Wink Poppy e Midnight

Titolo: Wink, Poppy e Midnight
Autore: April Genevieve Tucholke
Anno: 2016
Pagine: 247

Trama:
Every story needs a hero.
Every story needs a villain.
Every story needs a secret.

Wink is the odd, mysterious neighbor girl, wild red hair and freckles. Poppy is the blond bully and the beautiful, manipulative high school queen bee. Midnight is the sweet, uncertain boy caught between them. Wink. Poppy. Midnight. Two girls. One boy. Three voices that burst onto the page in short, sharp, bewitching chapters, and spiral swiftly and inexorably toward something terrible or tricky or tremendous.

What really happened?
Someone knows.
Someone is lying.


Recensione:
Lo so, lo so, non si giudica mai un libro dalla copertina, maè stata proprio la copertina la prima cosa di questo libro che mi ha attirato, perchè è talmente particolare e misteriosa, che salta subito all'occhio, e prima ancora di averne letto la trama, era già sul Kobo!
In realtà, volevo acquistarlo direttamente in cartaceo, ma ho resistito...ed ho fatto bene!
Si, perchè se la copertina è così bella, la storia, un pochino meno, purtroppo.
Dalla trama, si intuisce subito che la storia raccontata dal'autrice, sarà ricca di mistero e fascino, insomma, un eroe, un cattivo e tanti segreti, cosa c'è di meglio?
In realtà, Wink, Poppy e Midnight si è rivelata essere una storia completamente differente da quella che mi immaginavo.

Wink, Poppy e Midnight, sono i tre protagonisti del romanzo, e sono anche le voci narranti della storia. Sono tre personaggi ben definiti, con voci molto marcate e  diverse, quindi è molto semplice distinguerli durante la narrazione. Sembrano molto chiari i ruoli dei tre, Poppy è la bella ma cattiva di turno, quella vanitosa, che può avere tutto e tutti. Midnight, è il ragazzo gentile ma impacciato, innamorato di Poppy, e che da lei si fa sfruttare e trattare male. Wink invece, è la "stramba", che tutti i coetanei evitano, circondata da una famiglia numerosa e da strane abitudini.
Ciò che caratterizza il romanzo, è invece, l'imprevedibilità della storia. I ruoli, infatti, che sembrano inizialmente chiarissimi, sfumano, così che nessuno dei tre sembra più un narratore affidabile.

Lo stile dell'autrice, di cui non avevo mai letto nulla prima, è molto particolare, le descrizioni sono vivide e particolareggiate, ricche di dettagli, non è difficile riuscire a immaginare i luoghi raccontati dall'autrice, che ambienta la storia perlopiù nei boschi e nei pressi della casa di Wink.
Lo stile in generale, è appunto molto particolare, anche quando la storia racconta poco o nulla, l'autrice lo fa in modo  affascinante, studiato, ipnotico, per questo ho divorato molto velocemente la prima parte del libro. I personaggi erano interessanti, e nonostante la storia fosse molto meno misteriosa ed intrigante rispetto a quella che immaginavo, ero curiosa di sapere come le vicende dei tre protagonisti andassero a finire, ma in realtà proprio sul finale, ho perso un pochino l'interesse per il libro. Non mi stava annoiando, ma non riuscivo nemmeno a capire dove l'autrice volesse andare a parare e quali fossero le sue intenzioni, e infatti non sono  sicura di averle capite nemmeno ora!
"Strano" è l'aggettivo che utilizzerei per descrivere questo romanzo, perchè è una storia talmente inusuale, caratterizzata da uno stile molto poetico e studiato, con tre personaggi che se sviluppati meglio e con la bella premessa della trama, avrebbero potuto creare una storia davvero magica e vincente, ma invece... quasi 250 pagine di capitoli brevi e scorrevolissimi, che però raccontano poco o nulla.

Valutazione:
♥♥♥ 
Vista la particolarità del libro, ero in difficoltà anche sul voto da assegnargli, ma ho deciso di dare la sufficienza, visto che è stata una lettura molto facile da leggere in lingua (quindi se siete alle "prime armi", ve la consiglio, anche se a quanto pare il libro uscirà presto anche tradotto).

Livello d'inglese: 
facile

2 commenti:

  1. Anche a me è da un po' che mi intriga questa storia e come te prima di tutto sono stata catturata dalla copertina! *.*!
    Penso che aspetterò comunque la traduzione italiana per decidere se leggerlo o meno, visto che alla fine ho visto che purtroppo ci sono molte recensioni mediocri..

    RispondiElimina
  2. Ciao Chiara!Io avevo letto il libro poco dopo la sua uscita ma non mi aveva convinto!La scrittura di quest'autrice mi piace tantissimo ma non riesce a scrivere storie che stanno in piedi xD

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)