Follow Us @soratemplates

18/09/17

Recensione in anteprima: Io e te come un romanzo

Titolo: Io e te come un romanzo
Autore: Cate Crowley
Editore: DeAgostini
Data d'uscita: 19 settembre 2017
Pagine:
Prezzo: 14,90

Trama:
Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come quello in cui il cuore di Rachel si è spezzato per la prima volta. È una notte d’estate, e lei sta per trasferirsi dall’altra parte del Paese. Nelle ore che restano prima della partenza vuole dire addio a tutto ciò che sta lasciando: la scuola, gli amici e, più di ogni cosa, Henry Jones, il ragazzo che conosce da sempre, con cui ha condiviso le letture, i sogni, le paure e le passioni. Così, Rachel entra furtivamente nella libreria gestita dai Jones e infila una lettera tra le pagine del libro preferito di Henry. Una lettera in cui gli confessa il suo amore, un messaggio in bottiglia lanciato in un oceano di parole, a cui lui non risponderà mai. Sono passati tre anni, e quel giorno sembra appartenere a un’altra vita perché Rachel, nel frattempo, ha perso il fratello; e lei non è che l’ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e sembra che l’unica via d’uscita sia tornare a casa e riavvicinarsi alle cose che ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle voci senza tempo di scrittori e poeti. E, mentre tra gli scaffali impolverati si intrecciano le storie di un’intera città, Henry e Rachel si ritrovano. Perché non c’è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovarsi. Toccante come Raccontami di un giorno perfetto, un romanzo indimenticabile che parla dell’amore in tutte le sue forme. L’amore per chi non c’è più, l’amore per chi ci ferisce e per chi ci guarisce. E poi l’amore più puro di tutti: quello per i libri.

Recensione:
Ho avuto l'occasione di leggere in anteprima questo libro, grazie ad un progetto di bookcrossing, realizzato dalla casa editrice, in collaborazione con Teamworld.
Ho trovato davvero carina questa iniziativa, e spero vivamente che le 100 copie del libro "liberato", possano andare in buone mani!
Detto ciò, la trama del romanzo, era troppo interessante, per non partecipare, però, non so perchè, avevo la strana sensazione che il libro avrebbe anche potuto deludermi. A volte capita di provare queste sensazioni con i libri, no?
Invece, sono lieta di informarvi, che il libro mi è piaciuto, e anche tantissimo!
E ho apprezzato ancor di più l'iniziativa di bookcrossing, visto che la storia, è strettamente collegata a ciò. Sì, perchè infatti la storia raccontata dalla Crowley, parla, in primo luogo, dell'amore per la letteratura: parla dei romanzi per cui passare le notti in bianco, parla di una libreria speciale, un luogo accogliente in cui ci si sente come in famiglia, con un angolo in cui poter affidare i propri pensieri. E ciò, questo folle e puro amore per le pagine stampate, per le storie racchiuse nelle note a margine e per il profumo inconfondibile dei libri rari, è il primo punto a favore di questo romanzo.

Secondo punto forte del libro, sono i personaggi: ci si affeziona subito, si fa il tifo per loro, perchè fanno tenerezza, commuovono, appassionano, pur non essendo perfetti. Lui, Henry, è un po' il ragazzo di sogni di noi lettrici, non è il più popolare della sua scuola, non è ricco, o particolarmente amato, eppure ha un animo poetico, sincero, è un fortissimo divoratore di libri, che alla libreria di famiglia, tiene tantissimo...però, racchiude in sè alla perfezione anche il motto "l'amore è cieco", visto il suo rapporto con la sua ragazza, e va bene che è cieco, però...! Insomma, come avrete intuito, la ragazza dei suoi sogni, è insopportabile!
Doppio punto di vista, per due personaggi significativi, di spessore, approfonditi caratterialmente e che parlano con il cuore, con due storie ben distinte, che non possono non intrecciarsi e convergere.
Rachel, la protagonista femminile, così come Henry, mi è piaciuta parecchio: ho apprezzato il suo "cambiamento" di fronte alla tragedia che l'ha colpita, perchè rende il suo personaggio più realistico. Ho trovato il suo modo di pensare, di agire, e di affrontare il suo dolore, molto veritiero.
Oltre ad Henry e Rachel, però, anche i personaggi secondari come George, Cal e Martin, mi sono piaciuti moltissimo, anche loro dalle personalità ben distinte, mi sono stati simpatici fin dalle prime pagine.

Legami ritrovati, amori non corrisposti, tradimenti, libri, cambiamenti e aspettative infrante, sono solo alcuni degli argomenti trattati in questo romanzo, che parla, infatti, anche della perdita di una persona cara. Questa parte, in particolare, mi ha coinvolta ed emozionata enormemente, ammetto di essermi commossa in vari passaggi del libro, e aver addirittura versato qualche lacrimuccia per il modo "crudele" in cui l'autrice tira le fila di una certa corrispondenza segreta, nascosta tra le pagine 44 e 45 di un libro (se leggerete il romanzo, capirete!). Non si può fare a meno di disperarsi e rimanere con il cuore spezzato, riguardo certe scelte fatte dall'autrice, ma d'altra parte, se così non fosse stato, questa storia non sarebbe stata così ricco di sentimenti ed emozioni.

Insomma, tirando le conclusioni, Io e te come un romanzo, è un libro delicato, eppure potente, che racconta l'amore per i libri e per i lettori che tra le pagine ci lasciano sogni, cuore e frammenti di vita. Un inno alla lettura, e al vivere ogni istante con tutto sè stessi.
Assolutamente consigliato, leggetelo!


Valutazione:
♥♥♥♥♥ 

Nessun commento:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)