.
Un film dolce, emozionante, delicato e commovente. Un piccolo capolavoro che racconta una splendida amicizia nata a Terabithia, e l'importanza di essere non diversi, ma bensì speciali.


"Tieni la testa all'indietro e guarda le nuvole... sembra di volare!"

VALUTAZIONE:


0 commenti:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)