English Books on my wishlist #25

Rubrica a cadenza casuale in cui vi mostro le mie nuove scoperte libresche in lingua inglese.

Titolo: The Archivied
Autore: Victoria Schwab

Trama:
I morti riposano sugli scaffali come libri. Ogni corpo ha una storia da raccontare, una vita in immagini che solo i Librarians possono leggere. I morti, chiamati “Histories”, riposano nell’Archive.
Da ha portato qui Mackenzie Bishop per la prima volta quattro anni fa, quando lei aveva dodici anni, spaventata ma determinata a dimostrare a se stessa di essere pronta. Ora Da è morto, e Mac è diventata ciò che lui era una volta, una Keeper spietata, il cui compito è fermare le spesso violente Histories dal risvegliarsi è uscire. Per il suo lavoro, mente alle persone che ama, e conosce la paura per quello che è: uno strumento per rimanere in vita.
Essere una Keeper è pericoloso e un costante promemoria di coloro che ha perso, Da e suo fratello minore. Mac si fa domande sul confine tra vivere e morire, dormire e svegliarsi. Nell’Archive, i morti non devono mai essere disturbati. Ma c’è qualcuno che sta appositamente alterando le Histories, cancellando capitoli essenziali. A meno che Mac non riesca a mettere insieme ciò che rimane, l’Archive potrebbe crollare e distruggersi.



Titolo: What i thought was true
Autore: Huntley Fitzpatrick

Trama:
Il più grande errore di Gwen Caste, Cassidy Somers, queste estate bazzica per i bassifondi come giardiniere sulla sua isola di Nantucket. È un ragazzo ricco dall'altra parte del ponte in Stony Bay, e lei proviene da una famiglia di pescatori e cameriere che rallegrano i vacanzieri estivi dell'isola. Gwen ha paura che una vita da cameriera sarà anche il suo destino, mma proprio quando pensa che non potrà mai evadere dal suo passato – o l'isola – il padre di Gwen le da dei consigli shoccanti. La scintilla scoppia e storie segrete si rivelano mentre Gwen trascorre una bellissima, irrequieta estate lottando per risolvere quello che pensava fosse vero – sul posto in cui vive, le persone che ama, e anche se stessa – con quello che è in realtà.



Titolo: The woman ho heard the color
Autore: Kelly Jones

Trama:
Lauren O'Farrell è a caccia di opere d'arte espropriate o trafugate dai nazisti prima e durante la Seconda guerra mondiale, da restituire ai legittimi proprietari. Per le sue ricerche incontra, in un appartamento di Manhattan, l'anziana Isabella Fletcher, la cui madre potrebbe essere stata complice dei furti nazisti. Ma la storia che Isabella, per la prima volta, decide di rivelare è ben diversa: è la storia di Hanna, una ragazza di campagna che arriva a Monaco per lavorare nella casa di un mercante d'arte ebreo, Moses Fleischmann. Hanna scopre di avere (come Kandinsky) il dono di "sentire" i colori, diventa collaboratrice e poi moglie di Moses, conosce la passione e il dolore, e vive su di sé la tragedia della Germania e dell'Europa intera, fino a vedere i quadri che amava bruciati sul rogo come "arte degenerata". E a lottare disperatamente  per salvarli.


online surveys

2 commenti:

  1. Adoro l'ultimo libro *.* Come ex studente del liceo artistico non posso non averlo! Grazie per avrelo segnalato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, son contenta di avertelo fatto scoprire :) Ispira un sacco anche me!

      Elimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)