Il lato positivo (movie)

Titolo: Il lato positivo / The silver linings playbook (titolo originale)
Genere: Commedia, Drammatico
Regia; David O. Russel
Soggetto: Matthew Quick
Cast: Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Robert De Niro, Julia Stiles, Chris Tucker
Anno: 2012
Paese: Stati Uniti




Trama:
Dopo 8 mesi di clinica psichiatrica per curare un disturbo bipolare, Pat Solitano (Bradley Cooper) torna a vivere con i suoi genitori (Jackie Weaver e Robert De Niro), deciso a rimettere in piedi la sua vita e a riconquistare la moglie. Tiffany, giovane vedova (Jennifer Lawrence), si offre di aiutarlo ma in cambio Pat dovrà partecipare con lei a una gara di ballo. Fra jogging, lezioni di ballo e partite di football, Pat e Tiffany diventano amici.

Recensione:
Ho patito molto per vedere questo film, non ero riuscita ad andare al cinema a gustarmelo, ed ho potuto vederlo in streaming solo in questi giorni (dopo mesi di attesa!).

Ne ho sentito parlare benissimo, il che ha aumentato a dismisura la mia voglia di vederlo, che era già tanta, visto che adoro Jennifer Lawrence...E poi anche Bradley Cooper non è affatto male!
“The silver linings playbook” racconta la storia di Pat, un uomo affetto da una sindrome bipolare che dopo un periodo in ospedale, (in seguito al pestaggio dell'amante della moglie), ritorna a casa.
Il padre (interpretato da Robert De Niro) non è pienamente convinto della guarigione del figlio, infatti Pat inizialmente creerà qualche problema. Ancora follemente innamorato della moglie, Nikki, onnipresente in tutto il film (anche se effettivamente compare solo sul finale), si rifiuta di prendere le medicine che gli annebbiano la mente, ha continui sbalzi d'umore ed attacchi di rabbia nel bel mezzo della notte.
Un giorno, incontra Tiffany, una mirabolante ragazza che lo convincerà a partecipare ad una gara di ballo, che lì terrà occupati con il cuore e con la mente...e che varrà per loro anche molti soldi!

Io avrei mantenuto il titolo originale, "Il lato argenteo delle nuvole", che sarebbe stato molto più poetico, nonostante la parola “positivo” venga continuamente ripetuta durante la pellicola.
Il film affronta il difficile tema della malattia, di cui non è mai semplice parlare. Abbiamo due personaggi con personalità e insicurezze differenti, che si incontrano, si scontrano e intrecciano un rapporto particolare, per capirsi e aiutarsi nel processo di guarigione. Tiffany, il personaggio interpretato da Jennifer Lawrence, appare come una ragazza un po' fredda e distaccata, un po' sulle sue, quando in realtà è una ragazza fragile e impaurita, con troppe sofferenze sulle spalle per una ragazza così giovane.
I personaggi interpretati da Jennifer (Katniss in Hunger Games, Tiffany qui, Ree Dolly in un Gelido inverno), sono sempre ragazze atipiche, apparentemente forti e fredde, ma internamente molto fragili e sole. In realtà, dalle interviste che ho letto/visto, Jennifer è molto solare e anche davvero divertente (mitiche le sue cadute sul red carpet, veri esempi di stile!), cosa che dimostra maggiormente il suo talento nella recitazione.
Non dimentichiamo che, per questo film, Jennifer Lawrence si è guadagnata un meritatissimo Oscar! (APPLAUSI)

Bradley Cooper è un grande. A parte i suoi occhi, che sono la fine del mondo, è riuscito a interpretare quest'uomo fragile, arrabbiato, confuso e spaventato, in modo perfetto. Osserviamo le cose dal suo punto di vista, vediamo la sua vita scorrerci davanti, e veniamo trascinati in un vortice di pazzia, dove la realtà è ciò che conta. Pat non ha paura di dire il vero, anche quando la verità è scomoda per gli altri, non ha peli sulla lingua, è schietto e sincero.
Mi è piaciuto molto soprattutto nel finale (la parte della lettera), è stato dolcissimo ed emozionante. (APPLAUSI ANCHE PER BRADLEY!)

Il ruolo interpretato da Robert De Niro, mi è piaciuto molto. Non è esattamente la figura paterna da cui Pat dovrebbe prendere spunto, poichè è uno scommettitore d'azzardo, ossessionato dal football e superstizioso fino allo stremo! Ruolo molto simpatico, che crea un po' leggerezza alla trama.
Il film è privo di clichè, non è la semplice commedia romantica americana, ma molto di più. I personaggi sono ben caratterizzati, scavati fin nel profondo per mettere a nudo debolezze e difetti.
È un film dolce-amaro che mostra quanto le cose siano volubili e instabili, pronte a cambiare in qualsiasi momento. Basta solo saper cogliere il lato positivo da ogni cosa.
Valutazione:

Trailer:

0 commenti:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)