Laggiù mi hanno detto che c'è il sole

Titolo: Laggiù mi hanno detto che c'è il sole
Autore: Gayle Forman
Editore: Mondadori
Anno: 2015
Pagine:  283
Prezzo: 18,00

Trama:
"Mi rincresce informarvi che mi sono tolta la vita. Era una decisione che meditavo da tempo e di cui mi assumo tutta la responsabilità. So che vi farà soffrire e me ne rammarico, ma sappiate che dovevo porre fine alle mie sofferenze. Voi non c'entrate niente , è stata una mia scelta. Voi non avete nessuna colpa." Questa è la lettere che Cody riceve il giorno in cui Meg, la migliore amica di sempre, si toglie la vita bevendo una bottiglia di candeggina in una squallida stanza di un motel. Cresciute insieme, Meg e Cody erano inseparabili, non esistevano segreti tra loro, o almeno questo era quello che pensava Cody. Quando però va a recuperare le cose dell'amica nella città dove un anno prima si era trasferita per andare al college, scopre che c'è tutta una parte della vita di Meg da cui lei era stata esclusa: i coinquilini, gli amici del college e Ben. Il ragazzo con la chitarra, un sorriso strafottente e tanti, troppo lati oscuri. E poi c'è un file criptato sul computer dell'amica che una volta aperto, sconvolgerà Cody: all'improvviso tutto quello che credeva di sapere su Meg sembrerà non avere più senso.

Recensione:
Avevo prenotato questo libro in biblioteca, tempo fa. Al momento della prenotazione,  avevo sicuramente letto la trama, ma sinceramente non la ricordavo, quindi non sapevo di cosa parlasse fino a che sono arrivata a casa e ho iniziato il libro.
Non avevo aspettative particolari, perché "Resta anche domani", della stessa autrice mi era piaciuto molto, ma il seguito mi aveva deluso, quindi non sapevo proprio cosa aspettarmi da questa nuova avventura della Forman.
Ebbene, l'ho letto praticamente in poche ore, iniziato nel tardo pomeriggio,  sono rimasta sveglia fino a che non l'ho terminato.
Sono pochi i libri, che ho divorato così velocemente da finirli il giorno stesso, e quei pochi sono stati ben diversi da questo. Non so cosa mi abbia coinvolto così tanto, visto che il tema trattato non lo rende di certo un libro particolarmente piacevole o leggero,  forse proprio come la protagonista,  è stato il voler scoprire  la verità, capire il perché.


Si, perché è questo quello che deve affrontare la protagonista,  Cosy, un passo alla volta, un indizio incastrato all'altro,  un viaggio alla scoperta  della sua migliore amica, che credeva di conoscere così bene, eppure aveva talmente tanti lati nascosti che, ha finito per suicidarsi.
Come dire che è proprio vero, non conosciamo mai qualcuno fino in fondo.
La protagonista è particolare, ha una situazione familiare complicata, una madre insensibile, un lavoro poco appagante per una ragazza giovane come lei, e pochi amici. Quei pochi, tutti spariti dopo il tragico evento,  anche perché aveva Meg, la sua migliore amica, e le bastava, anzi, valeva per cento. Pochi ma buoni si dice,  no?
Ritrovatasi da sola, Cody è costretta a dover affrontare cose sicuramente più grandi di lei e dei suoi vent'anni,  ma è determinata e testarda e non ha intenzione di dimenticarsi della sua migliore amica. Perciò vuole scoprire tutta la verità, lo deve a lei, e a se stessa, perché altrimenti non avrà mai pace.
L'autrice attraverso i ricordi ci porta alla scoperta del personaggio di Meg, dolce, gentile e carismatica,  lei e Cody .sono una coppia perfetta, sempre insieme. Attorno a loro,  oltre alle rispettive famiglie, ci sono una manciata di altri personaggi, tutti parte attiva  della storia nell'aiutare Cody a scoprire la verità.
Non può poi mancare il bad boy, che sembra essere strettamente collegato al suicidio di Meg a da cui Cody inizierà subito ad indagare
Lla cosa che più di tutti forse coinvolge nella storia,  è il fatto che Meg sembra avere una vita perfetta, una famiglia armoniosa, un futuro radioso,  e una migliore amica,  che è come una sorella e su cui si può sempre contare.  È questo che lascia perplessi, e che quindi spinge il lettore ad inoltrarsi nella lettura del libro,  per scoprire cosa abbia spinto una ragazza come lei ad un gesto così tragico come il suicidio.
Il libro, affronta quindi temi molto importanti e delicati,  e lo fa in un modo particolare, mettendo in primo piano sia i sentimenti di Meg, che, e soprattutto di chi è rimasto, e deve affrontare il dolore, la perdita e lo smarrimento seguito da una scelta tanto inaspettata.

Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo
 perché sono pochi i libri che ho letto così voracemente .

1 commenti:

  1. Che bella recensione O_O
    Non conoscevo questo libro, ma l'ho aggiunto subito in lista, la trama è molto interessante, un libro profondo dove scoprire la verità è l'unica cosa che ci fa sopravvivere dopo il dolore :(
    Ora anch'io sono curiosa di scoprire cosa abbia portato Meg a questo gesto estremo...
    Da leggere assolutamente :)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)